Dermatite: tipologie e cura

Cristina Piotti
Possono esserci molti tipi di dermatite, dovute a differenti cause. Dalle allergie ai microbi, dovute allo stress oppure a fattori esterni. Ecco come distinguerle.

Dermatite, può essere da contatto, da stress, atopica e molto altro. Come distinguerle?


Dermatite, una definizione molto generica che nasconde problemi diversi. In linea generale infatti, parliamo di una infezione della pelle dovuta a differenti fattori.

Cos'è

Una infiammazione, che genera prurito, come sintomo ricorrente. A seconda del tipo di dermatite, poi, avremo rossore, vesciche, bolle e altri sintomi. Come prima cosa, quindi, quando ci si trova di fronte a questo problema, è necessario andare dal medico, magari uno specialista in dermatologia, per capire di quale di tratta, così da trovare una cosa.

Le varie tipologie

Slo lo specialista è in grado di distinguerne i diversi tipi. Ad esempio c'è la dermatite da contatto, con prurito, vesciche e desquamazione nell'area dove si è venuti in contatto con qualcosa cui si è allergici. Simile è la quella da stress, che però è causata da una origine psicofisica. La dermatite atopica è invece una malattia frequente nel neonato e del bambino, con prurito e arrossamento in zone diverse del corpo, dove la pelle diventa secca e ruvida: si tratta di una forma di eczema che può colpire anche l'adulto. La dermatite seborroica è invece caratterizzata da chiazze eritematose ricoperte da squame grasse e giallastre su viso, cuoio capelluto e torace. C'è anche quella da pannolino, legata all'uso del pannolino nel neonato e di origine batterica o micologica.

Diagnosi e cura

Per arrivare a diagnosi e cura lo specialista di solito prende in considerazione una attenta anamnesi del paziente, cui si unisce una serie di esami specifici, per capire quali sono i fattori caratterizzanti. Poi a seconda della tipologia, si potrà procedere alla scelta dei trattamenti, che possono prevedere farmaci, creme lenitive, prodotti per la cura del corpo che riducano al minimo le irritazioni.

Copyright foto: Fotolia

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.