Vivienne Westwood

Rossana Caviglioli

L'avventurosa vita di Vivienne Isabel Swire inizia nel Derbyshire inglese nel 1941. Trasferitasi a Londra con la famiglia, la giovane Vivienne studia moda e oreficeria e inizia a creare da sola i primi gioielli, che vende al mercatino di Portobello. Nel '61 sposa Derek Westwood, di cui terrà sempre il cognome, disegnandosi da sola l'abito per le nozze. Il matrimonio naufraga dopo una decina d'anni: la Westwood inizia una relazione con Malcolm McLaren, il manager dei Sex Pistols, si avvicina al movimento punk e apre con lui un negozio di abbigliamento, Let it Rock. Il nome cambia parecchie volte, seguendo l'evoluzione degli stili: Too fast to live too young to die, Sex, Seditionaries fino al nome attuale, World's End. Nel mezzo della celebre insegna, un orologio che gira al contrario.

Lo stile di Vivienne Westwood è anticonvenzionale, spesso provocatorio. Trae ispirazione dalla street fashion e dal mondo giovanile ma anche dalla storia del costume: reinventa capi del passato, come il corsetto e la lingerie a vista (con accenni allo stile fetish), riabilita il tweed e la silhouette a clessidra e fa ampio uso di elementi sui generis come ossa, spille da balia ma anche perle e pietre. È solita dire che "l’invenzione non consiste nel creare dal nulla, ma dal caos". Oltre alle collezioni per uomo e per donna, inizia a disegnare anche vestiti da sposa, che diventano una parte importante della sua produzione.

Molto attiva politicamente, Westwood si schiera, dopo l'11 settembre con il movimento per la difesa dei diritti civili Liberty, per il quale crea una maglietta con lo slogan: “I am not a terrorist, please don't arrest me”. Alcune delle sue collezioni hanno nomi apertamente politici come Propaganda e Active Resistance. Nel 2005 viene proclamata Ufficiale dell'Impero Britannico e nel 2006 Dama di Commenda dell'Impero Britannico. Attualmente è impegnata in prima persona nella lotta al riscaldamento globale, in particolare con il progetto Save The Artics.

Tra le star estimatrici del marchio, Kate Beckinsale, Jennifer Aniston, Sandra Bullock, Lana Del Rey, Heidi Klum, Demi Moore, Eva Mendes, Zoe Saldana, Angelina Jolie, Nina Zilli. Nel film Sex and the City, Carrie indossa, per il suo matrimonio con Mr. Big, un abito da sposa firmato Vivienne Westwood.

Annunci Google

Nessun commento per il momento.