Jackson Millarker: a modern family il bambino transgender

Cristina Piotti
Transgender bambini: in Italia, una realtà sconosciuta al grande pubblico. La scelta di Modern Family, la serie americana, di inserire un protagonista transessuale giovane, è seguita con interesse.

Il primo bambino transgender in una serie tv: è Jackson Millarker in Modern Family.


Jackson Millarker è il primo bambino transgender chiamato a recitare in una serie tv: Modern Family. Giunta alla sua ottava stagione, è da sempre un prodotto televisivo che ha cercato di parlare ai suoi telespettatori di amori contemporanei, famiglie allargate, coppie lontane dal modello tradizionale.

E il cast storico della rete Abc, si apre ora ad un attore bambino apertamente transessuale: secondo i media americani il primo della storia a comparire in una serie televisiva, Jackson Millarker. Annunciato al mondo nel modo più moderno (e social) che ci sia, una foto postata su Instagram dal direttore del montaggio e regista Ryan Case. La serie, anche se viene trasmessa sotto forma di finto documentario, non pretende di insegnare specifici valori o portare avanti battaglie per i diritti di qualche minoranza, ma indirettamente lo ha sempre fatto, senza dimenticarsi il compito primario, divertire. Il risultato? Il successo. Nel tempo, ha collezionato 77 nomination agli Emmy, per un totale di 22 premi vinti.

Il giovane protagonista, secondo le indiscrezioni, vestirà i panni di Tom, un amico di Lily Tucker-Pritchett, interpretata da Aubry Anderson-Emmons. Lily lo inviterà a casa e lo presenterà ai sui genitori gay, Eric Stonestreet e Jesse Tyler Ferguson, orgogliosi di quello che credono essere un chiaro segnale dell’apertura mentale della figlia. Ma, ovviamente, la situazione che i due si troveranno a gestire sarà più complessa. Perché per quanto antiche o moderne possano essere, le famiglie sono sempre fonte di guai. Soprattutto in una sit-com.

Copyright foto: Kikapress

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.