Jonas Carpignano con "A Ciambra" escluso dagli Oscar

Eleonora Chiais

"A Ciambra" di Jonas Carpignano non concorrerà agli Oscar 2018. La pellicola ambientata nella comunità rom di Gioia Tauro è stata esclusa dalla corsa alla statuetta come miglior film straniero.
 

"A Ciambra" di Jonas Carpignano non concorrerà agli Oscar 2018. La pellicola, selezionata tra 14 titoli italiani nella rosa dei migliori film stranieri, non rientra tra i nove titoli in lizza all'Academy Awards. © Kika Press


Jonas Carpignano e A Ciambra non sono più in corsa per i premi Oscar 2018. Dopo essere stato selezionato dalla commissione composta da Nicola Borrelli, Cristina Comencini, Carlo Cresto-Dina, Felice Laudadio, Federica Lucisano, Nicola Maccanico, Malcom Pagani e Francesco Piccolo lo scorso settembre, il film è stato escluso dalla lista delle nove pellicole straniere che cercheranno di entrare nella lista dei finalisti conquistando la nomination definitiva il prossimo 23 di gennaio.

Fine del sogno, quindi, per il resoconto del viaggio di Jonas Carpignano nel mondo rom di Gioia Tauro che aveva avuto la meglio nella rosa dei quattordici film nostrani distribuiti tra il 1° ottobre 2016 e il 30 settembre 2017 lasciando ai blocchi di partenza la concorrenza composta da Gli altri erano cuori puri di Roberto De Paolis, L'equilibrio di Vincenzo Marra, Una famiglia di Sebastiano Riso, Fortunata di Sergio Castellitto, Gatta Cenerentola di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone, Ho amici in paradiso di Fabrizio Maria Cortese, L'ora legale del duo Ficarra e Picone, L'ordine delle cose di Andrea Segre, Sicilian ghost story di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia, La stoffa dei sogni di Gianfranco Cabiddu, La tenerezza di Gianni Amelio, Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni La vita in comune di Edoardo Winspeare.

E se, all'epoca dell'annuncio, il cineasta trentatreenne cresciuto tra Roma e New York non aveva potuto nascondere l'euforia (raccontando, a La Repubblica di essere "super emozionato e a tratti sotto shock" e di non riuscire proprio "a concepire quello che sta succedendo") oggi resta comunque la soddisfazione di aver rappresentato l'Italia in questa corsa importante.

Dopo le prime esclusioni, tra cui appunto quella di A Ciambra, restano in lizza per il titolo di Miglior Film straniero il cileno A fantastic Woman, l'ungherese On body and Soul, l'israeliano Foxtrot, la pellicola libanese The Insult, il super favorito Loveless (che rappresenta la Russia), Felicité del Senegal, The Wound del Sudafrica e lo svedese The Square già premiato al Festival di Cannes 2017.

Per avere la certezza dei titoli che saranno in gara agli Oscar del prossimo 4 marzo, comunque, bisognerà portare ancora un po' di pazienza: la cinquina dei nominati finali, infatti, verrà annunciata il prossimo 23 gennaio.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.