Laura Boldrini cambierà l’Europa, la previsione di politico.eu

Eleonora Chiais

La presidente della Camera dei deputati inserita al quinto posto da politico.eu nella classifica delle 28 persone destinate a cambiare l’Europa. Laura Boldrini premiata per il suo lavoro per le donne e contro la violenza.
 

Laura Boldrini inserita da politico.eu al quinto posto nella classifica delle personalità destinate a cambiare l'Europa. © Kika Press


Laura Boldrini è destinata a cambiare l'Europa. Ne è certo politico.eu che, stilando la classifica delle 28 persone che avranno un ruolo importante nello sviluppo del Vecchio Continente, inserisce la presidente della Camera dei deputati al quinto posto preceduta dal tedesco Christian Lindner, il leader del Partito della libertà (Fdp) che guida la lista, dal conservatore britannico Michael Gove e dalla ministra del Lavoro francese Muriel Pénicaud.

La Boldrini, che la versione online del settimanale americano Politico definisce "la donna più odiata d’Italia", viene premiata così con un riconoscimento internazionale che evidenzia il suo lavoro a favore delle donne, contro la violenza, in aiuto dei migranti e - ultimo ma non per ultimo - di condanna contro l'odio online. Più volte bersaglio dei cosiddetti leoni da tastiera, infatti, la presidente della Camera, non ha mai cessato di battersi in prima persona per la visibilità e il ruolo delle donne in politica e nel mondo del lavoro. Un impegno che, sottolinea la testata presentando la classifica online, è passato anche dalla grammatica quando, spiega, "Ha chiesto di essere chiamata 'la presidente' e quando i membri del parlamento (maschi) hanno insistito per continuare a usare la forma maschile, ha usato una versione femminilizzata del titolo, 'la deputata', per rivolgersi a loro. 'Tutti hanno iniziato a ridere – ricorda con un sorriso -. Ma, davvero, non c’era niente da ridere'.".

E l'impegno per l'Europa non è stato da meno. A chi le chiede che cosa sarebbe la prima cosa da cambiare nell'UE, infatti, la Boldrini risponde che: "Le più urgenti sono le politiche economiche, che dovrebbero concentrarsi sulla crescita anziché sull’austerità. Questo darebbe speranza ai giovani e consentirebbe loro di fidarsi dell’Europa". Ma, aspettando che questo succeda, l'Europa dimostra di fidarsi di lei.
 

Potrebbe interessarti anche: Laura Boldrini: su Playboy il sogno erotico dei camionisti

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.