Nomi originali: consigli (rari) per lui e per lei

Eleonora Chiais
A caccia di nomi originali per bambine e bambini? Ecco i consigli più chic (e meno inflazionati) che faranno la gioia delle future mamme e dei futuri papà.

Nomi originali per lui e per lei? I consigli sono tanti da Ada, Isa o Isotta per le bimbe fino a Otto e Zeno per i maschietti in arrivo.


Amanti dell’originalità a tutti i costi? Certamente il nome del vostro erede non potrà peccare (nemmeno lontanamente) di banalità: come fare, però? I suggerimenti in fatto di nomi originali sono davvero numerosi con consigli che vanno dai nomi medievali fino a quelli copiati dal cinema (sia per lui che per lei), dai consigli di onomastica “particolare” più in voga per bambine e bambine anno dopo anno (anche nel 2017) fino ai modi più originali di battezzare gli eredi lasciandosi consigliare dall’Antica Grecia. Ma non solo. 

Se il sogno è davvero quello di scegliere il nome più originale in assoluto ecco qualche consiglio niente affatto consueto. 

Nomi femminili originali

Per chi è pronto a diventare genitore di una bambina i consigli in fatto di nomi originali sono molto numerosi anche se le alternative più interessanti sono rappresentate dai nomi  un po’ più “chic”. Si parte da Ada, nome di origine germanica che significa letteralmente “di stirpe nobile” per proseguire poi con il - molto simile - Ida che, però, deriva da "lavoro" e significa piuttosto “grande lavoratrice”. Originalissimi anche Bice (che deriva dal più comune ma altrettanto bello Beatrice) e Tea (che, invece, deriva da Dorotea e letteralmente significa "dea") oppure Isotta, Egle o addirittura Zoe che, di origine greca, contiene nella sua etimologia l'augurio di una vita lunga e felice. 

Nomi maschili originali

La cicogna ha già spiccato il volo e porterà un fagottino azzurro? Nessun problema, anche tra i nomi maschili ce ne sono molti che spiccano per originalità. Per esempio Otto che, ben poco diffuso nel Belpaese e di origine germanica, significa letteralmente "persona potente" ma anche Zeno che, entrato ormai a pieno titolo tra le tendenze dei nomi maschili per il 2017, ha anche lui un'origine ellenica e rimanda alle persone "sacre a Zeus" dunque particolarmente care alle divinità. E poi Indro il nome di origine indiana (ma abbastanza comune anche in alcune zone dell'Italia come la Toscana) che significa letteralmente "vincente" o anche "lucente" ed esiste anche nella versione femminile Indra. Ancora un'alternativa? Certamente Furio che deriva dal latino Furius e indica una persona "colta da furore".

Copyright foto: Oksana Kuzmina/123rf

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.