Paralisi di Bell e lacrime: Angelina Jolie si confessa

Eleonora Chiais

Angelina Jolie su Vanity Fair America parla, per la prima volta, del tramonto dei Brangelina tra lo stress che le ha causato la paralisi di Bell e il desiderio di prendersi cura di sé.

Un post condiviso da Vanity Fair (@vanityfair) in data:


Angelina Jolie (la diva) ammicca - labbra scarlatte e occhi da cerbiatta - sulla copertina di Vanity Fair America, Angelina Jolie (la mamma di sei, fresca divorziata tra i veleni) si racconta nella lunga intervista concessa all'edizione americana del settimanale. E il risultato è straniante ma forte, con l'impeccabilità del personaggio da un lato e la fragilità della persona dall'altra. Ma il focus è sulla persona, una persona che ha deciso di parlare per la prima volta del divorzio da Brad Pitt (che da parte sua l'aveva già fatto su GQ) e che lo ha fatto (anche) con quell'intento di generosa condivisione che ha caratterizzato tanto la sua vita quanto la sua carriera. “Alcune volte - spiega, infatti - le donne mettono loro stesse all’ultimo posto in famiglia fino a che ciò si ripercuote sulla loro stessa salute”. E lei questo lo sa bene.

Dopo la doppia mastectomia preventiva e l'asportazione delle ovaie per scongiurare il rischio di contrarre un tumore come quello che le ha portato via l'amata mamma, Angelina - nel corso di questo annus horribilis dopo Brad - è stata colpita dalla paralisi di Bell, sconfitta - racconta - tramite l'agopuntura, e ha fatto i conti quotidianamente con un livello di stress fuori dalla norma. E poi le tristezze che, però, ha combattuto perché non inficiassero sulla vita dei bambini. "Non volevo che i miei figli si preoccupassero per me - ha spiegato ancora lei confessando, da figlia di separati, di aver passato tutta la vita a preoccuparsi per il benessere di sua madre -. Penso che sia molto importante piangere sotto la doccia e non di fronte a loro. Devono sapere che tutto andrà bene anche quando noi non ne siamo sicuri". Adesso che la situazione è migliorata lei non nasconde una punta d'orgoglio. "Mi sento molto più che una donna, perché ho messo la mia famiglia prima di tutto e sono stata responsabile della mia vita e della mia salute. Penso sia questo a rendere una donna completa".

Una donna completa e che si completa, ogni giorno, anche grazie ad una nuova vita caratterizzata dalla routine spicciola. "Sto cercando di essere una brava casalinga, di lavare i piatti, leggere le storie ai miei figli prima che vadano a letto - continua, infatti -. Ora penso solo a preparare la colazione giusta e a tenere in ordine la casa. Questa è la mia passione. Su richiesta dei miei figli, seguo un corso di cucina. Prima di andare a dormire, di notte, penso: 'Ho fatto un ottimo lavoro come mamma oggi o poteva andare meglio?'". Dunque l'accusa che è stata mossa ai Brangelina è vera? A segnare la fine del loro matrimonio è stata una condotta "troppo da star"? Assolutamente no, conclude l'ex Ragazza Interrotta"Le cose sono iniziate ad andare male, anzi no, non voglio usare quest'espressione: le cose sono diventate difficili nell'estate del 2016, ma il problema non era il nostro stile di vita da star". Basta alle illazioni, insomma, Angelina è pronta a ricominciare.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.