Programmi tv - I medici: il cinema in prima serata su Rai 1

Giulia Vola

"I Medici - Masters of Florence", la serie tv che debutta su Rai 1 il 18 ottobre interpretata da Dustin Hoffman e Richard Madden, sfida le grandi produzioni internazionali. 

Cosimo De' Medici (Richard Madden) è il protagonista della prima serie di I Medici - Masters of Florence. © Rai.it

I Medici debuttano in tv e trasformano il piccolo in grande schermo. O almeno ci provano. Perché I Medici - Masters of Florence, la serie tv che il 18 ottobre sbarca su Rai 1, in prima serata, promette bene fin dalla sigla, Reinassance, il brano interpretato da Skin e scritto ad hoc da Paolo Buonvino. Anzi, firmata da Nicholas Meyer e Frank Spotnitz - una delle menti di X-Files -, interpretata da Dustin Hoffman e Richard Madden (oltre ai giovani talenti nostrani Guido Caprino, Miriam LeoneAlessandro Preziosi e Sarah Felberbaum), ambientata tra Firenze, Montepulciano, Siena, Tivoli e Roma in pieno Rinascimento, non ha nulla da invidiare alle grandi produzioni internazionali e nemmeno al cinema. D’altra parte, come faceva notare il Wall Street Journal qualche giorno fa, l’industria televisiva italiana si sta (ri)svegliando. 

Per farlo ha pescato dal fascino degli intrighi di potere di cui l’Italia vanta un ampio carosello dalla notte dei tempi: ora sono quelli della famiglia De' Medici, il 21 ottobre saranno quelli della Città del Vaticano, con The Young Pope, la serie firmata da Paolo Sorrentino e interpreta da Jude Law nelle vesti di Papa Pio XIII.           

Tra scenografie e costumi sfarzosi, vanno in scena i complotti e le morti misteriose, le passioni e gli amori impossibili delle prime 8 puntate de I Medici - Masters of Florence tese a raccontare l’ascesa di Cosimo de' Medici (Richard Madden), rampollo di quel Giovanni (Dustin Hoffman) che ha fatto della banca di famiglia una potenza e viene misteriosamente ucciso (l’assassinio è una libertà che si sono presi gli autori per aggiungere alla storia l'immancabile thriller).

Cosimo intuisce ben presto che gli interessi di famiglia costano cari e che difenderli significa sacrificare se stessi. Una lezione che dovranno imparare anche i protagonisti dei capitoli successivi: Piero (Alessandro Sperduti), il figlio di Cosimo e Lorenzo de’ Medici, il nipote, passato alla storia come Lorenzo Il Magnifico.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.