Juste la Fin du Monde: Xavier Dolan a Cannes conferma il suo talento

Eva Carducci
Xavier Dolan affascina e divide il pubblico di Cannes, ma ad ogni modo con Juste la Fin du Monde il giovane regista conferma il suo grande talento.

Xavier Dolan, Léa Seydoux e Marion Cotillard hanno presentato il film Juste la Fin du Monde al Festival di Cannes 2016.


A soli 27 anni non è un più un enfant prodige, è la consacrazione di un talento unico per la sua generazione. Il regista dell’acclamato Mommy, presentato due anni fa al Festival di Cannes, in giuria invece lo scorso anno, ha portato alla sessantanovesima edizione di Cannes il film Just the end of The World ovvero, è solo la fine del mondo. 

Protagonista del film è Louis (Gaspard Ulliel), scrittore affermato al termine della sua vita a causa di una malattia terminale, che ritorna a casa dopo dodici anni d’assenza. Il film racconta appunto la sua storia, e della sua tormentata riunione con i propri cari, fatta di tensioni e dubbi, non solo di amore. Nel cast anche Marion Cotillard, Léa Seydoux, Vincent Cassel e Nathalie Baye.

L’impostazione teatrale della messa in scena non impedisce una performance di grande cinema, un’esplosione incontrollata di sentimenti, che consacrano Dolan nell’olimpo dei grandi cineasti.
Un film però che ha diviso la critica, un’affermazione che non ha sorpreso più di tanto il regista, che ha commentato: “A Cannes è normale che i film dividano. Leggo spesso tutte le recensioni, ne ho viste alcune molto positive. Non mi lascio inquietare da questo, perchè è un film di cui vado molto fiero e che considero il migliore fra quelli realizzati fino ad oggi”

È effettivamente un film molto personale, in cui i primi piani sono dominanti, in modo da entrare maggiormente in empatia con i personaggi: “ho preferito optare per i primi piani perchè volevo essere vicino agli attori. Quando racconto una storia voglio farlo in maniera lineare e completa e in Juste la fin du monde mi sembra di essere arrivato a questo risultato, perchè gli attori si muovono all’unisono. Ho imparato dagli errori fatti in precedenza”.

Xavier Dolan è stato osannato anche dai suoi attori, in particolar modo Léa Seydoux: “ha un modo unico di lavorare Xavier, è preciso e sa cosa deve chiedere agli altri. Ti sprona a dare il massimo, e sono molto orgogliosa di aver avuto la possibilità di lavorare con lui”.

Il film arriverà in Italia, distribuito da Lucky Red, presumibilmente per la fine del 2016.

Copyright foto: Kika Press

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.