Chi è Cyntoia Brown: il caso che fa discutere le star (e non solo)

Giulia Vola

Cyntoia Brown, 29 anni, è stata condannata per l'omicidio dell'uomo che l'aveva abusata: una petizione di 100mila firme chiede la sua liberazione, le star, da Kim Kardashian a Rihanna e Cara Delevingne scendono in campo.


La vogliono libera, Cyntoia Brown, 29 anni, cittadina del Tennessee condannata all'ergastolo per aver ucciso l'uomo che, quando aveva solo 16 anni, l'aveva prima drogata e poi trasformata nel suo gioco sessuale. La vogliono libera 100mila persone che hanno firmato la petizione e le star di questa Hollywood post Harvey Weinstein. Da Kim Kardashian a Rihanna passando per Cara Delevingne, le celeb hanno prima cinguettato sui social e poi sono passate all'azione.


Il caso di Cyntoia Brown: "il sistema ha fallito"

"Il sistema ha fallito - ha postato su Twitter Kim Kardashian il 21 novembre -. Spezza il cuore vedere una ragazza vittima del traffico del sesso che ha avuto il coraggio di reagire in carcere a vita! Dobbiamo fare meglio e fare ciò che è giusto. Ieri ho chiamato i miei avvocati per vedere cosa si può fare per risolvere questo problema". Postando la frase all'hashtag #FreeCyntoiaBrown insieme a un'immagine e a un testo che più che altro è sarcastica retorica, ha spinto le colleghe a unirsi nella battaglia.

Rihanna e Cara Delevingne anzitutto che, come Kim hanno riportato il testo che riassume la storia di Cyntoia: "Immagina che all'età di 16 anni tu sia stata vittima del traffico sessuale di un pappone chiamato 'spietato'. Dopo essere stata drogata e stuprata ripetutamente, per giorni, da uomini diversi, sei stata comprata da un predatore di 43 anni che ti ha portato a casa per usarti per fare sesso. Alla fine trovi abbastanza coraggio per reagire e sparare e ucciderlo. Il risultato è che sei arrestata, processata, trattata come un'adulta e condannata all'ergastolo".


La storia di Cyntoia Brown

Era il 2004 quando Cyntoia Brown, adolescente cresciuta in una famiglia segnata dagli abusi sessuali, fu ingaggiata per fare sesso con Johnny Mitchell Allen, 43enne agente immobiliare di Nashville. L'uomo che ha ucciso, secondo quanto ha chiarito il processo, sparandogli un colpo alla nuca con una pistola calibro 40. Credendo di uscire da un incubo, ignara di essere appena entrata in un altro, a vita.

Arrestata poco dopo l'omicidio, è stata subito incarcerata e da dietro la sbarre non si è data per vinta. Ha studiato, si è laureata, è diventata una consulente del Tribunale dei Minori. Ha continuato a credere in un futuro migliore, non ostante un passato da dimenticare. Fino a quando è stata condannata all'ergastolo. Che in tanti, però, chiedono di rivalutare.

Annunci Google

Nessun commento per il momento.