Contrazioni preparatorie: come sono e quanto durano?

Eleonora Chiais
Come riconoscere le contrazioni e quanto durano? Sono dolorose? Ecco come sono per non farsi trovare impreparate.

Le contrazioni preparatorie "allenano" l'utero alle contrazioni del parto e si possono presentare fin dalla 27esima settimana di gravidanza.


Cosa sono le contrazioni preparatorie? La risposta è chiara: si tratta dell’attività avviata dall’utero quando inizia a prepararsi per l’espulsione del feto. Come riconoscere le contrazioni, però, da quelle false (o contrazioni di Braxton Hicks) e da quelle del parto? Ecco come sono.


Quanto durano le contrazioni preparatorie?

Le contrazioni preparatorie si presentano fin dalla 27esima settimana di gravidanza e hanno il compito di “preparare”, appunto, l’utero a quei movimenti che saranno necessari per l’espulsione del feto al momento del parto. Si differenziano da quelle finali perché si possono presentare molto tempo prima della fine della gestazione e perché hanno una durata limitata nel tempo (generalmente non più di 30 secondi ciascuna) e si manifestano a intervalli irregolari.

Le contrazioni preparatorie sono dolorose?

Ogni gestante reagisce in modo diverso ma, generalmente, le contrazioni preparatorie non sono dolorose e, anzi, la loro flebile intensità fa in modo che molte donne non se ne accorgano nemmeno. Tra l’altro, a differenza delle contrazioni del parto, la loro intensità resta invariata e quindi non tende ad aumentare con il passare del tempo. 

37esima - 39esima settimana di gravidanza: contrazioni pre parto

Quando i movimenti dell’utero si presentano tra la 37esima e la 39esima settimana di gravidanza, invece, è necessario stare più attente perché – anche se non sono regolari e non particolarmente dolorose – segnano che l’utero si sta preparando al parto. In questo caso, quindi, si tratta di segnali da non sottovalutare: se durano a lungo nel tempo, quindi, meglio prendere contatti con il proprio medico. 

Copyright foto: Gajus/123rf

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.