Vincitore Festival di Sanremo 2016: a sorpresa ecco gli Stadio

Eleonora Chiais

La finale di Sanremo 2016 consacra gli Stadio, Francesca Michielin seconda e solo terzi i super favoriti Iurato-Caccamo. Il sipario cala sul palcoscenico dell'Ariston tra Roberto Bolle, Renato Zero e Cristina D'Avena. 

 

Vincitore Festival di Sanremo 2016: gli Stadio primi relegano Francesca Michielin al secondo posto.


La finale di Sanremo 2016 si apre sulle note di Amen e si chiude su quelle di Un giorno mi dirai degli Stadio decretati i vincitori di questa edizione numero 66. Un’edizione che sarà ricordata negli annali della kermesse canora per la sua stretta attualità, tra temi contemporanei e nastrini arcobaleno, per l‘ironia di Virginia Raffaele, per la bellezza di Madalina Ghenea e per la bravura di Carlo Conti che, alla sua seconda prova sul palco dell’Ariston, ha dimostrato di essere capace di superare se stesso. Anche nella finale. 

Cristina D'Avena scatena a suon di cartoni il pubblico della finale.

Una finale che, dopo l’esibizione della Nuova Proposta Francesco Gabbiani, si è spostata a New York per un collegamento – tecnicamente piuttosto difettoso – con Il Volo, terzetto mattatore dell’edizione 2015. Poi via alla gara vera e propria, con l’atteso ripescaggio di uno dei cinque big esclusi dalla corsa al titolo di vincitore. A salvarsi per merito del pubblico è, a sorpresa, Irene Fornaciari che, pur essendo capace di scalzare nelle preferenze dei telespettatori gli ormai definitivamente esclusi Bluvertigo, Dear Jack, Zero Assoluto e Neffa, nella classifica finale conquisterà poi l’ultimo posto (il sedicesimo, dopo a Dolcenera – posto numero 15 -, Alessio Bernabei e, udite udite, Valerio Scanu che chiuderà la sua corsa sanremese al quattordicesimo piazzamento). 

Roberto Bolle primo super ospite della serata finale.

Ma per adesso siamo solo all’inizio. E l’inizio è segnato dai super ospiti, in primis Roberto Bolle a torso nudo sulle note dei Queen e subito raggiunto da Virginia Raffaele che – per l’ultima serata – sceglie di imitare se stessa lanciandosi, per altro, in un (invidiato) balletto con lo scultoreo special guest sulle note de La notte vola di Lorella Cuccarini. La gara continua e tocca a Francesca Michielin (introdotta da Fiorello, voto 6), poi al poco convincente Alessio Bernabei (voto 4) e quindi al fenomeno Clementino che si merita un 8 dopo l’introduzione di Salvatore Esposito, il Genny Savastano di Gomorra. Dopo un trascurabile siparietto di Gabriel Garko tocca quindi ad un altrettanto poco convincente Patty Pravo (voto 3) presentata, però, da Loredana Bertè. E ancora. Lorenzo Fragola (ottimo, voto 9) e Noemi (voto 8) preparano il palco per il secondo super ospite, quella Cristina D’Avena capace di trascinare - sulle note dei cartoni - il pubblico a casa e in teatro. E mentre ancora ci si scatena dalla prima all’ultima fila ecco un altro gioiello di questa (quasi) esemplare finale, Elio e le Storie Tese vestiti da Kiss (trucco incluso) con i loro sette ritornelli di Vincere l’odio. Una meraviglia, voto 9. 

Elio e le Storie Tese in versione Kiss (trucco incluso).

Lo spettacolo, però, deve continuare e tocca ad Arisa (9 anche per lei), seguita da Annalisa (perfetta, voto 10) e quindi dal terzo ospite Renato Zero che, con Il Triangolo no e Mi vendo fa letteralmente scatenare la platea. E la danza continua con Rocco Hunt (voto 8), con Dolcenera che – dopo l’introduzione dei prossimi colleghi di The Voice – Raffaella Carrà, Emis Killa e Max Pezzali – conquista un bel 7 prima di lasciare il posto a Enrico Ruggeri (che si merita un 6), Valerio Scanu (nemmeno sufficiente, voto 5) e quindi a Irene Fornaciari. Stop e stop pure al televoto ed ecco prontamente comunicata la parte bassa della classifica (visto che, per definire il podio si procede con un secondo televoto). 

Ultimissimi posti per Valerio Scanu (13esimo), Alessio Bernabei (14esimo), Dolcenera (15esima) e per la (16esima) Irene Fornaciari di poco preceduti da Elio e le Storie Tese (12), Annalisa (11), Arisa (10), Rocco Hunt (9), Noemi (8), Clementino (7), Patty Pravo (6), Lorenzo Fragola (5) ed Enrico Ruggeri in quarta posizione. Si riaprono le votazioni per il podio e, dopo un attimo, ecco le medaglie: oro per gli Stadio con Un giorno mi dirai, argento per Francesca Michielin e bronzo per Giovanni Caccamo e Debora Iurato. Ringraziamenti, applausi e cala il sipario su questa edizione numero 66.     

Copyright foto: Kika Press 

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.