Bimba azzannata da pitbull, muore a 1 anno. Indagato il nonno

Giulia Vola

Victoria, poco più di un anno, è morta nel giardino di casa a Flero per i morsi dei due pitbull con cui era andata a giocare. Indagato il nonno per omessa custodia.

I due pitbull che hanno azzannato la piccola sono stati abbattuti dai carabinieri. © Thanawat Wongsuwannathorn/123RF


La fine di Victoria, la bambina azzannata dai due pitbull e morta a poco più di un anno di vita nel giardino di casa dov’era uscita per andare a giocare con i due animali, verrà bollata da molti come una tragedia annunciata. O per lo meno prevedibile, forse evitabile.

Siamo a Flero, in provincia di Brescia, in una villetta a schiera di via XX Settembre, zona residenziale: Victoria è a casa con il nonno; la mamma, 22 anni è fuori; il papà, albanese, lavora in Germania dove ha trovato un lavoro dopo averlo perso in Italia. E, come diranno i vicini, era l’unico in grado di avere a che fare con quei due pitbull che avevano già aggredito altri cani del circondario e che i carabinieri hanno dovuto abbattere per poter intervenire sul luogo della tragedia.

Dev’essere andata più o meno così: Victoria va in giardino, come avrà fatto altre tante volte. Qualcosa, però, scatena la rabbia dei due animali che l’azzannano alla testa. Il nonno sente le urla, interviene, viene azzannato pure lui. Il resto è lacrime e sangue: Victoria che muore, il nonno che si dispera, i carabinieri che arrivano, gli spari, le sirene delle ambulanze, la madre che arriva gridando disperata.

Ricoverato in ospedale (ma non in pericolo di vita) ora il nonno dovrà affrontare l’inchiesta aperta dalla Procura di Brescia per omicidio: il sostituto procuratore Roberta Panico vaglierà la sua posizione per omessa custodia di minore.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.