Calendario mestruale: come funziona

Cristina Piotti

Calendario mestruale online, oppure su carta: l’importante è prendere nota del procedere del proprio ciclo. Un dato estremamente importante per la propria salute, che si calcola semplicemente via app.
 

Calendario del ciclo mestruale: un tempo era cartaceo. Oggi bastano un pc o il cellulare. © Andriy Popov / 123RF


Calendario delle mestruazioni: fino a qualche anno fa la definizione era letterale. Agendina o calendario, si segnava con una crocetta rossa il giorno d’inizio ciclo, sbagliando regolarmente a ipotizzare il successivo, qualora non si fosse regolari. Oggi bastano un pc e un’app, anche se nulla vieta di tornare ai vecchi metodi. L’importante è seguire, mese per mese, lo stato di questo importante indicatore della salute femminile.


Calendario del ciclo: calcolo delle mestruazioni

Come calcolare il ciclo mestruale, per prima cosa. Si tratta infatti di una conoscenza importante, a prescindere dalla scelta di usare uno strumento che lo calcolerà per noi. È bene ricordare infatti che il ciclo, in media, dura 28 giorni. Infine, per comprendere la durata, quindi se anche il proprio ciclo dura 28 giorni, si deve contare dal primo giorno di comparsa del flusso fino al giorno che precede il successivo sanguinamento. Se il ciclo è regolare, l’ovulazione comprare il quattordicesimo giorno (ma ci sono tanti metodi per calcolarla).
 

Calcolo del ciclo: i vantaggi

Il calcolo del ciclo mestruale annuale è quindi fondamentale. Prendendo nota di inizio e fine, inizierà a comprendere se ci sono delle variazioni stagionali, se il proprio corpo risponde magari allo stress o ad una vacanza aumentando o diminuendo la durata del ciclo (ecco cosa fare in caso di irregolarità). Insomma, una chiara idea del proprio ciclo aiuta a comprendere il proprio corpo e a segnalare al medico eventuali anomalie: per questo è bene mostrare al ginecologo il proprio calendario mestruale, specie in presenza di qualche variazione significativa. Si tratta di dati importanti anche per gestire i vari aspetti della sindrome premestruale, che esiste e si può curare. Infine, avere sotto mano i dati del proprio ciclo aiuterà quando si cercherà una gravidanza, perché sarà utile per individuare i giorni fertili.


Calendario del ciclo mestruale online

Il calendario del ciclo, dalla carta all'online: esiste oggi più di un programma per il calcolo del ciclo mestruale, in grado di individuare con notevole approssimazione quando arriverà il prossimo ciclo mestruale. Basta digitare su un motore di ricerca “Calendario del ciclo mestruale online” per approvare sui siti di numerose famose aziende produttrici di assorbenti e tamponi vaginali, che aiuteranno a calcolare la prossima mestruazione inserendo tre semplici dati: la data inizio dell`ultimo ciclo, di quanti giorni è il tuo ciclo mestruale (o quanti giorni passano tra un ciclo e l’altro, di solito) e infine quanti giorni durano le mestruazioni.


App del ciclo mestruale

Il calendario del ciclo mestruale via app, però, è probabilmente l’idea migliore. Agile e veloce, si tratta di uno strumento che ha letteralmente trasformato la vita di molte donne, ed è in grado, se usato con costanza, di predire con ottima approssimazione l’avvicinarsi del ciclo anche ad una donna che si credeva irregolare. Il calcolo del ciclo mestruale è il punto forte di Clue, una delle utile nate, disponibile gratuitamente per Android e iOS. Così come Flo Calendario Mestruale, all’apertura, che fin dall’avvio distinguerà un calendario creato da una donna che cerca una gravidanza e una che vuole invece unicamente tracciare il ciclo mestruale. Molto simile anche Calendario del ciclo, in grado di evidenziare le irregolarità del tuo ciclo mestruale. Tra le più note e apprezzate c’è poi Il mio calendario mestruale, in grado di memorizzare molti dettagli sul ciclo, con promemoria legati alla contraccezione. Un po’ come Period Tracker, che volendo registra anche temperatura corporea, disturbi e ovulazione.


Calendario delle mestruazioni: giorni fertili

Il calcolo del prossimo ciclo, parlando di app, non è tutto: sono molte quelle che, accanto al calendario delle mestruazioni, offrono uno strumento molto amato dalla donne che cercano una gravidanza e usano l’app per avere un’idea naturale ma scientificamente determinata dei proprio giorni fertili, ipotizzati su calcoli statistici, ovviamente: come Pink Pad Period, che avvisa dell'arrivo del periodo fertile, oppure Maya Tracker, che permette anche un backup dei dati. Altro che carta e penna.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.