Pranzo della Befana: ricette dal primo al dolce

Anna Paola Bellini

Cosa portare in tavola per il giorno della Befana? Scopriamo insieme come deliziare i nostri commensali il 6 gennaio, giorno che saluta tutte le feste.

Il pranzo dell'Epifania conclude il periodo delle feste natalizie. © rawpixel /123RF

L’Epifania tutte le feste porta via sì, ma bisogna saperlo fare con stile. Per chiudere al meglio la carrellata di pranzi, pranzetti, cene e aperitivi che notoriamente accompagnano il periodo a cavallo tra dicembre e gennaio vi proponiamo delle sfiziose idee per portare in tavola il giorno della Befana un gustoso pranzetto – senza troppo sforzo – per salutare al meglio le feste appena trascorse.

Ricette per l’Epifania 

Il menù del 6 gennaio può variare da regione a regione, o anche a seconda delle tradizioni familiari, una cosa è però certa non può mancare per decorare la tavola con stile del carbone (possibilmente dolce) che ricordi che anche i più buoni durante l’anno commettono qualche peccatuccio.

Lasagne per tutti i gusti 

Se l’antipasto può variare dal piatto di salumi e fromaggi accompaganto da crostini di pane o focaccia a una torta salata, per quanto riguarda il primo i più sono concordi: è la lasagna la regina della tavola.
Ma se gli anni passano lasciando inalterato il calore familiare, in cucina preferiamo il cambiamento, quindi invece della solita lasagna che ormai ha fatto il suo tempo (restando comunque un must, sia ben chiaro) possiamo sbizzarrirci nelle preparazioni più svariate. Le lasagne ai porri e salmone ad esempio sono un piatto fantasioso, non troppo complicato, ma soprattutto golosissimo.
La preparazione non è difficile, il procedimento è lo stesso di una tradizionale lasagna al forno: si prepara la salsa besciamella (o in alternativa si può utilizzare la panna), si fanno rosolare il salmone e i porri e si unisce il tutto. Ciò fatto le lasagne vanno poi assemblate alternando pasta e condimento avendo cura di lasciare da parte della besciamella per la copertura. Quando il piatto è composto spolverizzare con il parmigiano grattugiato, infornare per 20 minuti a 180° e voilà ottenuto un piatto goloso che saprà stupire – piacevolmente -  i vostri ospiti. 

Se a tavola, invece, preferite un piatto vegetariano, niente paura, le lasagne vegetariane ricotta e verdure sono una vera tentazione anche per i più carnivori! Come al solito il procedimento non varia, stavolta però a fare da farcia alla nostra pasta saranno ricotta, besciamella, salsa di pomodoro e verdure grigliate (rigorosamente di stagione). 

Cosa mangiare all’Epifania: i secondi 

Per quanto riguarda i secondi piatti invece, si usa andare sulla carne, preferibilmente di maiale. Come per le lasagna anche in questo caso le preparazioni sono le più svariate, però nel caso in cui abbiate deciso di servire un primo sostanzioso è meglio non presentare in tavola un secondo altrettanto importante. Suggeriamo quindi un semplice arista di maiale da soffriggere con olio, carota e sedano in pentola e cuocere in seguito in forno avendo cura di girarlo di tanto in tanto e di tirarlo con il vino a metà cottura. A questo secondo possono essere abbinate le verdure più diverse, dai broccoli di Natale, alle patate, dai piselli a una semplice e fresca insalata

La calza della Befana 

Siamo quindi guinti al dolce. La calza della Befana è una tradizione e allora perché non giocare sul dono della simpatica vecchina? Divertitevi a creare del biscotti a forma di calza o un semplice pan di Spagna farcito con crema di nocciole a froma di calza della Befana, sarà un modo simpatico e divertente per concludere un ottimo pasto.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.