Spese per matrimonio: come si dividono e chi paga?

Valentina Segatori

Per tradizione chi paga il pranzo di nozze E come si dividono le spese del matrimonio ? Ecco tutto quello che c'è da sapere sul bon ton e sul galateo per sposi e famiglie.
 

Come si dividono le spese per il matrimonio? Secondo il galateo ogni famiglia ne paga una parte. © Cathy Yeulet/123RF


Oltre il romanticismo e l'organizzazione di un giorno importante come il matrimonio, ci sono anche altri aspetti, più venali, da considerare: le spese delle nozze totali. Sposarsi, si sa, richiedere un certo budget, che per quanto possa essere limitato o generoso, si rivela in ogni caso impegnativo. Sorge spontanea, quindi, durante i preparativi la necessità di stilare una lista delle spese da affrontare e soprattutto come dividerle. Insomma, chi paga cosa? Ecco tutto quello che c'è da sapere.
 

Quali sono le spese per il matrimonio

Tra le spese di cui tener conto quando si sta organizzando un matrimonio ci sono: l'affitto della location, nel caso si scelga una villa, oppure un'intera sala. A seconda, poi, dei servizi offerti dal posto scelto, si deve valutare un eventuale catering e l'open bar per il banchetto nuziale. Ci sono poi la musica, le bomboniere, il vestito per lo sposo e l'abito da sposa, le partecipazioni, il bouquet e l'allestimento floreale, il servizio fotografico, le fedi, il viaggio di nozze e tutti gli altri accessori per evento e sposi (tableau, segnaposto, parrucchiere e truccatrice, menù...)
 

Chi paga le spese per il matrimonio?

Le spese per il matrimonio sono a carico degli sposi, delle loro famiglie e talvolta possono contribuire anche testimoni ed invitati. Ad esempio, nel caso delle fedi e del viaggio di nozze: di solito, infatti, a regalare gli anelli ai futuri coniugi sono proprio i loro testimoni, mentre la luna di miele può essere regalata da amici e parenti al posto della classica lista nozze (il che è anche uno dei modi per risparmiare). Valutate bene ogni cosa, perché mettere a disposizione degli invitati un iban in cui versare anche solo una piccola somma per contribuire al viaggio, può rivelarsi un'idea utile per tutti, invitati e sposi.
 

Come si dividono le spese per un matrimonio

Galateo vuole che le spese per il matrimonio vengano così suddivise tra le due famiglie: la famiglia della futura sposa paga le partecipazioni, l'abito della figlia, bomboniere, l'allestimento floreale, la Chiesa, il ricevimento, la musica, l'auto ed il fotografo. La famiglia dello sposo invece, contribuisce alle spese della casa coniugale, le fedi, il bouquet della sposa ed il viaggio di nozze. Sono sempre di più, però, le coppie che, cercando il modo migliore di fare le cose, dividono tutto a metà, cercando di coinvolgere il meno possibile le famiglie ed evitando distinzioni tra le spese di un preparativo e l'altro.


Chi paga il vestito delle damigelle

In caso di paggetti e damigelle, il costo degli abiti è a carico della sposa o della sua famiglia. C'è, però, la possibilità che siano le damigelle stesse a scegliere di pagare di tasca loro il vestito, eliminando questa spesa dalla lista della futura sposina.


Costo medio matrimonio 100 persone

Secondo un recente studio condotto da Compass e Prontopro.it il costo medio per un matrimonio con 100 invitati si aggira sui 15.000 euro. In realtà, il prezzo varia a seconda della regione, dove ogni servizio (dal catering al fotografo) ha un diverso costo. Si può dire che mediamente, quindi, le nozze che prevedano un centinaio di ospiti costano dagli 11.000 ai 20.000 euro.


Modi per risparmiare

Risparmiare sulle spese si può: come detto in precedenza le fedi possono essere regalate dai testimoni e il viaggio di nozze dagli invitati; inoltre le bomboniere, con un pizzico di creatività, posso essere fatte a mani, così come le partecipazioni. Utilizzate inoltre, gli stessi allestimenti floreali sia per la cerimonia che per il ricevimento.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.