Marco Prato sieropositivo: l'incubo serpeggia tra gli ex partner

Giulia Vola

A un mese dal processo per l'omicidio di Luca Varani, "Giallo" rivela: Marco Prato è sieropositivo. Mentre i giudici indagano eventuali risvolti legali, l'incubo di un nuovo Valentino Telluto scuote Roma.

Marco Prato e Flavia Vento ebbero una breve storia in passato: "Se Marco ha fatto quello che ha fatto, la nostra amicizia finisce qui, storia chiusa, non andrò a trovarlo neppure a Regina Coeli", disse al momento dell'arresto.


Marco Prato come Valentino Talluto? Tocca ai giudici stabilire se il giovane accusato dell’omicidio di Luca Varani insieme all’amico Manuel Foffo (reo confesso già condannato a 30 anni con rito abbreviato) fosse consapevole o meno di essere sieropositivo ai tempi dell’omicidio. I tempi in cui il trentenne studente fuoricorso all’università si era inventato pr e organizzava non solo eventi nei locali dei vip - gli ospiti erano attori, modelle e showgirl; Christian De Sica, Nadia Bengala e Flavia Vento e tanto per fare qualche nome - ma anche festini a base di sesso, droga e rock'n'roll.

La bomba l’ha lanciata un servizio del settimanale Giallo, a poco più di un mese dall’inizio del processo in corte d’Assise che chiarirà il ruolo di Prato in quel massacro che andò in scena il 4 marzo 2016 in un appartamento del Collatino, in piena periferia romana: Luca Varani, la loro vittima scelta a caso, fu drogato, seviziato e poi ammazzato con una trentina di martellate.

Ad agitare le acque di un procedimento che catturerà l’attenzione mediatica, ora ci si mette l’Aids. Ufficialmente Prato ha scoperto di essere sieropositivo in carcere, al Regina Coeli, secondo indiscrezioni, però, al momento dell’arresto, quando gli fu richiesto di barrare la casella la lasciò in bianco. Il che alimenta i dubbi dei giudici e, soprattutto, degli ex partner. Perché se l’omissione fosse confermata, i risvolti potrebbero essere legali e i contagiati un numero imprecisato, tra diretti e indiretti, come già accaduto per Valentino Telluto, dove la vittima più giovane è stata infettata ancora prima di nascere.


Copyright foto: Kika Press

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.