Piante sempreverdi: scorci rigogliosi tutto l'anno

Giulia Vola
  • Ecco quali sono le piante che vi assicurano quattro stagioni di angoli rigogliosi. Di sempreverdi ce n'è per tutti i gusti: arbusti, siepi a fiore e con le bacche. 

    Le splendide macchie sempreverdi dell'iperico regalano fiori di un giallo intenso.


    Iperico

    Noto per le sue svariate proprietà officinali, l'iperico è una delle sempreverdi più indicate per abbellire il vostro balcone già arredato da piante e fiori. In primavera regala meravigliosi fiorellini gialli a forma di stella, in autunno le foglie si tingono di rosso e cadono ma il ricambio è così rapido da non lasciare mai i rami sguarniti. Esposto al sole regala fioriture abbondanti. Va bagnato con moderazione quando il terreno risulta asciutto.  

    Copyright foto: Fotolia
  • Elleboro (o Rosa di Natale)


    L'elleboro, conosciuto anche come la Rosa di Natale, fiorisce in inverno.


    L'elleboro è il sempreverde ideale per avere balconi e giardini fioriti anche d'inverno: noto anche come Rosa di Natale, fiorisce da dicembre a marzo e regala angoli rigogliosi per tutto il resto dei mesi dell'anno. Da sapere: la sua posizione ideale è in penombra, non teme il gelo (sopporta temperature inferiori ai -15°C), ha bisogno di terreni umidi ma teme i ristagni d'acqua. 

    Copyright foto: Fotolia
  • Oleandro: fiori, profumo e zero fatica


    Facile da far crescere, fiorito (e profumato) d'estate: ecco il sempreverde oleandro.


    L’oleandro è la pianta sempreverde che tutti i balconi dovrebbero avere: richiede poche attenzioni e regala grandi soddisfazioni. Da giugno a settembre con le macchie di petali che vanno dal rosa al porpora passando per il bianco, e sprigionano un profumo gradevole e intenso. Durante il resto dell'anno con un'elegante arbusto dalle foglie allungate. Da sapere: ama l'esposizione diretta dei raggi del sole, ha bisogno di pochissima acqua ma va protetto con l'arrivo dei primi geli.  

    Copyright foto: Fotolia
  • Ligustro: ideale per siepi urbane


    La siepe del sempreverde ligustro raggiunge anche i 3 metri di altezza.


    Il ligustro è ideale per creare (urbane) siepi sempreverdi. La pianta, infatti, non patisce l'inquinamento né il freddo, preferisce il sole ma sta bene anche all'ombra, raggiunge anche i tre metri di altezza e regala sorprese: tra maggio e giugno si ricopre di piccolissimi fiori bianchi molto profumati che, in autunno, lasciano il posto a bacche nere.

    Copyright foto: Fotolia
  • Le (impenetrabili) macchie dell'Agazzino

    L'agazzino o Pyracantha, l'arbusto sempreverde dalle bacche rosse e gialle.


    L'agazzino o pyracantha è il sempreverde ideale per siepi impenetrabili dalle originali macchie di colore: munito di lunghe spine acuminate, in primavera produce una miriade di profumati fiori bianchi, a forma di stella che in autunno lasciano il posto ai piccoli frutti a grappolo, commestibili, che spesso rimangono sui rami fino alla primavera successiva. Da sapere: quelli della varietà Red Column sono rossi, mentre quelli della Soleil d'Or, gialli; in generale l'agazzino preferisce il sole ma resiste a tutte le esposizioni (mal che vada la crescita sarà più lenta), non teme il freddo, l'inquinamento o la salsedine e ha bisogno di poca acqua.

    Copyright foto: Fotolia
  • Viburno: fiori bianchi e bacche "rouge-noire"


    Il viburno regala deliziosi fiori bianchi a ombrello e raffinate bacche quasi "rouge noir".


    All’inizio dell’estate il viburno esplode in una miriade di fiori a ombrello, di colore bianco panna che in autunno lasciano il posto a decorative bacche rosse via via più intense fino a raggiungere sfumature rouge noir, quasi nere. Di basse pretese, il viburno cresce bene sia in posizioni soleggiate che in semi-ombra, non teme il freddo e ha bisogno di poca acqua

    Copyright foto: Fotolia
  • Agrifoglio: bacche e fiori


    In primavera le bacche dell'agrifoglio (femmina) lasciano il posto a fiorellini bianchi o rosati.


    D'inverno regala scorci di un verde intenso macchiati dal rosso delle bacche che in primavera lasciano il posto a fiori dal bianco al rosato: l'agrifoglio (ma solo l'esemplare femminile perché il maschio non produce bacche) è il sempreverde che (volendo) raggiunge fino ai dieci metri di altezza, perfetto per arredare il vostro balcone. Da sapere: solo le foglie giovani sono munite di spine acuminate, cresce senza problemi sia al sole sia all’ombra, ha bisogno di poca acqua e sopporta temperature fino a -15°C. L'importante è assegnargli, fin da subito un vaso abbastanza capiente che non implichi un rinvaso per almeno alcuni anni. 

    Copyright foto: Fotolia
  • I tappeti fioriti della Pervinca


    La pervinca crea meravigliosi tappeti fioriti di bianco, rosa e azzurro.


    La pervinca, che nel linguaggio dei fiori simboleggia il ricordo, è il sempreverde che nei mesi estivi regala meravigliosi tappeti di piccoli fiori bianchi, rosa e azzurri. Da sapere: predilige la semi-ombra, così da ricevere i raggi del sole nelle ore più fresche della giornata; va bagnato quando il terreno risulta asciutto facendo attenzione a evitare i ristagni d'acqua.

    Copyright foto: Fotolia
  • L'eleganza disordinata del Corbezzolo


    Le siepi di corbezzolo assicurano intense macchie di colore tutto l'anno.


    Il corbezzolo, o Arbutus unedo - dal latino "unum edo", ne mangio uno solo, riferito alle bacche dal sapore poco piacevole - è il sempreverde che cresce come un arbusto disordinato e proprio per questo cattura l'attenzione. D'inverno regala piccoli fiori bianchi, a campanula, riuniti in grandi grappoli che in autunno lasciano il posto a bacche gialle e rosse da mangiare con moderazione - ricche di tannini, possono risultare irritanti - e solo al momento della maturazione. Da sapere: il corbezzolo ama il sole, non teme il gelosi accontenta di poca acqua

    Copyright foto: Fotolia
  • Lauroceraso: siepi compatte e profumate


    Il lauroceraso regala siepi compatte e assai profumate in primavera.


    Il lauroceraso è l'arbusto sempreverde dalla chioma fitta e lucida, di un verde sfumato che a metà primavera regala profumatissimi fiori a pannocchia di colore bianco. Perfetto per il vostro balcone, non richiede particolari attenzioni, ama l'esposizione in pieno sole ma cresce bene anche in semi-ombra, ha bisogno di poca acquanon teme il freddo e si ammala raramente. 

    Copyright foto: Fotolia

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.