Giardino pensile: istruzioni per un meraviglioso prato sospeso

Giulia Vola
Un giardino pensile al posto di un terrazzo di cemento è un'investimento che dà i suoi frutti: ne guadagna l'estetica del vostro appartamento, significa risparmiare in bolletta, respirare aria più sana e sentire meno rumori. 

Per un giardino pensile estensivo, di sola erba, sono sufficienti 16 centimetri di altezza e i carichi di peso sono contenuti.


Trasformare il vostro terrazzo in giardino pensile è un sogno alla portata, un investimento po' caro all'inizio ma in grado di ripagarvi con il tempo. Certo, magari non verrà come quello dell’antica Babilonia, che 590 anni prima di Cristo entrò a far parte delle Sette Meraviglie del mondo antico, tuttavia vi regalerà infinite soddisfazioni. Perché un fazzoletto di prato verde tutto per voi, la dove c’era il cemento, non ha prezzo. Migliora la vostra vita, quella dei vostri familiari, quella degli altri condomini e quella della vostra città. Ne sanno qualcosa nella Grande Mela dove i roof garden regalano panorami mozzafiato a piedi nudi nel parco, o nei paesi del Nord Europa dove i tetti foderati d'erba non sono solo pittoreschi ma decisamente utili nel catturare e trattenere la poca luce di sole.

Come fare un giardino pensile

Prima di iniziare a sognare il vostro giardino pensile, tuttavia, è bene verificare alcune cose con l’aiuto di esperti (architetti o ingegneri). Anzitutto vanno accertate le condizioni del solaio che dev’essere abbastanza resistente, in secondo luogo va prevista l’altezza del giardino pensile che varia a seconda del tipo di drenaggio e dello spessore del pacchetto verde e deve considerare anche l'ingombro del massetto di pendenza, dell'isolamento e della guaina bituminosa.

Tetti verdi: i vantaggi

Dettagli tecnici a parte, il giardino pensile è un’opzione interessante non solo da un punto di vista estetico ma anche energetico, anzitutto. Il primo dei vantaggi che potrete constatare, infatti, è l’isolamento termico che, tradotto, significa bollette più contenute grazie al fatto che d’inverno i termosifoni saranno più bassi e d’estate il condizionatore resterà spento. 
Ma non solo, perché il giardino pensile, in virtù dell’effetto fonoassorbente del terreno, attutisce i rumori, ovviamente migliora la qualità dell'aria che respirate e contribuisce a trattenere parte del pulviscolo atmosferico. 

Estensivo o intensivo?

Dalla teoria alla pratica, prima di cimentarvi nell’impresa, considerate che un giardino pensile ha bisogno di voi e delle vostre cure, o in alternativa, di quelle di un giardiniere. Perciò, la prima operazione da fare (ottenuti i rilievi degli esperti) è valutare se vi accontentate di un sistema estensivo, ovvero leggero, economico e a bassa manutenzione, che prevede un manto erboso alto al massimo 16 cm e pesi contenuti, o puntate a un sistema intensivo che, a sua volta, si distingue in intensivo leggero e pesante.  

Il primo, infatti, è quello che comunemente s’intende a proposito di giardino pensile: oltre a prato e fiori (lo spessore è al meno di 24 cm) può ospitare le radici di alcuni arbusti e persino di alcuni alberi e - spazio permettendo - permette di progettare persino viali, sedute e laghetti. Anche se di solito non interessa le soluzioni domestiche, c’è poi l’opzione giardino pensile intensivo pesante, solitamente pensato per la copertura dei garage interrati e prevede uno spessore minimo di 30 cm. Non va dimenticato, infine, il sistema inclinato, una scelta originale per un giardino pensile tra i più complessi che somma alle consuete difficoltà l’esigenza di stabilizzare la struttura, metterla in sicurezza e agevolare lo smaltimento regolare delle acque.

Per aiutarvi nella vostra scelta (laddove abbiate possibilità di scelta), immaginate che tipo di vegetazione vorreste nel vostro giardino pensile e considerate le esigenze caso per caso. L’esposizione al sole anzitutto: per fare qualche esempio, i gigli e alcuni rampicanti hanno bisogno di avere la chioma al sole e le radici all'ombra. Necessità che può essere soddisfatta prevedendo per esempio una felce (a basso sviluppo) per mantenere fresco il terreno. Insomma, un giardino pensile non è solo un sogno possibile ma anche utile e dilettevole per far ben all'ambiente. 

Copyright foto: Fotolia

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.