Pareti a righe: volume e personalità agli ambienti

Giulia Vola

Verticali, orizzontali, larghe e sottili: le pareti a righe vestono di carattere gli ambienti: dallo stile shabby a quello minimal, ecco come non sbagliare. 

Le righe orizzontali alle pareti dilatano gli spazi, quelle verticali alzano i soffitti. © astragal/123RF

Pareti colorate: cosa sapere sulle righe

Anzitutto va chiarito che le righe orizzontali sulle pareti dilatano la percezione degli spazi facendoli sembrare più grandi mentre quelle verticali la slanciano, dando l’illusione di un soffitto più alto (in questo caso è meglio optare per colori chiari così da compensare il restringimento con la luminosità). Fatta questa premessa, le righe sono una fantasia importante perciò è consigliabile scegliere una parete sola della stanza. Inoltre, a proposito di carta da parati o tinteggiatura, è bene sapere che quest’ultima permette maggiore flessibilità nel correggere la tonalità. Infine, l’abbinamento dei colori. La soluzione più semplice ne prevede due: uno sarà la base mentre l’altro il suo complementare, scelto a contrasto o tono su tono. Da non sottovalutare anche il formato delle righe che oltre a più o meno spesso, possono essere tutte della stessa dimensione, oppure diverse e in questo caso l’effetto è alternato.   


Pittura pareti: righe vivaci o minimal? 

In linea generale, i colori vivaci (giallo, rosso e verde tra tutti), sono adatti ad ambienti più moderni e contemporanei dove la parola d’ordine è stupire. Con un’eccezione per quanto riguarda il rosso: nella tonalità più intensa conferisce subito un aspetto in stile inglese, che ben si sposa con mobili in legno e arredi antichi. Il bianco e il nero, invece, sono perfetti per tinteggiare a righe le pareti di una casa dalle stanze lussuose o di design: i mobili sono laccati, i divani minimal e sulle mensole gli oggetti sono pochi e ben selezionati. E ancora: i colori pastello sono l’ideale per dipingere le pareti a righe di una casa in stile shabby chic o per la camera dei bambini, mentre le sfumature del color tortora meritano un discorso a parte. 


Color tortora: righe tono su tono o a contrasto?

Neutro ed elegante, il tortora si presta a tutti gli arredi e stili. Il che non significa che la scelta non vada ponderata, anzi. Per un risultato più classico, il colore da abbinare alla riga color tortora sarà sui toni del marrone, per un effetto più moderno su quelli del grigio e infine, per un abbinamento a contrasto si può osare con l’arancio, il marrone e perfino il viola (dal lilla al vinaccia).

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.