Vincitore Nuove Proposte Sanremo 2017: Lele vola alto

Anna Paola Bellini

La quarta serata del Festival di Sanremo 2017 ha visto incoronato il vincitore delle Nuove Proposte ed eliminati quattro tra i Big in gara. Occhi tutti puntati sull'Ariston per il gran finale.
 

Carlo Conti e Maria De Filippi durante la quinta serata del Festival di Sanremo.


Come la serata precedente, anche la quarta si apre con la sfida delle Nuove Proposte, stavolta è la finalissima. In pista quindi Leonardo Lamacchia con Ciò che resta, seguito poi da Lele con Ora mai. A cantare per terzo è Maldestro con Canzone per Federica e, infine, tocca a Francesco Giusti con Universo. Il Premio della Critica Mia Martini va a Maldestro e quello della Sala Stampa Lucio Dalla va a Tommaso Pini, precedentemente eliminato.
Il vincitore delle Nuove Proposte è Lele, che, emozionato, ringrazia la sua famiglia, Carlo e Queen Mary.
Nota che stona: nel Dopo Festival si prodiga in una simil-arringa in difesa della sua categoria di "usciti dai Talent".


Eliminati Sanremo 2017: fuori la vecchia guardia

La serata che vede in sfida i Big può quindi cominciare. Prima scena: i due conduttori sono in platea per i saluti di rito, e la spiegazione del cambio di meccanismo di voto. Il 30% del voto è deciso da una giuria demoscopica, il 40 dal televoto e il restante 30 da una giuria di esperti. Questi ultimi trovano il loro presidente nel produttore discografico Giorgio Moroder (il quale in corso di serata verrà omaggiato da una performance dance), che si trova a coordinare le decisioni di Rita Pavone, Linus, Violante Placido, Paola Genovese, Giorgia Surina, Andrea Morricone e Greta Menchi.
La serata è proseguita all'insegna della lunghezza e della stanchezza, si comincia ad avvertire che stiamo volgendo alla fine di questa edizione, il Festival è provato e ospiti e presentatori anche.  
Dopo il divertente collegamento con la sala stampa e la solita improbabile rassegna di Rocco Tanica, i due conduttori annunciano gli eliminati della serata: fuori Giusy Ferreri, Ron, Al Bano (la cui esclusione suscita i fischi della platea) e Gigi D'Alessio
La serata si conclude con la performance del vincitore delle Nuove Proposte.

Nota di (de)merito: la gag della faccia da Sanremo, in cui, Maria per prima e Carlo poi, hanno infilato in bocca una dentiera in plastica per simulare questo tipo di volto non ha raccolto grandi consensi - motivatamente.


Gli ospiti della quarta serata

Anche questa serata ha visto sfilare sotto gli occhi attenti del pubblico e della critica diversi personaggi che hanno - più o meno - intrattenuto il pubblico. In apertura una coreografia di teatro-danza dei Kitonb Project, che lasciano senza fiato con uno spettacolo di fluidità corporea e luci. Per la serie momento C'è Posta per te (come lo ha ribattezzato il web), l'ospite eroe del quotidiano di questa sera è il tenero nonno che ha perso una gamba per salvare i nipoti il 14 luglio durante l'attentato a Nizza
Tra gli ospiti "occasionali" orbita anche uno fisso: è Maurizio Crozza che si presenta nelle vesti di sondaggista, non entusiasmante. Prima "simil-valletta" della serata Marica Pellegrinelli, la statuaria moglie di Eros Ramazzotti ha un'aria da studentessa che ha studiato a fondo la parte, ma teme di strafare: è lei a premiare la sezione giovani. Seconda simil-valletta (rinchiusa in un abito che non le rende giustizia) Antonella Clerici, che calca il palco dell'Ariston in occasione della presentazione di Standing Ovation, nuovo show musicale in onda sulla Rai da venerdì 17 febbraio. 
Il più atteso degli ospiti però arriva verso fine serata: è Virginia Raffaele nei panni di una Sandra Milo un po' pepata, che è divertente, ma delude. Ci si aspettava di più, magari un personaggio più attuale.
Gli ultimi due ospiti della serata sono Luca Zigaretti, che promuove una nuova appassionante stagione di Montalbano, e il Dj tedesco Robin Schulz. Neanche il suo ritmo riesce a rimontare il morale di una serata troppo lunga che si spegne lentamente.


Sanremo 2017: ospiti della quinta serata

Ed eccoci quindi arrivati alla vigilia della serata finale: tutti pronti quindi a scoprire il Big vincitore di questa 67esima edizione del Festival della Musica italiana. 
Se l'attesa cresce per conoscere il numero uno, al momento accontentiamoci di spulciare un po' in scaletta e passare in rassegna gli ospiti della quinta serata
A Crozza, ormai ospite fisso, si aggiungeranno, ad allietare la finale sanremese, Zucchero ed Alvaro Soler che si esibiranno in delle performance canore, Enrico Montesano e Geppi Cucciari - il cui compito sarà di ravvivare platea e telespettatori, lo chef stellato - e onnipresente - Carlo Cracco e le protagoniste della serie rai C'era una volta studio uno, Alessandra Mastronardi, Diana Del BufaloGiusy Buscemi. A chiudere i Ladri di carrozzelle e la coppia Paolo Vallesi e Amara.


Le pagelle della redazione 

Ron: Voto 4.5. Non trascina neanche stasera e a tratti risulta anche noioso. 

Chiara: Voto 6. Canta bene, la sua voce è pulita, ma la passione dov'è?

Samuel: Voto 6,5. Ha il merito di aver portato un po' di modernità sul palco dell'Ariston, ma la canzone ricorda un po' troppo la sua ultima hit. 

Al Bano: Voto non pervenuto. Si veda il commento di Crozza. 

Ermal Meta: Voto 7. Il cantante conferma il suo charme di serata in serata. 

Michele Bravi: Voto 6. La voce è pulita e l'espressività forzata (a tratti al limite dell'inquietante), ma l'interpretazione non arriva.

Fiorella Mannoia: Voto 8. La dama rossa sbaraglia tutti in eleganza, interpretazione e carattere.

Clementino: Voto 6. La canzone non è male, lui si è sciolto ogni sera di più e arriva quindi alla sufficienza.

Ludovica Camello: Voto non pervenuto. Look e interpretazione da commedia musicale d'altri tempi, ma non adatta a Sanremo.

Gigi D'Alessio: Voto 4. Sta cercando di modificare il suo stile e apprezziamo lo sforzo, ma c'è ancora qualche aggiustamento di voce da fare.

Paola Turci: Voto 7. Elegante, forte e determinata. Il carattere unito alla voce e all'interpretazione di un brano visibilmente sentito le fanno meritare più della sufficienza.

Marco Masini: Voto 4. La voce piace, ma non trascina risultando a tratti noioso. 

Francesco Gabbani: Voto 9. Interpretazione e show con la scimmia sono stati uno dei momenti più simpatici della serata. 

Michele Zarrillo: Voto 4. La voce c'è, ma svecchiamo le canzoni!

Bianca Atzei: Voto 6. Voce piena, canzone smielata, ma la lacrimuccia alla fine le fa meritare la sufficienza.

Sergio Sylvestre: Voto 6,5. La voce del gigante buono conquista in ogni caso

Elodie: Voto 6. Sempre a suo agio, la sua voce morbida non stanca.

Fabrizio Moro: Voto 5.5. Più che appassionato sembra arrabbiato, anche troppo.

Giusy Ferreri: Voto 4. La canzone non è male, ma nei live ci sono note a cui non arriva e si ostina a voler raggiungere con tonalità non particolarmente gradevoli.

Alessio Bernabei: Voto non pervenuto. Ma la canzone come si chiama? 

Copyright foto: Kika Press 

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.