Cuissardes mania: lo stivalone è moda

Eleonora Chiais

Da Dior a Saint Laurent, da Moschino a Versace: la mania dell’Autunno/Inverno sono gli stivali cuissardes da interpretare secondo il proprio stile (e da indossare con coraggio e grinta).


Per Moschino i cuissardes saranno l'accessorio di tendenza per l'Autunno/Inverno in versione rock.

 

Nell’Autunno/Inverno delle fashioniste esplode la cuissardes mania e il gambale dell’accessorio must have si allunga a dismisura diventando un vero e proprio capo d’abbigliamento. Riservato alle più coraggiose in fatto di outfit e stile, d’altra parte, questa scarpa altissima (ma dal tacco rigorosamente flat - almeno nella sua versione daily - per scongiurare l’esagerazione) è stata tra le protagoniste più applaudite delle ultime passerelle stagionali e, nelle capitali della moda, è stata additata come la nuova tendenza in fatto di scarpe e affini. 

Emilio Pucci propone i cuissardes in versione optical (molto anni Sessanta).

Una tendenza che, ovviamente, non si può dire originalissima giacché – come le fashion victim ricordano bene – con i (famigerati) cuissardes si è già avuto modo di cimentarsi con alterne fortune appena tre stagioni fa – correva l’anno 2012 e gli stivali altissimi erano considerati must assoluto – oltre che, naturalmente, al momento della loro prima apparizione negli anni Sessanta. Cosa è cambiato da allora? 

A spiegarlo ci pensano i catwalk e le griffe che, da Dior a Moschino passando per l’immancabile Donatella Versace, ripropongono questa scarpa tendenza che fa un po’ Jane Fonda in Barbarella e un po’ (sexy) Gatta con gli stivali. Pronte ad assumersi il rischio di assomigliare al felino podista più amato dalle fiabe? Nessun problema allora: per voi c’è solo l’imbarazzo della scelta. 

Altissimi e provocanti i cuissardes in vernice di Donatella Versace.

Secondo Donatella Versace, infatti, i cuissardes sono second skin – meglio se pitonati e super taccati, per Moschino, invece, gli stivali hanno un’anima pop rock e – malgrado i tacchi ancora altissimi – svelano una portabilità inaspettata. E ancora. Dior li immagina in stampe psichedeliche (come, d'altra parte, fa anche Emilio Pucci), Ermanno Scervino li propone in versione bon-ton e Saint Laurent (grazie alla fantasia di Heidi Slimane) vira verso il fetish con un paio di stivaloni in vernice nera. 

Un tripudio di eccessi e interpretazioni, dunque, che lascia alle amanti del genere la possibilità di spaziare tra stili diversi senza allontanarsi dalla tendenza di stagione. Pronte a provare?

Copyright foto: Imaxtree.com

Annunci Google

Nessun commento per il momento.