I nomi più belli femminili: la nostra top ten

Eleonora Chiais
  • Strani e originali, classici o modernissimi, italiani o stranieri: ecco quali sono, secondo noi, i nomi più belli femminili.

     

    I nomi più belli femminili? Secondo noi devono contenere una buona dote di fantasia ed essere capaci di imporsi in originalità. © katrinaelena/123rf

     

    I nomi più belli femminili? La scelta è ampia e variegata - da quelli di tendenza per il 2017, quelli biblici o medievali - oltre che talmente ricca da poter facilmente soddisfare anche le esigenze dei genitori che vogliono rifuggire la banalità a ogni costo.

    E per chi non vuole optare per la possibilità che a scegliere il suo nome con l'app ad hoc sia direttamente la bimba, ecco qualche consiglio con la nostra top ten dei nomi (poco comuni) più belli per le bimbe (in ordine rigorosamente alfabetico!).

     

    Adelaide

    Il nome Adelaide ha origini germaniche e, composto da "adal", letteralmente "nobile", e "heid", ovvero "stirpe", significa letteralmente "di nobili origini". Relativamente di moda nelle scelte di onomastica dei genitori nostrani negli ultimi anni, nel 2015 questo nome è stato attribuito a 167 neonate, può essere sostituito con Ada che è la sua forma contratta.

    Quando si festeggia l'onomastico di Adelaide?

    L'onomastico di Adelaide si festeggia normalmente il 16 dicembre in ricordo della regina d'Italia che divenne imperatrice e poi reggente del Sacro Romano Impero. In alternativa, però, qualcuno preferisce ricordare santa Adelaide di Vilich e, in questo caso, gli auguri ad Adelaide si fanno il 5 febbraio.

  • Brigida (o Brigitta): origine e significato

    Il nome Brigida è abbastanza raro in Italia ma il suo derivato Brigitta è ancora meno comune. © Melissa Schalke/123rf

     

    Brigida (o Brigitta)

    I patiti di fumetti lo associano immediatamente alla sfortunata corteggiatrice di Paperon De Paperoni mentre gli esterofili appassionati di politica estera non possono non pensare a Brigitte Trogneux, la moglie di Macron il candidato alle elezioni presidenziali francesi. Ma le Brigide o Brigitte celebri sono numerosissime da Brigitte Bardot a Brigitta Boccoli, da Brigitte Nielsen fino a Bridget Jones. Nonostante gli esempi illustri non manchino, però, questi nomi non sono molto comuni in Italia e, nel 2015, Brigida è stato scelto per 18 neonate e Brigitta per appena 8 bambine. Il significato di questi nomi è lo stesso e deriva dall'irlandese Brighid, Brigid o Brigit, basato sulla radice "brigh" che significa ”forza", e dunque il suo significato letterale è “forte” o “potente”.

     

    Quando si festeggia l'onomastico di Brigida?

    L'onomastico di chi si chiama Brigida e di chi si chiama Brigitta, si festeggia normalmente il 1° febbraio, in ricordo di Santa Brigida d'Irlanda, o il 23 luglio in memoria di Santa Brigida (o Birgitta) di Svezia, patrona d'Europa.

  • Cloe: origine e significato

    Il nome Cloe ha conosciuto negli ultimi anni un incredibile successo in Italia. © sborisov/123rf

     

    Cloe

    Il nome Cloe sta conoscendo, in Italia, un successo davvero straordinario negli ultimi anni e - come conferma il contatore Istat dedicato ai nomi più gettonati nel Belpaese - nel 2015 è stato scelto per 497 bambine (tantissime rispetto alle 9 bebè chiamate così nel 2000). L'origine del nome Cloe è greca e deriva da "khloe" che significa "verde" o "giovane" e che, oltre ad indicare l'erba appena spuntata, era utilizzato per riferirsi alla dea (dei raccolti) Demetra.

     

    Quando si festeggia l'onomastico di Cloe?

    L'onomastico di Cloe si festeggia il 1° di novembre in occasione della festa di Ognissanti perché si tratta di un nome adespota che, cioè, non è portato da alcuna santa o beata riconosciuta dalla Chiesa.

  • Clelia: origine e significato

    Clelia è un nome molto caro alla letteratura e sta conoscendo una nuova fortuna in Italia. © Oksana Kuzmina/123rf

     

    Clelia

    Celeberrimo personaggio de La Certosa di Parma di Stendhal, Clelia (Conti, in quel caso) vanta - in effetti - un grande successo nella letteratura visto che è anche attribuito alla protagonista femminile de La Spiaggia di Cesare Pavese. A lungo abbastanza raro tra le scelte di onomastica dei neo-genitori italiani, anche questo nome sta conoscendo un buon successo negli ultimi anni e - nel corso del 2015 - è stato attribuito a 146 bambine. Il suo significato è ignoto anche se, secondo alcuni, deriverebbe dal greco "kleos" e dunque la sua traduzione in italiano sarebbe "gloria".

     

    Quando si festeggia l'onomastico di Clelia?

    L'onomastico di Clelia si festeggia il 3 settembre in onore della vergine Clelia, una giovane ragazza romana che - dopo essere stata data in ostaggio a Porsenna - riuscì a fuggire attraversando a nuoto il Tevere.

  • Eloisa: origine e significato

    Il nome Eloisa è ancora poco diffuso in Italia e, nel 2015, è stato scelto per appena 15 neonate italiane. © Oksana Kuzmina/123rf

     

    Eloisa

    Il nome Eloisa è ancora poco diffuso in Italia e, nel corso del 2015, è stato scelto per registrare in anagrafe appena 15 neonate. La sua origine deriva probabilmente dal nome germanico Helewidis che, poi trasformato nel francese antico Héloïse, è composto da "heil", cioè "sano", e da "wid", cioè "ampio". Il significato di questo nome, bene augurale, è quindi "di grande salute".

     

    Quando si festeggia l'onomastico di Eloisa?

    L'onomastico di Eloisa si festeggia l'11 febbraio in memoria della giovane nobildonna francese Sant'Helvisa che, rimasta vedova presto dopo una parentesi coniugale non tanto felice, si ritirò in preghiera per molti anni.

     

  • Glenda: origine e significato

    Il nome Glenda è piuttosto recente ed è stato creato nel XX secolo. © Suphakaln Wongcompune/123rf

     

    Glenda

    Il nome Glenda è un'invenzione relativamente recente visto che è stato introdotto nel corso del XX secolo dopo essere stato realizzato (ex novo) unendo i due elementi "glan", letteralmente "puro", e "da"ovvero "buono", il suo significato è dunque "buono e puro". Stabile nelle preferenze di onomastica degli italiani nel tempo, Glenda è un nome abbastanza raro e sicuramente originale.

     

    Quando si festeggia l'onomastico di Glenda?

    Dato che l'invenzione di questo nome è piuttosto recente, e quindi non è portato da nessuna santa o beata riconosciuta dalla chiesa, l'onomastico di Glenda si festeggia il 1° novembre in occasione di Ognissanti.

  • Lavinia: origine e significato

    Lavinia è il nome della moglie di Enea nell'Eneide e, relativamente raro in Italia, rimanda all'idea della purezza. © Dmitry Kovalenko/123rf

     

    Lavinia

    Il nome Lavinia ha origini etrusche e, anche se il suo significato è incerto, pare che la sua traduzione sia grossomodo "purezza". Molto amato nelle arti, il nome Lavinia indica - per esempio - la figura dell'innamorata nella commedia dell'arte ed è stato attribuito, nell'Eneide, alla moglie di Enea, Lavinia, appunto. Nelle scelte di onomastica dell'Italia contemporanea la sua fortuna è stabile e, nel corso del 2015, è stato scelto per registrare in anagrafe 467 bambine.

     

    Quando si festeggia l'onomastico di Lavinia?

    L'onomastico di Lavinia, trattandosi di un nome adespota - cioè non portato da alcuna santa né beata -, si festeggia il 1° novembre in occasione delle feste di Ognissanti.

  • Mirta: origine e significato

    Il nome Mirta è estremamente raro ma è perfetto per i neo-genitori dal pollice verde. © Inara Prusakova/123rf

     

    Mirta

    Ideale per futuri genitori che amano i nomi di fiori ma non vogliono rinunciare all'originalità a tutti i costi, Mirta è un nome di origini greche e corrisponde al femminile della parola utilizzata nell'antichità per definire la pianta del mirto. Nel 2015 questo nome è stato scelto per appena 17 neonate italiane ma la sua fortuna è evidentemente in crescita visto che l'anno precedente era stato attribuito a sole 8 bebè.

     

    Quando si festeggia l'onomastico di Mirta?

    Essendo Mirta un nome adespota, cioè non portato da nessuna santa né beata, l'onomastico di Mirta si festeggia il 1° novembre in occasione della festività di Ognissanti.

  • Sveva: origine e significato

    Sveva, in Italia, ha conosciuto un successo straordinario negli ultimi anni. © reana/123rf

     

    Sveva

    Di gran moda nell'Italia degli ultimi anni, il nome Sveva ha conosciuto un vero e proprio guizzo di popolarità e se nel 2000 era stato attribuito a 77 bebè in tutto, nel 2015 è stato scelto invece per addirittura 659 bimbe. Gli studiosi di onomastica non sono concordi sulle sue origini né, quindi, sul suo significato ma l'opinione più accreditata è che sia un "etonimo", vale a dire il nome di una popolazione (gli Svevi) poi trasformato in nome proprio.

     

    Quando si festeggia l'onomastico di Sveva?

    L'onomastico di Sveva si festeggia l'8 di settembre in ricordo della Beata Serafina Sforza (Sveva Feltria) che, dopo una vita matrimoniale piuttosto turbolenta, morì monaca clarissa.

  • Tea: origine e significato

    Il nome Tea deriva dal greco e significa "Dea". © gstockstudio/123rf

     

    Tea

    Nel corso del 2015 - riporta il contatore Istat dedicato alle scelte di onomastica dei neo-genitori italiani - il nome Tea è stato scelto per sole 79 bambine e dunque resta relativamente raro anche se la sua popolarità sta senz'altro crescendo negli ultimi anni. L'origine di questo nome risale al greco antico e lo fa corrispondere a "Thea" che significa, letteralmente, "Dea".

     

    Quando si festeggia l'onomastico di Tea?

    L'onomastico di coloro che si chiamano Tea si può festeggiare il 1° di novembre in occasione dei festeggiamenti per la giornata dedicata a Ognissanti.

Vedi anche

Annunci Google

1 Commento

Mirta è il mio preferito!!