Cipolla: in agrodolce o caramellata?

Giulia Vola
Tanto semplici quanto sfiziose che siano in agrodolce o caramellate, le cipolle fanno da contorno o piatto a sé: ecco come ottenere il meglio. 

Contorno di carni, pesci e formaggi, le cipolle caramellate o in agrodolce sono garanzia di successo.


Cipolla in agrodolce

Cipolle rosse, di Tropea o cipolline, quelle servite in agrodolce sono un contorno sfizioso dal sapore delicatamente aromatico, sono perfette per accompagnare secondi piatti di carne e di pesce ma anche per guarnire gustose bruschette di pane casereccio. Facili e veloci da preparare, basta farle rosolare qualche minuto insieme al burro e  qualche chiodo di garofano o rosmarino (da eliminare a fine cottura), quindi lasciarle sobbollire insieme all’aceto balsamico, allo zucchero un po’ d’acqua. Infine regolarle di sale e un pizzico di pepe. 

Cipolla caramellata

Deliziose come contorno, originali per guarnire secondi piatti di pesce e di carne (dai brasati agli hamburger ce n’è per tutte le tasche e tutti i palati), come per accompagnare una selezione di formaggi, le cipolle caramellate sono una delizia semplicissima da preparare. A parte le cipolle (le migliori in questo caso sono quelle di Tropea), l'olio, lo zucchero e l’acqua, l’unico ingrediente necessario è la pazienza dal momento che dovranno cuocere per circa mezz’ora in un tegame. 

La ricetta dello chef Davide Oldani

In occasioni speciali e per i più sofisticati, si può sempre ricorrere alla ricetta (cult) della cipolla caramellata con salsa al Grana Padano dello chef Davide Oldani, assecondando la sua "filosofia POP” in fatto di cucina. Semplice ma non semplicissima, prevede che le cipolle vengano cotte a vapore per una ventina di minuti, che lo zucchero sia cristallizzato, che il Grana Padano sia preparato in due salse (una calda e una fredda) e che il tutto sia assemblato in una forma di pasta sfoglia e poi cotto in forno per una ventina di minuti. Lungi dall’essere un contorno, questa ricetta è un capolavoro di “cucina leggera ma gustosa, sana ma varia, semplice ma sorprendente”, per usare le parole del suo inventore.

Copyright foto: Fotolia

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.