Aumentare l'autostima? Ci pensa il nostro coach

Cristina Piotti
Aumentare l'autostima, mettersi in gioco, trovare il modo di cambiare in meglio la propria vita. Il formatore Giancarlo Fornei, noto come il "coach delle Donne", aiuterà le lettrici del Magazine delle Donne nel complesso mondo della crescita personale.

Aumentare l'autostima? Ci pensa il nostro coach Giancarlo Fornei.


Aumentare l'autostima, credere nelle proprie capacità, fare un percorso di crescita personale, imparare a comunicare al meglio, nelle relazioni interpersonali e in pubblico. Troppi buoni propositi per un solo anno? Non è detto, soprattutto quando ci si può affidare al nostro esperto, Giancarlo Fornei, formatore motivazionale, scrittore e mental coach, autore di un blog dedicato al Coaching per Donne. Che in futuro ci aiuterà, scrivendo per il Magazine delle Donne qualche trucco e tanti consigli, per tutte.

Cos'è un coach motivazionale?

Un coach è una “guida”, una sorta di mentore che aiuta le persone a sviluppare le potenzialità che hanno già dentro di sé o, laddove non ve ne siano, a individuare quelle più utili a raggiungere gli obiettivi posti. Vi sono almeno due tipi di percorsi: il primo prevede di iscriversi a scuole specifiche che formano la persona e l’aiutano a diventare un coach life, sport, business, o altro. L’altro, più lungo e impegnativo (quello che ho scelto io) passa attraverso un percorso di vita e di crescita professionale che parte, inevitabilmente, dall’essere esperto in qualche cosa.  

Cosa significa che sei un esperto di coaching per le donne?

Quando nel 2003 ho iniziato a fare coaching, in Italia non vi era questa netta distinzione tra farlo con donne o uomini. A mano a mano che le mie esperienze aumentavano, mi rendevo sempre più conto di come uomini e donne avessero modi di comunicare, relazionarsi, risolvere i problemi e fare le cose completamente diversi. Se questo era vero (ci sono tantissimi studi scientifici a confermarlo), era necessario formare le donne in maniera diversa. Esperto del settore? Forse perché faccio formazione e coaching quasi esclusivamente con le donne da oltre otto anni…

Perché a una donna servirebbe un coach per aumentare l'autostima?

Tutti abbiamo bisogno di un coach che ci guidi. Che ci aiuti a crescere, migliorarci, a sviluppare le nostre potenzialità. Ho sempre pensato che le donne abbiano maggiori capacità di noi maschietti e, se ci mettessero impegno, ci batterebbero in molti campi. Solo che sono proprio loro, le prime a non crederci, ad avere dubbi. Una donna con un’autostima forte e le giuste convinzioni che la sorreggono, è in grado di confrontarsi alla pari in qualsiasi campo e con chiunque.

Come funziona?

Giancarlo Fornei, il coach che aiuta le donne ad aumentare l'autostima.

Non esiste un percorso tipo adatto per ogni persona. Proprio perché ogni donna è diversa e vede il mondo attraverso la propria mappa mentale, quello che può andar bene per una non è detto che vada bene per un’altra. Una sessione di coaching media si aggira intorno all’ora e mezza. Il numero delle sessioni è giust’appunto calibrato sugli obiettivi che la persona si pone. In base a loro, si studia il percorso migliore, che potrebbe andare da una sola sessione a dieci o anche più.

Cosa succede nella sessione?

Un buon coach ascolta con attenzione e poi aiuta a vedere le cose da prospettive diverse. Con me ci si deve aspettare di agire tantissimo, di compiere delle azioni ogni giorno. Come premetto sempre alle persone che vogliono lavorare con me: "Se stai cercando qualcuno che ascolti passivamente i tuoi lamenti, stai sbagliando professionista: il prete è quello giusto e tra l’altro, non ti costa nulla".

Un consiglio per il 2016?

Non ci sono mai anni solamente positivi o negativi. Tutte le cose, come gli anni, hanno degli aspetti positivi e altri negativi (e viceversa). La differenza la fa sempre il nostro modo di vedere le cose. Prima di giudicare un evento negativo, cambiate posizione e provate ad analizzare e vedere la cosa da un punto di vista diverso. Se guardo al 1999, anno in cui ho avuto ben tre infarti cerebellari, dovrei etichettarlo come negativo; ma se cambio posizione, scopro che in quell’anno la mia vita è cambiata, e in meglio.

Donne: punti di forza e debolezza?

La forza è la grande capacità di mettersi in gioco, in discussione. Le donne non hanno alcun timore a chiedere aiuto a chi è più bravo e preparato di loro. La debolezza maggiore è invece nella parola “autostima”, troppo spesso sotto i maestosi tacchi. Se è vero che ad annientare l’autostima femminile contribuisce in buona parte l’uomo, è altrettanto vero che le donne ci mettono del proprio, affossandosi definitivamente da sole, con le proprie convinzioni limitanti.

Trucchi d'emergenza per una crisi d'autostima?

Uno strumento tanto banale quanto favoloso è il mantra! Una sorta di piccola preghiera con la quale ripetiamo a noi stessi una frase positiva e potenziante. Per esempio: “Io mi amo e mi piaccio per quello che sono e la mia autostima cresce ogni giorno di più”. Se mi ripeto il mantra ogni ora e in qualsiasi momento in cui nella mia mente spuntano i pensieri negativi, li blocco sul nascere e siccome la mente umana non può fare due cose contemporaneamente, la obbligo a pensare in positivo. E la mia autostima cresce. Prevenire è meglio di curare.

Come imparare ad apprezzarsi?

Ognuno di noi (in determinati momenti della vita) vorrebbe essere qualcun altro, ma non è possibile. Ognuno di noi è, a suo modo, unico, con delle intelligenze e delle caratteristiche particolari. Laddove Madre Natura non ci ha dato la bellezza ci ha regalato sicuramente qualche altro dono (e viceversa). Accettarsi per quello che si è (pregi e difetti compresi) è il primo passo per apprezzare se stessi. Il secondo passo (del tutto umano) è quello di ambire a un miglioramento.

Cosa ci possiamo aspettare da te, sul Magazine delle Donne?

Un linguaggio semplice, diretto e infarcito di consigli pratici. Forse banali, ma al tempo stesso efficaci, perché hanno già aiutato centinaia e centinaia di altre donne (e anche qualche maschietto). Lungi da me la pretesa di “salvare” tutte le donne del mondo, ma se con i miei articoli riuscissi a farne tornare anche una sola a sorridere, a credere maggiormente in se stessa, non sarebbe un grande obiettivo da perseguire?

Copyright foto: Fotolia

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.