Brigitte Macron, status di première dame: la Francia non ci sta

Eleonora Chiais

Il ruolo da première dame di Brigitte Macron non sarà ufficializzato: 220 mila francesi firmano online per fermare la proposta.
 

A Brigitte Macron non sarà riconosciuto "ufficialmente" lo status di première dame: la raccolta firme dei contrari sottoscritta da 220mila francesi. © Kika Press


Brigitte Macron non si avvarrà dello status di première dame o, almeno, non lo potrà fare in maniera "istituzionalizzata". A deciderlo sono stati i 220mila francesi prontamente accorsi sul sito Change.org per firmare contro la proposta dell'Eliseo. Una proposta che - rigettata dai più ma apprezzata da molti - resta, nei contorni, piuttosto fumosa.

Il presidente francese, infatti, avrebbe proposto di creare un vero e proprio status per la moglie Brigitte (e per le First Lady di Francia che la seguiranno negli anni) di modo da definire, una volta per tutte, un quadro giuridico per la figura della première dame. Una proposta, questa, che ha fatto discutere i francesi che, da un lato, hanno applaudito all'idea di attribuire uno status definito per raggiungere una maggiore trasparenza (che, stando ad alcuni esperti, comporterebbe anche un evidente risparmio di soldi pubblici) mentre dall'altro hanno fortemente criticato "l'ego smisurato" del neo Presidente.

Proprio da questa seconda fazione, quindi, è partita la raccolta firme che - lanciata dal presidente dell'associazione Egalité Nationale Thierry Paul Vallette, -  è stata dettata dalla considerazione che "non c'è alcuna ragione perché la moglie del capo di Stato possa ottenere un budget con i fondi pubblici". Vero o falso che sia le acque si sono smosse, i francesi si sono schierati e dall'Eliseo sono stati "costretti" a sedare gli animi. Lo status, riporta BfmTv, non ci sarà ma nei prossimi giorni l'Eliseo diramerà una "carta della trasparenza" per "chiarire" il ruolo di Brigitte e "fermare l'ipocrisia" di questi ultimi giorni.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.