Giornata mondiale dell'orgasmo: dal nordic lover all'italiano focoso

Giulia Vola

La Norvegia il paese che vanta più orgasmi, l'Italia uno di quelli dove sono più intensi, al Brasile lo scettro di "urlatori": ecco qualche numero su cui riflettere nella Giornata Mondiale dell'Orgasmo.  

Gli uomini raggiungono l'orgasmo il 95% delle volte, le donne si fermano al 69%. © luckybusiness/123RF


La giornata mondiale dell’orgasmo versione estiva (l’apice del piacere sessuale si celebra anche il 21 dicembre) è l’occasione per curiosare tra le lenzuola del mondo e scoprire numeri e tendenze. Per esempio per farsi una ragione del fatto che il paese dove si gode di più è la nordica Norvegia dove il 35% degli intervistati da Lelo, leader nella produzione di sex toys, dichiara di avere 1 orgasmo al giorno. Il secondo è la Svezia dove il 41% ha ammesso di avere un paio (se non tre) a settimana. Insomma, c’era una volta il latin lover oggi rimpiazzato dal nordic lover.

Dal canto loro gli italiani si consolano, focosi come si sentono: insieme a cileni e spagnoli fanno meno sesso dei nordici ma di miglior qualità (dicono). Dovendo dare un voto alla potenza del climax i voti sono stati tra i più alti assegnati. A differenza dell’Australia, dove il 2% degli intervistati ha dato 1 (su 10) alla voce della pagella "all’intensità degli orgasmi provati". Nella media gli americani, dove quasi uno su tre ha assegnato alle performance un bel 7.

E ancora: i brasiliani si sono auto-promossi “urlatori”, con quel 65% d’interpellati che hanno ammesso candidamente di accompagnare il piacere con parecchio rumore. Insospettabile (altra) medaglia d’argento ai norvegesi - dove poco meno del 40% non rinuncia a orgasmici gorgheggi vocali - e di bronzo ai croati, dove il 37.5% non lesina gemiti acuti. E i francesi? Noti per le loro performance rumorose, sostengono di esserlo solo con il proprio partner.

A proposito di moderati, insospettabile palma d’oro ai silenziosi portoghesi dove il 42%, sotto le lenzuola, preferisce i sussurri alle grida e agli illibati canadesi e tedeschi dove, rispettivamente, l’1.15% e il 2,54% degli interpellati ha ammesso di non aver mai avuto un orgasmo.

Sia come sia, nell’Italia che fa meno sesso ma lo fa di qualità - senza dimenticare che gli uomini raggiungono l'orgasmo il 95% delle volte, le donne si fermano al 69% (per invertire la tendenza leggi i consigli da Play Boy) -, è il momento dei giochi erotici di coppia con un’impennata del 300% nelle vendite di sex toys, gel stimolanti e astringenti vaginali. Parola di LoveLab, leader nella produzione di giochi e cosmetici erotici che ha specificato le regioni più hot: Liguria, Veneto, Friuli, Emilia Romagna e Marche. Così, tanto per sapersi regolare in caso vi capitasse una storia di sesso estiva.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.