Prezzemolo: come usarlo con salse, sughi, primi e secondi

Giulia Vola
Insieme ad aglio e olio è un condimento (quasi) universale: dalla carne al pesce passando per funghi e verdure, ecco come usare il prezzemolo in cucina.

Dai funghi trifolati alle insalate di mare, passando per primi piatti e carne: lo sposo è sempre il prezzemolo.


Il prezzemolo è il piacione della cucina: sta bene con (quasi) tutto al punto che si fa prima a dire dove è meglio non metterlo: nel gelato (anche se, ovviamente, esiste un gelato al prezzemolo). Insaporisce carni, pesci, verdure e funghi, dà vita a salse e creme, è l’ingrediente principe del bagnetto verde, di molti sughi e decora quasi tutte le portate. Insomma, per la serie non fatevi problemi, nel dubbio è bene averne sempre qualche rametto in frigo. 

Salse, sughi e condimenti

Un antipasto fuori dal comune e d’effetto è composto dalle capesante su crema di prezzemolo: una ricetta originale che dona al piatto un mix di colori. Un più tradizionale porta in tavola le alici marinate in una salsina a base di prezzemolo, aglio e olio. Stessi ingredienti - olio, aglio e prezzemolo - sono la base del condimento per le spadellate di cozze, vongole e cannolicchi; per l’insalata di polpo, quella di totani e dell’aringa in pinzimonio (a cui va aggiunto il limone); per le verdure grigliate o spalladellate (soprattuto carciofi, melanzane e zucchine), per i funghi trifolati e per il pesce fritto (soprattutto latterie e sardine), lessato o cotto in forno. Da non sottovalutare la salsa di prezzemolo tritato (per questo anche noto come pesto) insieme a pinoli, succo di limone, olio, aglio: semplice e saporita darà un tocco in più a carne e pesce.    

Primi piatti al sapore di prezzemolo

Ottimi primi piatti perfetti per tutte le stagioni sono gli gnocchi con prezzemolo e gorgonzola e i conchiglioni ripieni di ricotta e prezzemolo spolverati di pecorino. Decisamente più estivo è il pesto alternativo per condire la pasta, composto da basilico, prezzemolo, salvia, rosmarino, menta, i consueti agli e olio evo e qualche pomodorino secco. Un grande classico sono gli spaghetti olio, aglio, prezzemolo e peperoncino; mentre almeno una volta nella vita bisogna assaggiare gli spaghetti con bottarga, olio, scaglie di pecorino romano e prezzemolo.  
 

Prezzemolo nei secondi di carne 

Non può mancare nelle polpette ed è prezioso tanto nelle frittate quanto nelle torte salate e nelle quiches (provate quella prezzemolo e ciopollotti: vi conquisterà con la sua saporita delicatezza). Gli straccetti di tacchino (o pollo) con prezzemolo, limone e parmigiano sono adatti a tutti i palati mentre il salmone al cartoccio con prezzemolo e noci è un secondo ad effetto dal sapore deciso. Per una vinaigrette dal gusto agrodolce provate a unire il succo di un limone, 60 ml di olio evo, 1 cucchiaino di miele e un mazzetto di prezzemolo tritato: le mille declinazioni del prezzemolo non hanno confini. 

Copyright foto: Fotolia

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.