Giornata mondiale della fisioterapia (con Beatrice Vio testimonial)

Cristina Piotti
Dalle Paralimpiadi 2016 ai cartelloni promossi in tutta Italia, Bebe Vio collabora con l’Associazione Italiana Fisioterapisti, per sensibilizzare contro gli abusivismi.

La scherma ha reso famosa Bebe Vio, atleta paralimpica.


Al via la campagna di sensibilizzazione dell'Associazione Italiana Fisioterapisti (Aifi) in occasione della Giornata Mondiale della Fisioterapia, con un messaggio chiaro e semplice ("scegli il fisioterapista giusto") e una testimonial d’eccezione, Beatrice Vio, campionessa mondiale di fioretto individuale paralimpico. 

Bebe Vio, come la conoscono i suoi fan, compare sorridente e rilassata sui cartelloni della campagna, ma in questi giorni è lontana da casa: sta partecipando alle 15esima edizione dei Giochi Paralimpici di Rio de Janeiro, inaugurati in Brasile il 7 settembre, fino al 18 settembre. La schermidora in carrozzina è una delle atlete di punta della spedizione azzurra, ma non dimentica le campagne di sensibilizzazione, cui tiene sempre molto. In questo caso si dichiara vicina agli specialisti che, a causa della sua condizione, fanno parte della sua realtà di atleta paralimpica. 

A promuovere l’evento in tutto il mondo è la Wcpt (World Confederation for Physical Therapist), con lo scopo di spiegare ai cittadini di ogni dove l’importanza del ruolo del fisioterapista, evitando abusi e truffe. Per questo in Italia circola quest’anno lo slogan #LeManiGiuste: "Il fisioterapista è un professionista che lavora in moltissimi ambiti della riabilitazione”, ha spiegato Mauro Tavarnelli, Presidente di Aifi. “Ma spesso il cittadino non lo sa. Per esempio, può andare dal fisioterapista anche per prevenire il mal di schiena; oppure se ha problemi di incontinenza, il fisioterapista può aiutarlo. E questo può farlo mettendosi in mani sicure, ovvero, un fisioterapista 'giusto' perché legalmente riconosciuto, quindi laureato e competente".

In tutta Italia, si susseguono le iniziative, che vanno dalle visite gratuite in Calabria alla raccolta fondi per Amatrice promossa nel Lazio, dalla promozione con materiale informativo in Liguria e Lombardia alla Puglia, che per festeggiare la giornata deciso che saranno piantate delle piante di ulivo nei centri di riabilitazione dell’associazione.

Copyright foto: Bebe Vio / Facebook

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.