Sesso tantrico: tecniche e posizioni per raggiungere l'estasi

Elena Bianchi
Tantra e sessualità: ecco quali sono i fondamenti dell'antica filosofia indiana che insegue l'estasi ed è in grado di trasformare la sessualità in un'esperienza unica.

Il tantra è un'antica filosofia indiana per la ricerca dell'estasi sessuale.


Sessualità tantra: premesse

Consapevolezza, ritmo, respirazione e calma: gli ingredienti del tantra, in sancrito "essenza", l'antica disciplina indiana vecchia oltre due millenni volta alla ricerca dell'estasi sessuale, sono la premessa un’esperienza così intensa da trasformarsi in una filosofia di vita volta alla conoscenza e alla maturazione di sé. Una chimera realizzabile, in grado di liberare la sessualità femminile, dove la fretta è il nemico numero uno dell’orgasmo, e di portare la coppia alla reciproca e profonda conoscenza

Tantra e sessualità: liberare la mente
Se, come prevede il tantra, l’amore è sacro e la sessualità è l’unione tra le manifestazioni terrene del dio Shiva (l'uomo) e della dea Shakti (la donna) la prima regola è svuotare la mente e sintonizzarsi con il proprio e l’altrui corpo. Tradotto: lasciate fuori dalla porta le paranoie, le costrizioni e le afflizioni quotidiane per fare spazio alle emozioni e alle sensazioni scaturite dallo stare insieme, vicini e nudi. In una parola, prendete consapevolezza di voi e del desiderio sessuale che cresce, un attimo dopo l’altro, un preliminare dopo l'altro.

Tecniche tantra
Una volta iniziato il rapporto sessuale vero e proprio, muovetevi con calma e ritmo per mettere in circolo quanta più energia potete e contagiatevi l’un l’altro. Cercate, il più possibile, di sbloccare i muscoli del bacino alla ricerca di una danza all’unisono condita di sfioramenti e carezze, senza dimenticare di respirare nel modo giusto. Tradotto: al bando il fiato corto e affannoso che rallenta l’ossigenazione delle zone erogene e mortifica le energie. L'obiettivo è imparare a usare il diaframma e provare a sincronizzarsi con quello del partner. Per creare la giusta atmosfera e sintonizzare i corpi e le menti è buona abitudine concedersi reciproci massaggi hot.

Sesso tantrico: posizioni

Liberata la mente, sincronizzati i movimenti e i respiri, uniti nei corpi, la danza erotica non mira all'orgasmo ma ad amplificare l'energia vitale attraverso un ribaltamento dei ruoli: la donna è la parte attiva che ha il compito di trasferire la propria “energia fredda” all'uomo, in grado di convertirla anche (ma non solo) attraverso la penetrazione in “energia calda”. Solo in questo modo il climax del piacere diventa la conseguenza della sessualità e non l’obiettivo.

A tal proposito la posizione del loto, con la donna seduta sulle cosce del partner e le gambe avvinghiate dietro la sua schiena, è una delle migliori per creare una profonda connessione tra gli amanti. In alternativa potete sperimentare la 
sedia bollente: entrambi sono inginocchiati, l'uomo è alle spalle della donna, i corpi sono schiacciati l'uno contro la schiena dell'altra e la penetrazione è profonda, lenta e regolare.

In generale, comunque, tutte le posizioni che invitano gli amanti a stabilire un contatto serrato con tutti e cinque i sensi sono le migliori per andare alla scoperta dell'estasi. D'altra parte, se il primo organo sessuale è il cervello, 
l’erezione non è fondamentale: sono le onde cerebrali che sintonizzate sulla stessa lunghezza d'onda, fanno la differenza al punto che, se il pene rimane nella vagina per almeno 35 minuti, quello che arriva dopo è uno stato di estasi che si può solo sperimentare.  

Copyright foto: sergeyp/123RF

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.