La dieta delle banane: dal Giappone la nuova moda per restare in forma

Per molti anni le banane sono state escluse dalle diete, considerate troppo zuccherine ed eccessivamente ricche di carboidrati per poterne fare parte.
 

Le banane sono ottime fonti di potassio, zuccheri e minerali. © Lukas Gojda/123RF


Dal Giappone arriva un regime alimentare che ribalta tutte le convinzioni ritenute veritiere fino ad oggi: la dieta delle banane, infatti, si prepara a sbarcare sulle nostre tavole, mandando all'aria tutte le nostre certezze.

Chi promuove questo regime alimentare sostiene che mangiando almeno 10 banane al giorno si possa perdere peso velocemente e senza avvertire mai il senso di fame, perché la sazietà indotta dal loro consumo ci terrà inevitabilmente lontani dal cibo spazzatura.

Vediamo quindi gli 8 principi su cui si basano queste teorie:

1) Prima di tutto, sul fatto che le banane contengono molte fibre, quindi fanno raggiungere il senso di sazietà molto prima e più a lungo, oltre a mantenere un corretto transito intestinale. Poi, come riporta la ricerca, hanno un bassissimo contenuto di grassi: 10 banane contengono 3,9 grammi di grassi, mentre 100 grammi di prosciutto ne contengono 20: quindi, anche per un eventuale spuntino, sarebbero molto più indicate.

2) Le banane abbassano la pressione sanguigna grazie alla grande quantità di potassio che contengono.

3) Migliorano la salute delle ossa, sempre grazie al potassio. Questo elemento, infatti, aiuta a eliminare il sodio, responsabile della dispersione del calcio (fondamentale per il benessere delle ossa), tramite l'urina.

4) Sono naturalmente ricche di FOS, ovvero di fruttoligosaccaridi, nutrimento dei batteri "sani" del colon e sostanze che promuovono proprio l'assorbimento dello stesso calcio. 

5) Sono consigliate in caso di episodi di diarrea, perché, oltre ad assorbire l'acqua nello stomaco, riforniscono l'organismo di elettroliti, andati persi a causa del disturbo intestinale.

6) Sono gastro-protettori naturali, perché aumentano il muco presente nello stomaco, che fornisce a sua volta una protezione contro gli acidi

7) Aiutano a prevenire il cancro al rene. L'Internal Journal of Cancer ha condotto degli studi, secondo i quali la possibilità di sviluppare il cancro al rene diminuisce con il consumo di verdura e frutta, in particolare modo di banane. Parlando di casi femminili, pare che mangiando 4 banane alla settimana si sia ridotta del 50% l'insorgenza di questo tipo di tumore.

8) Le banane sono ricche di vitamina B6, che svolge un ruolo fondamentale nello sviluppo cerebrale durante la gravidanza ed è coinvolta anche in importanti funzioni del sistema immunitario.

Di diverso parere, però, i dietologi e nutrizionisti, che trovano in questo regime alimentare non pochi difetti: "Una dieta, per essere equilibrata, dev'essere costituita da un perfetto equilibrio di tre macronutrienti, ovvero proteine, lipidi e glucidi, ai quali vengono aggiunti i sali minerali, le vitamine, gli oligoelementi (come magnesio e fosforo, per esempio), etc. Il principio fondamentale è che una dieta equilibrata contenga almeno un grammo pro kg di peso corporeo ideale di proteine, perché queste vanno a ripristinare la quota delle cosiddette proteine plastiche, che fanno parte dei componenti strutturali dell'organismo e che vengono metabolizzate (quindi eliminate) giornalmente".

Noi sappiamo che, per esempio, i muscoli sono costituiti essenzialmente da proteine, ovvero catene di amminoacidi (tra cui una parte sono cosiddetti "essenziali", ovvero non sono prodotti dall'organismo ma devono essere introdotti dall'esterno), delle quali una quota viene metabolizzata giornalmente e dev'essere quindi reintrodotta con l'alimentazione. "Bisogna quindi fornire all'organismo ogni giorno le proteine necessarie per le cellule che vengono giornalmente metabolizzate nei tessuti labili. I vegetali sono poveri della componente proteica, quindi una dieta che prevede di introdurre quasi esclusivamente vegetali, anche se ricchi in termini calorici, non sarà mai soddisfacente ed equilibrata".

Un altro punto criticano dai nutrizionisti riguarda la varietà alimentare, per più motivi: "Non esiste una dieta equilibrata costituita da un solo fattore: questa sostanza dovrebbe essere talmente particolare da contenere troppi precursori e costituenti necessari per il mantenimento di un corretto aspetto metabolico. Inoltre, un altro aspetto da considerare, è che un regime dietetico monotono porta l'individuo a un certo livello di insoddisfazione, che potrebbe precludere il mantenimento della dieta su lungo periodo". Una dieta equilibrata, quindi, dev'essere varia, sia dal punto di vista degli alimenti introdotti, sia per non creare insoddisfazione dal punto di vista della ripetitività degli alimenti introdotti". 

Concludendo "le banane sono un ottimo frutto per molti aspetti, perché sono ricche di calorie, sono facilmente digeribili, forniscono energia prontamente disponibile e sono adatte per chi svolge attività fisica, ma da sole non possono soddisfare le esigenze dell'organismo"

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.