Rimedi naturali per il raffreddore: ecco i più efficaci [VIDEO]

Per chi non vuole o non può ricorrere a farmaci, ci sono diversi rimedi naturali per sconfiggere il raffreddore, per molti una sgradita costante dei mesi autunnali e invernali.
 


Molti di questi rimedi naturali contro il raffreddore sono solo dei palliativi con poca efficacia, ma altri possono invece offrire un aiuto significativo a debellare questo fastidioso disturbo. 
 

Il metodo della nonna

Tra questi rimedi, uno in particolare viene ritenuto molto efficace. È facilissimo da preparare: serve solo del sale grosso, un paio di rametti di timo e un flaconcino di olio essenziale di eucalipto. Fate bollire in una pentola l'acqua con un pugno di sale, perché l'acqua calda decongestiona e dilata i vasi sanguigni. Spegnete il fuoco e mettete il timo in infusione, insieme a 4 gocce di olio essenziale. Aiutandovi con un asciugamano, inalate i vapori per una decina di minuti. Ripetete ogni giorno.
 

Infuso di zenzero e limone

Questa bevanda è considerata molto efficace perché unisce le proprietà antibatteriche e anti infiammatorie dello zenzero, note da secoli, ai benefici della vitamina C contenuta in abbondanza nel limone. Attenzione, però: l'infuso di zenzero e limone è sconsigliato in caso di problemi cardiaci e ipertensione. Per preparare un infuso contro il raffreddore, bisogna spellare la radice, tagliarla in pezzetti (rondelle o cubetti, non fa differenza) e metterla a bollire in acqua per 7-8 minuti. Quando si spegne il fuoco, aggiungere il succo di un limone spremuto. Se la consistenza non dà fastidio, si può anche grattugiare lo zenzero, farlo bollire e poi berlo insieme all'acqua. Oltre ad agire sui brividi di freddo caratteristici del raffreddore (ha un'azione termotecnica, quindi produce calore), sui dolori alle ossa e alle articolazioni, l'effetto combinato di calore e azione antinfiammatoria favorisce l'apertura delle vie respiratorie per dilatazione dei vasi sanguigni, favorendo quindi la fluidificazione e l'espulsione del muco.
 

La tisana di tiglio

Tra le tisane, la più consigliata è quella di tiglio, che si acquista in erboristeria o nei negozi di prodotti naturali. Questo tipo di trattamento è indicato soprattutto se, insieme al raffreddore, si presenta anche la febbre: grazie all'effetto termogenico di questa bevanda, aumenta la sudorazione e la febbre si abbasserà in modo assolutamente naturale. Un ulteriore beneficio della tisana di tiglio è che ha un effetto rilassante su tutto il corpo: se consumata prima di andare a letto, aiuta ad addormentarsi. 
 

Il miele, un evergreen

Per liberare le vie respiratorie, spesso intasate a causa del raffreddore, è molto utile il miele. In caso di raffreddore è preferibile quello di eucalipto, perché ha forti proprietà balsamiche e decongestionanti. Si può utilizzare sciogliendolo direttamente in una tisana o nel latte caldo, oppure assumerne un cucchiaino di caffè ogni mattina, finché persiste il malessere. Se al raffreddore si associa anche il mal di gola, andrebbe preferito il miele di Manuka, che ha importanti funzioni antibatteriche. 
 

Massaggi balsamici con olio di eucalipto

Non sottovalutate i massaggi sul petto con elementi balsamici, che aiutano a far defluire il muco e a liberare le vie respiratorie, spesso intasate. Per effettuare questo trattamento serve dell'olio essenziale di eucalipto: bastano 4 gocce da rilasciare in una ciotola, dove bisogna sciogliere a bagnomaria un po' di burro di karitè. Bisogna eseguire movimenti lenti e circolari sul petto, fino a totale assorbimento. Come alternativa, si possono versare, nella vasca piena di acqua bollente, 5-6 gocce di questo olio essenziale.


Copyright video: Magazine delle Donne

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.