Gianni Morandi: "I ragazzini mi indicano come l'amico di Rovazzi"

Gianni Morandi è pronto a tornare in tv con L'Isola di Pietro, una serie in sei puntate, in onda dal 24 settembre in prima serata su Canale 5.
 

Gianni Morandi con (a sinistra) Chiara Baschetti e Alma Noce. © Fabio Iovino


Gianni Morandi, 72 anni, nella fiction ambientata sull'isola di Carloforte interpreta Pietro Sereni, un pediatra vedovo, punto di riferimento di tutti gli abitanti dell'isola, che passa le sue giornate a prendersi cura degli altri in ospedale e facendo lunghe corse sulla spiaggia con il suo cane Mirto. Ma un misterioso incidente è destinato a cambiare per sempre la serenità degli abitanti.

"Nella mia vita ho fatto 7 fiction, di cui 4 con la Rai e 3 con Canale 5, è difficile ripetere quelle esperienze, speriamo portino fortuna!", esordisce il cantante di Monghidoro in conferenza stampa, che ha reso spettacolare, come suo solito, con battute e gag, "In questi 20 anni ho fatto tante cose, ho cantato soprattutto, ma non avevo ancora mai trovato la storia giusta".

Ora, però, quella "storia giusta" di cui parla è arrivata e il suo personaggio gli è stato proprio cucito addosso: "La vicenda che vedrete in tv è basata sulle mie attitudini personali: hanno inserito l'elemento del giardinaggio e della corsa anche nella fiction. Pensate: io che volevo smettere di correre, ho dovuto  invece allenarmi di nuovo. La scena ripresa con il drone che vedrete all'inizio ho dovuto farla 7 volte, effettivamente dopo ero un po’ stanco", ha scherzato il cantante. 
 

Morandi con Cecilia Dazzi e la giovane Alma Noce sul set. © mediaset uff. stampa


Immancabile la domanda su Rovazzi, il cantante con cui Morandi ha duettato con il brano Volare, che gli ha permesso di essere conosciuto (e amato) anche da un pubblico di giovanissimi. "Ho passato l'estate con tutti i ragazzini dai 6 ai 15 anni che mi indicavano come l'amico di Rovazzi", ha raccontato, "Però, penso e spero che siano tutti probabili spettatori di questa fiction. Mi ha divertito molto questa cosa. Io dicevo: guardate che io cantavo già da prima, chiedetelo alla vostra mamma, alla nonna...".

Sul prossimo Festival di Sanremo, invece, dove molto probabilmente sarà direttore artistico Claudio Baglioni (e che Morandi ha condotto più volte), Morandi ha dichiarato che "la Rai ha fatto una scelta straordinaria prendendo Baglioni, perché è una persona preparatissima, è la miglior scelta che potesse fare e sono convinto che farà un grande lavoro. Gli faccio tanti auguri". E, su una sua possibile presenza sul palco dell'Ariston insieme all'amico di sempre, è stato molto possibilista. "Sanremo? Ancora? Ma dai, ne ho fatti tanti, mi manca solo quello dopo Rovazzi, dopo la fiction… Certo, se una sera Claudio mi dovesse chiamare, magari...".

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.