Massaggi hot: guida a uno dei preliminari più stimolanti

Elena Bianchi
  • I massaggi hot sono preliminari capaci di rilassare ed eccitare allo stesso momento, incrementano l'intimità e la complicità della coppia, un rituale da eseguire seguendo regole precise: ecco quali.


    I massaggi hot sono uno dei rituali in grado di liberare i sensi verso orizzonti di piacere.


    I massaggi hot sono un preliminare piccante per stuzzicare i sensi e spianare la via agli stimoli e alla piccola morte (l'orgasmo) che fa bene alla vita. Perché ciò accada è necessario (in un primo tempo) accantonare l'idea del sesso per concentrarsi unicamente sul partner: se tutto andrà come previsto il rapporto sarà la naturale evoluzione.   

    Quindi le parole d'ordine prima d'iniziare un massaggio hot sono: non aspettarti nulla in cambio e dedica anima e corpo al partner. Il resto verrà da sé. 

    Copyright foto: Fotolia
  • Una buona dose d'intenzione


    I massaggi hot funzionano se all'origine c'è l'intenzione!


    Come spiega la sessuologa Barbara Florenzano, perché i massaggi sortiscano il loro effetto è fondamentale che nell'approccio ci sia una buona dose d'intenzione: "È importante avere dentro di sé una forte dose di motivazione e di voglia di fare proprio quel massaggio a lui - spiega l'esperta -. La migliore tecnica, senza l'aggiunta di una certa predisposizione d'animo, non basta". In che modo? Semplice, concentrando l'energia: "Bisogna avvertirla dentro di sé e immaginare che provenga dal centro del proprio corpo. Quando c'è questa consapevolezza, il coinvolgimento arriva eccome all'altra persona. Anche se usiamo solo le mani".

    Copyright foto: Fotolia

  • Massaggi piccanti: la giusta atmosfera


    Massaggi hot: candele profumate, luci soffuse e cuscini per creare l'atmosfera.


    Prima di iniziare uno dei vostri massaggi piccanti ricordatevi di creare la giusta atmosfera: luci soffuse, meglio se lumi di candele profumate agli oli essenziali, musica di sottofondo scelta con cura, cuscini per terra su cui allestire l'area per il massaggio hot che deve essere effettuato su una superficie rigida (il pavimento con una morbida coperta è perfetto).    

    Una giusta mise contribuisce a creare l'atmosfera speciale per i massaggi hot: "L'eccitazione degli uomini passa molto attraverso il senso della vista, il fiore all'occhiello di un massaggio sensuale eseguito da una donna può risiedere nella sua mise. Per esempio, un uomo può eccitarsi molto se la sua compagna lo massaggia con indosso una lingerie sexy. O anche tutta nuda, ma con i tacchi"  suggerisce la sessuologa Barbara Florenzano

    Quando siete pronte sistematevi in ginocchio, il partner davanti a voi, seduto con le gambe incrociate: iniziate con baci e carezze per farlo sentire a suo agio, poi lasciatevi andare.

    Copyright foto: Fotolia
  • Massaggi con oli essenziali per lei e per lui


    Messaggi hot: preferite gli oli essenziali alle creme.


    Per i massaggi hot al bando le creme che si asciugano troppo in fretta: l'ideale sono gli oli essenziali. Oltre ad ammorbidire la pelle, le loro proprietà sono in grado di accendere i sensi, l'importante è versarne un po' sul palmo delle mani e riscaldarlo prima di iniziare il massaggio. 

    Per lei: l’olio di essenziale di ylang ylang contribuisce a risvegliare i sensi, quello alla rosa apre la via del cuore e rilassa lo spirito, quello al patchouli stimola la produzione di endorfina, l’ormone del piacere.

    Per lui: l’olio essenziale di pino induce l’uomo a esprimere la propria virilità, quello allo zenzero è afrodisiaco per definizione, quello al sandalo equilibra la sfera sessuale con lo spirito, non a caso viene  viene usato nelle scuole di tantra yoga per trasformare le energie sessuali in energie spirituali. 

    Copyright foto: Fotolia
  • Massaggi con ritmo e sincronia


    Massaggi hot: una volta iniziato è importante non perdere il ritmo.


    Una delle qualità essenziali dei massaggi è il ritmo nell'esecuzione e la sincronia dei respiri: "Il ritmo - spiega la sessuologa Barbara Florenzano - è importante perché rappresenta un fattore in grado di aiutare l'altra persona a rilassarsi. Dunque bisogna stabilirne uno, orientandosi su una certa velocità e pressione."  Ovviamente nulla vieta di modificarlo, "l'importante è agire sempre in maniera graduale, evitando passaggi netti e bruschi, che possano colpire e disturbare la persona che, in quel momento si sta rilassando".  

    L'altro aspetto è sincronizzarsi sul respiro del partner: "Per farlo, bisogna prima sentirlo e, a tal proposito, vale la pena di ricordare questo: niente chiacchiere durante il massaggio! Lo ricordo perché noi donne, sotto sotto, abbiamo la tendenza a parlare sempre. A volte anche troppo… o nei momenti poco opportuni…".

    Copyright foto: Fotolia

  • Il tocco giusto


    Massaggi hot: il tocco dev'essere costante, rilassante, deciso e mai frettoloso.


    Il tocco, nei massaggi, è tutto: le mani devono essere calde e idratate e devono muoversi prima in maniera gentile e delicata per risvegliare il corpo del partner e via a via più profonda e avvolgente. L'importante è che non sia un tocco frettoloso, che le mani siano ben rilassate e aperte (la pressione va fatta con le dita ben distanziate e i palmi, i pollici vanno usati alla fine, per evitare di stancare troppo presto le mani) e che tutto il corpo venga coinvolto nel massaggio.

    Copyright foto: Fotolia
  • Massaggi sensuali: spazio al piacere


    Massaggi hot: sciogliere le tensioni per far spazio al piacere.


    Il primo obiettivo dei massaggi sensuali è spazzare via le tensioni per far spazio al piace: "per lasciarsi andare - spiega la sessuologa Barbara Florenzano - non bisogna avere pensieri e preoccupazioni per la testa. Ma neanche stanchezza e stress a livello fisico".  Perciò, dalla teoria alla pratica: "tornano utili i massaggi da fare sul collo, sul trapezio e lungo tutta la schiena. Massaggi da poter fare anche con le nocche delle dita". L'importante è non insistere e ascoltare il partner: "Se appare particolarmente stanco o nervoso e lascia intendere di non voler ricevere massaggi o premure simili, è meglio non insistere. Un massaggio può rilassare (e poi eccitare) solo chi ha voglia di riceverlo" ricorda Florenzano.

    Copyright foto: Fotolia
  • Massaggi particolari: spazio alla creatività


    Massaggi hot: usate tutto il corpo, anche la voce, per entrare in contatto con il partner.


    Nei massaggi particolari la tecnica va a braccetto con la creatività perciò ai classici movimenti unite baci, sussurri e ricordatevi che anche sfiorare il suo corpo con il seno è un modo (hot) di massaggiarlo. Così come, va da sé, coinvolgere le parti intime nel massaggio è un passaggio da non dimenticare: "un uomo - aggiunge la sessuologa Barbara Florenzano - va letteralmente in visibilio a sentire sul corpo la "pressione" esercitata dai genitali della sua compagna. Soprattutto se anche lei è eccitata…".

    Copyright foto: Fotolia
  • Massaggi hard: il viso e la testa


    Massaggi hot: non sottovalutate (né dimenticate) il viso e la testa.


    Viso e testa sono due organi che vanno assolutamente stimolati durante i massaggi hard: secondo il libro francese Massages érotiques (che non fa altro che confermare la medicina cinese)  i due meridiani responsabili della potenza sessuale maschile e femminile s'incontrano sul viso. Uno passa per la nuca, risale il capo e arriva alla fronte, l’altro parte dalla pancia e termina al mento. 

    Per amplificare l'effetto rilassante, massaggiate per una decina di minuti i lati del viso con dell'olio di ylang ylang:  con una mano partite dalla parte posteriore della testa verso la fronte  e con l'altra dal mento fin sotto alle labbra con l’altra. Poi disegnate sulle guance piccole spirali, pizzicate gentilmente i lobi delle orecchie e infine appoggiate entrambi le mani alla base del collo, prima a destra e poi a sinistra.

    Infine il cuoio capelluto, una zona molto erogena nell'universo femminile: secondo la sessuologa Yvonne K. Fulbright, un buon massaggio è in grado di rilasciare ossitocina, l’ormone della felicità e dell’amore.

    Copyright foto: Fotolia

  • Tutte le zone erogene


    Le zone erogene perfette per i massaggi hot sono collo, orecchie e interno cosce.


    I massaggi non possono poi dimenticare le zone erogene per eccellenza. L’interno coscia andrebbe tenuto per ultimo dal momento che, vicino com’è ai genitali accende la passione immediatamente. 

    Perciò, dopo esservi dedicate a viso, testa, collo e lobi delle orecchie mordicchiate la punta nel naso (incredibile ma vero in virtù dell’elevato numero di terminazioni nervose). Per quanto riguarda i capezzoli dipende: in generale stuzzicano donne e uomini ma non tutti allo stesso modo. 

    Altre zone erogene per messaggi hot (alle donne) sono: l’ombelico (appena più sotto si trovano i tre punti di pressione chiamati The Sea of Energy, il Mare di Energia), gli alluci e la zona lombare dove i nervi sacrali (all’altezza dei reni) hanno un riflesso immediato sulla vagina. 

    Per quanto riguarda il piacere specifico di lui, invece, stimolate il basso ventre e il bacino, la pianta dei piedi (dal terzo dito scendete verso il basso alla ricerca del punto noto come Bubbling Spring, Primavera Bollente) e il retro del ginocchio con movimenti circolari. Le vibrazioni piccanti vi sorprenderanno. 

    Copyright foto: Fotolia

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.