Preservativo 4.0: i.Con, il condom wireless

Cristina Piotti

Preservativo wireless: si chiama i.Con, ed è una invenzione che permetterà non solo di misurare le prestazioni, ma anche individuare le malattie sessuali.
 

Come si mette un preservativo, se è wireless? Attendiamo di conoscere le specifiche di i.Con. © British Condoms


I.con: ecco il preservativo intelligente, in grado di misurare sia la prestazione sessuale sia di evidenziare il rischio di malattie sessuali, oltre che valutare altri parametri di salute.

Lanciato da una azienda inglese, si tratta di un piccolo dispositivo ad anello che unisce un microchip e sensori, in grado di raccogliere diversi dati durante il rapporto. Una invenzione, giura il produttore British Condoms, che rivoluzionerà la salute e la sessualità maschile. Al modico (si fa per dire) prezzo di 59,99 sterline, ovvero quasi 70 euro.

Non si tratta certo del primo condom innovativo. Ma in questo caso si parla di un vero e proprio preservativo 4.0, che mostrerà le calorie bruciate, ma anche la temperatura cutanea nel corso dell'amplesso, e un conteggio del suo andamento, frequenza e picco di piacere inclusi. Infine, il dispositivo dovrebbe includere una funziona in grado di evidenziare malattie sessualmente trasmissibili.

Una app, scaricabile su iPhone o Android, permetterà di valutare i dati che saranno scaricati su device tramite una micro USB integrata nel dispositivo, che servirà anche per ricaricarlo.

La British Condom spiega che il suo condom del futuro è comodo, non invasivo e leggero. Abbiamo già app che ci dicono quante calorie mangiamo, se russiamo, quanto camminiamo. Non resta che vedere cosa accadrà, quando sapremo esattamente cosa succede sotto le lenzuola.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.