Spotting premestruale: cos'è?

Cristina Piotti

Spotting prima del ciclo: ecco cos'è e quali sono le cause dello spotting premestruale.

Spotting premestruale o gravidanza? La comparsa del sanguinamento ha ragioni diverse. © Elizabeth Crego / 123RF


Lo spotting premestruale è il termine che indica piccole perdite ematiche vaginali, che possono verificarsi principalmente tra un ciclo e l’altro. 

Cos'è lo spotting premestruale

Lo spotting prima del ciclo è un fenomeno comune tra le donne incinte, ma anche le donne non in stato di gravidanza, tra una mestruazione e l’altra. Si tratta di piccole perdite marroni, non comuni, ma neppure eccessivamente preoccupanti. Ha diverse cause, per indagare le quali è bene rivolgersi al ginecologo. 

Cause dello spotting premestruale

Le cause dello spotting possono essere una alterazione ormonale, dovuta a stress (una delle principali cause dello spotting tra un ciclo e l’altro), menopausa, disturbi alimentari, inizio della pillola. Oppure, a livello, organico, può indicare la presenza di cisti ovariche, vaginiti, fibromi

Durata

Se la causa è lo stress, la durata dello spotting premestruale è di solito di pochi giorni, episodici. Se invece le cause sono altre, non è facile sapere quanto duri. Se il disturbo si ripete, è fondamentale segnarsi periodo e durata dello spotting, dati da riferire al medico. 

Spotting con pillola

Lo spotting si verifica anche in un caso su dieci di donne che iniziano ad usare la pillola come contraccettivo ormonale.

Spotting e gravidanza

In caso di gravidanza si può verificare una sorta di falsa mestruazione: si tratta di piccole perdite di sangue legate al’impianto dell’embrione.

Per saperne di più: Spotting: da impianto o premestruale? Le cause

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.