Storie di tradimenti: dalla letteratura al cinema

Giulia Vola
  • Dalle pagine della letteratura alle pellicole al cinema: ecco le protagoniste delle storie dei tradimenti più famosi.

    Il tradimento di Anna Karenina è raccontato da Lev Tolstoj e nel film drammatico diretto da Joe Wright.

     

    Anna Karenina

    L'adulterio di Anna Karenina è tra i più famosi della letteratura che ha ache fare con le storie di tradimenti. Raccontato nel 1877 nell'omonimo romanzo di Lev Tolstoj, è approdato sul grande schermo nel 2012, nella film drammatico diretto da Joe Wright. Sposata (ma non certo innamorata) all'ufficiale governativo Karenin, Anna incontra il conte Akeksej Vronskij alla stazione di Mosca e la scintilla scoppia immediatamente. Determinata a resistere, ritorna a San Pietroburgo, dalla famiglia ma Akeksej la raggiunge e i due si abbandonano all'amore travolgente da cui nasce anche una figlia. Da sapere: la storia finisce male, anzi, malissimo.   

    Copyright foto: Kika Press

  • Elena di Troia: le conseguenze di un tradimento

    Elena di Troia è la più famosa delle adultere: raccontata da Omero approda al cinema in Troy, il film con con Brad Pitt, Orlando Bloom, Diane Kruger. © YouTube

    L’adultera più famosa della storia dei tradimenti è una donna greca, si chiama Elena, è figlia di Zeus e di una mortale, è bellissima e per questo vittima dell’incantesimo di Afrodite. Sposata a Menelao, viene rapita (suo malgrado) da Paride e portata a Troia, fornendo così il pretesto per la guerra raccontata nell'Iliade di Omero e al cinema, più di 2mila anni dopo da Wolfgang Petersen, il regista di Troy. Da sapere: nel VI canto dell'Iliade Elena considera Paride un codardo e, piuttosto, gli preferisce Ettore.

  • Ginevra e Lancillotto: il tradimento dei tradimenti

    Ginevra, moglie di Re Artù, ha una relazione adultera con Lancillotto raccontata al cinema (anche) ne "Il primo cavaliere". © YouTube

    Ginevra, bellissima regina di Camelot, sposata a Re Artù e Lancillotto, il più affascinante dei Cavalieri della Tavola Rotonda: il loro è l'adulterio più famoso del ciclo bretone, raccontato per la prima volta nell'opera medievale di Chrétien de Troyes e l'ultima in King Arthur, il film uscito nel 2004 diretto da Antoine Fuqua e interpretato da Keira Knightley e Clive Owen. Memorabile anche Il primo cavaliere, pellicola del 1995 con un cast d'eccezione (Sean Connery, Richard Gere e Julia Ormond). Da sapere: l'amor cortese che dà vita al tradimento dei tradimenti, va a rotoli. 

  • Paolo e Francesca: il tradimento Dantesco

    L'amore tra "Paolo e Francesca" raccontato da Dante Alighieri ha ispirato film e dipinti, il più famoso quello di Gustav Klimt.

    Paolo Malatesta e Francesca da Polenta, che in vita furono cognati (lei era sposata con il fratello di lui), sono gli amanti adulteri e lussuriosi più famosi della letteratura: il loro tradimento, raccontato da Dante Alighieri nel V canto della Divina Commedia, li sorprende leggendo le vicissitudini di Ginevra e Lancillotto, a loro volta traditori. Il loro bacio tremante ha ispirato registi (Raffaello Matarazzo nel 1949 e Gianni Vernuccio nel 1971), compositori (Riccardo Zandonai nella sua Francesca da Rimini) e pittori, tra cui Gustav Klimt.

  • Madame Bovary: il tradimento per gioco

    La Madame Bovary di Gustave Flaubert portata sul grande schermo (non in Italia) nel 2015 da Sophie Barthes e interpretata da Mia Wasikowska. © YouTube

    Emma è la Madame Bovary di Gustave Flaubert, la moglie infedele di un insignificante Charles Bovary, di professione ufficiale sanitario, che per sfuggire alla noia della vita di paese lo tradisce con altri uomini. Ispirato alla vicenda di Delphine Delamare, raccontata sui giornali nel 1848, il romanzo racconta la storia dei tradimenti di Emma, dedita a una vita dissoluta alle spalle dell'ignaro marito fino alla tragica (e tardiva) scoperta, quando ormai il marito si ritroverà vedovo e la figlia orfana (prima di madre e poi pure di padre). 

  • Il Rosso e il Nero: il tradimento (e la vendetta) di Madame de Rênal

    Il tradimento di Madame de Rênal, ne "Il Rosso e il Nero" di Stendhal è stato raccontato nella mini serie diretta da Jean-Daniel Verhaeghe. © YouTube

    Raccontato ne Il rosso e il Nero di Stendhal, l’adulterio prende spunto dall’affaire Berthet, realmente accaduto nel 1827 a Isère, il paese d’origine dell’autore. Protagonista è Julien Sorel (interpretato da Kim Rossi Stuart nella miniserie tv diretta da Jean-Daniel Verhaeghe), un giovane ambizioso che si mette nei guai fino a morirne. Inizia la sua carriera nei panni di precettore dei figli del sindaco ma ne seduce la moglie, Madame de Rênal. Costretto alla fuga, finisce sotto l’ala protettrice di di un marchese parigino e, dopo aver sedotto la figlia, riesce a chiederla in sposa. Ma la vendetta di Madame de Rênal non tarda e tutto va a rotoli. Finale tragico. 

  • Il Maestro e Margherita: il tradimento diabolico

    Il capolavoro di Michail Bulgakov pubblicato tra il 1966 e il 1967 è approdato al cinema nel film di Aleksandar Petrovic con Ugo Tognazzi e Mimsy Farmer. © YouTube

    Ne Il Maestro e Margherita, il romanzo (capolavoro rimaneggiato più volte e incompiuto) di Michail Bulgakov che Eugenio Montale definì "un miracolo che ognuno deve salutare con commozione" racconta anche la storia del tradimento di Margherita che, sposata a un uomo insignificante che le ha regalato un matrimonio infelice, stringe un patto con il diavolo pur di salvare il suo amante, il grande Maestro. Riuscendoci, nonostante tutto. 

  • La lettera scarlatta: il tradimento di Hester

    Hester, protagonista de "La lettera scarlatta" di Nathaniel Hawthorne raccontata al cinema nel film interpretato da Demi Moore, Gary Oldman e Robert Duvall. © YouTube

    La lettera scarlatta, il romanzo del 1850 scritto da Nathaniel Hawthorne contro il perbenismo puritano dell'America dei tempi, è stato portato al cinema nell'omonimo film del 1995 diretto da Roland Joffé e interpretato da Demi Moore, Gary Oldman e Robert Duvall. Sebbene con qualche differenza, la vicenda parte dall'adulterio di Hester con il reverendo, unione dalla quale nascerà anche una figlia che condannerà la donna a portare la lettera A di adultera cucita sull'abito, fino al patibolo. Nella trama tormentata, s'intreccia l'eroismo della donna che non rivela il nome dell'amante, la codardia del reverendo e la nobiltà del marito che, tornato in città, scopre tutto e si comporta in modo inaspettato.

  • L'amante di Lady Chatterley: il tradimento dissoluto

    La libertina Lady Chatterley protagonista di D.H. Lawrence approda al cinema nel film di Pascale Ferran, Premio César nel 2007. © YouTube

    Libertina, spudorata e passionale, Connie Chatterley è la protagonista de L'amante di Lady Chatterley, il romanzo che David Herbert Lawrence diede alle stampe nel 1928 ispirandosi al tradimento di sua moglie. Portato sul grande schermo nel 2006, il film diretto da Pascale Ferran si aggiudica il Premio César come Miglior film.

    Constance, "Connie", è infedele per natura e nonostante il tentativo di redimersi sposando l’aristocratico Clifford Chatterley, riscopre ben presto la sua vena passionale che consuma prima con Michaelis, un irlandese incostante, poi con il guardacaccia della tenuta del marito, tal Oliver Mellors, di cui finirà per innamorarsi fino a divorziare dal marito.

  • Le affinità elettive: doppi tradimenti

    "Le affinità elettive" di Johann Wolfgang von Goethe portate al cinema nell'omonimo film diretto dai fratelli Taviani del 1996. © YouTube

    Pubblicato da Johann Wolfgang von Goethe nel 1809,  Le affinità elettive è il romanzo che sonda la potenza dirompente della chimica a proposito di storie di tradimenti. Raccontata al cinema nel 1996 dai fratelli Taviani, la vicenda ha per protagoniste due coppie, una formata da marito e moglie, l'altra da un amico e sua nipote che, durante una vacanza, si mescoleranno in maniera inestricabile e tragica.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.