Cistite in gravidanza: cosa fare

Elena Bianchi

La cistite in gravidanza è un disturbo estremamente comune. Scopriamo insieme come comportarsi quando si è colpite da questa patologia.
 

Cosa fare in caso di cistite in gravidanza. © Suriyapong Thongsawang/123RF


Cause della cistite in gravidanza

La cistite è un'infiammazione acuta o cronica della vescica che, a volte, può colpire anche i reni. È un disturbo molto diffuso tra le donne a causa di motivi fisiologici (uretra più corta rispetto a quella maschile), ai quali durante la gravidanza si aggiungono altri fattori come la modificazione ormonale che comporta una diminuzione del tono dell’uretere e un rallentamento del flusso dell’urina.
 

Cistite e gravidanza: sintomi

I sintomi della cistite in gravidanza sono essenzialmente una difficoltà nella minzione, che risulta più lenta, accompagnata da dolore, bruciore e sensazione di svuotamento incompleto della vescia che porta ad avvertire il bisogno di urinare più spesso. In alcuni casi (non molto frequenti) si può riscontrare perdita di sangue nelle urine o, al contrario, la presenza di un’infezione batterica priva di sintomi.
 

Prevenire la cistite in gravidanza

Per prevenire l’insorgere di questo disturbo bisogna bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno in modo da favorire la diuresi. Si consiglia, inoltre, l’utilizzo di biancheria intima in cotone, di urinare ogni qual volta se ne ha bisogno (senza trattenersi), urinare dopo ogni rapporto sessuale ed evitare saponi intimi aggressivi.
 

Rimedi per la cistite in gravidanza: i farmaci da prendere

Ai primi sintomi di cistite in gravidanza rivolgersi al vostro ginecologo in modo da poter effettuare degli esami delle urine e un’urinocoltura.  Di norma anche nel caso della cistite in gravidanza è possibile contrastare questo disturbo con un breve ciclo di antibiotico che non avrà effetti collaterali per madre e feto. In ogni caso, prima di assumere medicinali è sempre bene consultare un medico. Una volta guarite, inoltre, consigliamo di effettuare un’urinocoltura una volta al mese fino alla fine della gravidanza per allontanare il rischio di complicanze.
 

Rimedi naturali

Oltre ai rimedi farmacologici si può contrastare (e prevenire) la cistite in gravidanza con i rimedi naturali. Fra i rimedi omeopatici che vanta più efficacia nel contrastare questo disturbo troviamo il Cantharis, utile soprattutto in caso di dolore al momento della minzione e sanguinamento, il Berberis, se il dolore è a livello renale e della vescica e il Thuia che è utile in caso di irritazione delle mucose grazie alla sua azione lenitiva.

Per quanto riguarda i rimedi preventivi consigliamo di assumere delle tisane a base di uva ursina e mirtillo rosso che purificano l’organismo e stimolano la diuresi.


Attenzione: le schede “salute” sono a puro scopo informativo; non possono essere considerate come esaustive e devono essere sottoposte a verifica. In nessun caso queste informazioni possono sostituire una visita medica. Per diagnosticare o curare una malattia è indispensabile consultare un medico. Il Magazine delle Donne non potrà essere ritenuto responsabile delle conseguenze che risultano dalla consultazione delle schede “salute”.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.