Sesso tra amici: 5 regole per farlo funzionare

Elena Bianchi
Praticato più che nel passato, il sesso con un amico è garanzia di intima complicità a patto che si rispettino alcune regole per evitare di far esplodere il rapporto.
 
Un'amicizia su quattro esplode dopo il sesso, solo una su dieci si trasforma in una relazione.
 
Il sesso tra amici va a gonfie vele. Succede più del sesso al primo appuntamento e più del dogging (quello occasionale con sconosciuti), rivela il sondaggio che i ricercatori Melissa A. Bisson e Timothy R. Levine hanno condotto setacciando alcuni studenti della Michigan State University. Pubblicato sugli Archives of Sexual Behavior evidenzia, negli ultimi dieci anni, un deciso incremento delle serate iniziate davanti a una pizza o al cinema e finite in un amplesso piccante. Il che, però, se è garanzia di complice intimità, può essere fonte di imbarazzi e, nel peggiore dei casi, di amicizie rovinate.
Secondo la ricerca, infatti, un’amicizia su quattro esplode, una su tre non subisce conseguenze e solo una su dieci evolve in una storia d’amore. Il rischio è che, prima o poi, uno dei due s’innamori e voglia di più. Tant’è, mentre ha già debuttato anche Bang with friends, l’app per fare sesso con un amico di Facebook, ecco qualche regola per divertirsi mettendosi al riparo dallo spiacevole inconveniente di perdere un amico, ovvero un tesoro, per citare il più popolare dei proverbi.

Amici di sesso (a tempo determinato)

"Il vantaggio - spiegava Levine al New York Times - è che si instaurano fiducia e benessere reciproco ma si evitano i risvolti negativi di una relazione regolare. Chi sceglie di essere FWB (Friends with benefits amici con qualche beneficio, n.d.r.), non vuole legami". Onde evitare che si creino, intasando l’amicizia, è bene darsi un tempo. Per la serie: sesso sì ma dormire insieme no. Il risveglio, infatti, è uno dei momenti più imbarazzanti e difficili da gestire. Così come, prolungando la relazione, il rischio è di non sapere più se l’altro (o l’altra) chiamano per una serata tra amici o qualcosa di più. Insomma, per evitare di creare un tabù il sesso tra amici dovrebbe essere una toccata e fuga, nel rispetto della seconda regola: mai innamorarsi.

Fare l'amore con un amico, ma vietato innamorarsi

La regola del vietato innamorarsi va onorata come un mantra per non rovinare anni e anni di complicità e segreti condivisi. Quando subentra l’amore, si chiude "una delle arterie emozionali che regolano i rapporti d'amicizia”, spiega lo studio e tornare indietro è impossibile. Oltre a far soffrire il malcapitato, confonde l’emotività che non sa più distinguere i legami affettivi.

Amici e sesso: la giusta distanza

La terza regola prevede che due amici che fanno sesso evitino le dinamiche e i comportamenti dei fidanzati. Tradotto: no a chiamate troppo frequenti o insistenti, regali, improvvisate e gelosie. Mantenere le giuste distanze permette di arginare il tabù che può insidiare due amici che dopo essere finiti a letto insieme non riescono più a parlare di nulla, soprattutto di quello che sta accadendo tra loro, "una sensazione - spiegano i ricercatori - che si ripercuote anche sugli altri rapporti interpersonali, e che nei casi più accentuati può portare a una pericolosa tendenza all'isolamento".

Sesso con un amico (non collega!) 

Se il sesso tra amici è insidioso, quello tra amici di scrivania è da evitare il più possibile. In questo caso, il rischio non è solo che si rovini un rapporto ma anche che s’incrini la serenità sul posto di lavoro, creando situazioni ingestibili con i colleghi, conseguenze imbarazzanti e a volte perfino pericolose.

Fare sesso con un amico? Onestà anzitutto

In nome dell’amicizia che li ha portati a fare sesso, gli amici trasformati (anche) in amanti devono essere sinceri, ciascuno con se stesso e tra loro: per quanto piacevole e appagante, la situazione è delicata e va gestita con chiarezza, nel rispetto reciproco in modo da non ferire nessuno. O almeno provarci.
 
Copyright foto: Roman Samborskyi/123RF

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.