Marjan Jonkman, la modella troppo magra: "Non fatela sfilare"

Giulia Vola

I follower di Marjan Jonkman, modella olandese 22enne super skinny, contesa dai più grandi stilisti, sono preoccupati per la sua salute e fanno appello agli addetti ai lavori.
 

Dirty louis 🐾

Un post condiviso da Marjan (@marjanjonkman) in data:


La pelle e le ossa di Marjan Jonkman, 22enne modella olandese tra le protagoniste della settimana della moda parigina, non sono passate inosservate. I primi ad aver avuto da ridire su quel corpo che più che altro assomiglia a un giunco spigoloso, con quel giro vita di appena 58 centimetri, sono stati alcuni dei suoi 55mila (e oltre) follower su Instagram, preoccupati dall’eccessiva magrezza. Al punto che, al grido di “Fate qualcosa prima che sia troppo tardi”, si sono rivolti agli addetti ai lavori affinché qualcuno si occupi della sua salute.

Qualcuno è anche arrivato a chiedere: “non fatela sfilare se continua a mostrare un corpo così esile”. Appello inascoltato dalle passerelle che se la sono contesa ma che ora rimbalza di bacheca in bacheca, riportando l’attenzione dei media sulle modelle super skinny da un lato e il sistema moda che non fa abbastanza per invertire la rotta. “Nonostante il movimento body-positive e le rotondità comincino a comparire sui magazine femminili - scrive per esempio lo svizzero 20 minuten Fridaytalvolta abbiamo l’impressione che tutto questo sia solo una diversivo. Il mondo della moda non è destinato a cambiare e le top super skinny come Marjan sono destinate a rimanere la norma”.

Perché Marjan, caschetto biondissimo e occhi blu cerchiati da occhiaie viola, non è magra da ieri: lo scorso autunno, sempre dalle pagine della rivista svizzera, era stato lanciato l’allarme per l’aspetto “pauroso” di Marjan. Non solo: la sua pagina Instagram, denunciava il magazine, ha tutte le caratteristiche di “un inno al thigh gap”, lo spazio tra le cosce motivo di ossessione di migliaia di teenager con prevedibili risvolti poco salutari per le adolescenti che la venerano. Eppure, invece di combattere la tendenza, “da Saint Laurent a Marc Jacobs fino a Chanel, tutte le griffe si contendono Marjan Jonkman” concludeva, amaro. Ora però l’allarme arriva dai suoi follower, chissà che questa volta la moda drizzi le antenne.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.