Cenone di Capodanno: il menù della buona fine e il buon principio

Giulia Vola
  • Quello afrodisiaco per la coppia e quello per i bambini, quello della cena in piedi e quello a tema, quello vegetariano, vegano e senza glutine: il cenone di Capodanno è servito in dieci proposte selezionate per voi.

    Il cenone di Capodanno è servito: proposte per tutti i gusti e palati.


    Per il cenone di Capodanno c’è poco da scherzare: cominciare l’anno nuovo sazi e soddisfatti è già un ottimo inizio, e si sa che chi bene inizia è a metà dell’opera. 

    Il tradizionale cenone prevede che in tavola arrivino portate saporite e propiziatorie tra cui non può mancare il cotechino o lo zampone (la differenza sta nell’involucro dell’insaccato) con le lenticchie. L’abbinamento è noto, le origini forse un po’ meno e allora vale la pena fare una veloce ripassata. 
    Se l’abitudine di mangiare l’insaccato risale al 1500, per le lenticchie bisogna scomodare agli antichi Romani che già duemila anni fa, se le regalavano con l’augurio che si trasformassero in monete d’oro. Per questo ancora oggi si dice che più se ne mangiano, più si guadagnerà. 

    E ancora, sempre rifacendosi alla tradizione, il cenone prevede un primo a base di riso (i chicchi, come le lenticchie, simboleggiano l’abbondanza) dovrebbe terminare con la frutta secca, il pandoro, il panettone e per i più scaramantici con l’uva, per cui anche qui si deve scomodare il passato. “Chi mangia l'uva per Capodanno conta i quattrini tutto l'anno”, recita il proverbio che affonda le sue origini nella tradizione contadina delle vigne: se il viticoltore era riuscito a conservare un po’ dell'uva raccolta durante vendemmia fino al 1° gennaio, allora sì che era parsimonioso e avrebbe contato i soldi per tutto l'anno.   
     
    Non dimenticate poi di mettere in tavola le melagrane, i chicchi del frutto sacro a Venere e Giunone, simbolo di fertilità e ricchezza. Last but not least, sappiate che è meglio evitare di servire l'aragosta, i gamberi e i granchi (e tutti i colleghi crostacei che camminano all’indietro, simbolo di arresto o, peggio, retromarcia) e i volatili: sia mai che la fortuna voli via dalla finestra!

    Soddisfatti? Curiosi di scoprire il menù di Capodanno per tutti i palati e situazioni? Sfogliate!

    Copyright foto: Fotolia
  • Capodanno in coppia: il menù afrodisiaco


    Capodanno in coppia? Il cenone è afrodisiaco.


    Una cena intima per iniziare l’anno nuovo è l’occasione perfetta per imbandire un menù afrodisiaco dall’antipasto al dessert. Si inizia con le ostriche in salsa allo champagne (per gli astemi sono ottime al limone e pepe) e si continua con una tartare di salmone con crema di avocado e mandorle tostate, due dei frutti più piccanti consigliati a Expo2015.
    Passando al primo piatto, le linguine ai frutti di mare con una spruzzata di peperoncino sono perfetti e per secondo potete optare per un filetto di salmone al pepe verde con lime e l’arcinoto zenzero. Tra i dessert non può mancare il Re dei cibi afrodisiaci: il cioccolato, magari unito alle mandorle. Il dolce perfetto? La torta di mandorle e cacao.

    Copyright foto: Fotolia
  • La cena in piedi: il menù del Capodanno giovane


    Il cenone in piedi è un'ottima soluzione per gestire molti ospiti.


    Popolare tra i giovani e meno giovani, il cenone in piedi è la soluzione più semplice per festeggiare il Capodanno tutti insieme, riuscendo a parlare con tutti, mangiando ciò che si vuole, magari fino all'anno nuovo e oltre. 

    Va da sé che gli antipasti sono (sofisticate) proposte finger food - salumi, formaggi, verdure crude con salse, bastoncini di caprese, olive all'ascolana, crocchette, rotolini assortiti, mini tramezzini e tartine al salmone  -, i primi non devono mettere a dura prova i piatti di plastica (per intenderci meglio evitare le zuppe e preferire pasta fresca ripiena) e così i secondi. Ampia scelta tra polpette, torte salate, quiche, frittate e sformati. Tra i dessert, il tripudio di panettoni e pandori, accompagnati da qualche pallina di gelato o da una crema al cioccolato fondente, sono l'ideale.

    Copyright foto: Fotolia
  • Menù di Capodanno gluten free

    Dagli antipasti al dessert le proposte senza glutine per il menù di Capodanno.


    Il modo migliore per coccolare gli intolleranti al glutine al cenone di Capodanno è proporgli portate che dei cereali non contengono nemmeno l’ombra. L’antipasto della food blogger Simona Cherubini è tanto sfizioso quanto inaspettato: un’insalata di quinoa, lenticchie e taccole al profumo di limone. Per primo vi consigliamo un risotto al Castelmagno, il formaggio a pasta semidura dal sapore intenso, e per secondo scegliamo una delle proposte della blogger Claudia Magistro: sarde imbottite alla sinfasò, un piatto più unico che raro. Per dolce avete ampia scelta tra la tradizionale torta al cioccolato e le più delicate mousse, i sorbetti alla frutta e i semifreddi da interpretare secondo i gusti.

    Copyright foto: Fotolia
  • Cenone di Capodanno per vegani e vegetariani

    Proposte gustose per menù vegetariani e vegani al cenone di Capodanno.


    Per un menù di Capodanno che soddisfi gusti vegetariani e vegani si inizia dagli antipasti dove l’hummus fa da padrone. Perfetta anche la farinata di ceci con cipolle di Tropea e sempre benvenute le crudité da gustare con salsine e olio profumati. Tra i primi avete ampia scelta tra le vellutate di verdure (buonissime quelle di zucca e castagne e carote e curry) mentre tra i secondi vi consigliamo uno sformato di lenticchie accompagnato da spiedini di verdure grigliate che oltre ad essere golosi saranno anche belli da vedere. Infine, tra i dessert, i vegani apprezzeranno i muffin all'ananas e al cocco mentre per i vegetariani il pandoro farcito è un’ottima proposta.

    Copyright foto: Fotolia
  • Capodanno: il menù a chilometro zero


    Piatti del territorio e sapori genuini: a ognuno il suo menù di Capodanno a chilometro zero


    Il menù di Capodanno a chilometri zero esalta i sapori del territorio e rende protagoniste le ricette della nonna: in Piemonte l'antipasto ha il gusto del vitello tonnato, in Sicilia gli arancini (anche se a Palermo dicono arancine) fanno da primo, in Lombardia il secondo è un ossobuco, in Campania non mancheranno gli struffoli per dessert. Ma è tutto relativo: solo voi sapete che cosa il territorio vi offre nei paraggi e solo voi ne conoscete la ricetta originale. Riscopritele per il vostro menù di Capodanno a chilometro zero!   

    Copyright foto: Fotolia
  • Il menù di Capodanno per i bimbi

    Il menù di Capodanno perfetto per i bambini assicura la riuscita del cenone.


    Se volete che per voi sia il cenone della festa è consigliabile che per loro sia una festa, a cominciare dalla tavola: sapori semplici, colori allegri e qualche strappo alla regola che regaleranno grandi sorrisi. Si inizia dagli antipasti: prosciutto (molto) in gelatina (poca). Oppure: würstel avvolti nella pasta sfoglia, cotti in forno fino a dorare e poi tagliati a fettine. Ovvero i salatini fatti in casa. Un po' di maionese fa miracoli, quasi sempre. Tra i primi sono una garanzia gli gnocchi al pomodoro e i tortelli panna e prosciutto, così come tra i secondi i più piccoli amano le cotolette alla milanese, i nuggets di pollo, le polpette e i bastoncini di merluzzo impanati. Almeno per quanto riguarda i dolci, i gusti non hanno età. 

    Copyright foto: Fotolia
  • Cucine del mondo: spunti per il cenone di Capodanno


    Nel menù di Capodanno entrano proposte dalle cucine del mondo.


    Inserire nel menù di Capodanno spunti dalle cucine del mondo è il modo migliore per iniziare l'anno con un sapore diverso dal solito. Si può iniziare con un antipasto di sushi giapponese e uno di ceviche, il tipico piatto dell'America Latina, dove il pesce crudo è marinato nel limone, unito ad alcune spezie come il peperoncino e il coriandolo. Per primo sono ottimi i ravioli cinesi brasati o al vapore e per secondo la marmitta mongola, una versione alternativa della bourguignonne che, al posto dell'olio, mette il brodo vegetale in ebollizione sopra un braciere alimentato con carbone in cui vanno intinte varie porzioni di carne e pesce a cui fanno contorno tipiche salse cinesi. 
Per dessert direttamente dalla Francia, ma in versione nostrana, la Bûche de Noël (tronchetto di Natale) dopodicché potete masticare i semi digestivi e gli zuccherini che in India si masticano a fine pasto.

    Copyright foto: Fotolia
  • Capodanno senza sforzo: il menù a domicilio


    Un menù a domicilio per il cenone di Capodanno: la soluzione relax.


    Farsi aiutare da un catering, o da una squadra di cuochi a domicilio che s'installano nella vostra cucina per preparare le ricette del menù di Capodanno da voi selezionate, è la soluzione per godersi senza sforzo - se si decide una quota di partecipazione anche senza troppa spesa - il cenone con gli amici. 

    Copyright foto: Fotolia
  • Menù a tema


    Per un menù di Capodanno a tema basta scatenare la fantasia.


    Dedicato ai perfezionisti, ai creativi e agli scaramantici, dare un tema al menù di Capodanno è un modo per vestire il cenone all'insegna di un colore, un gusto o una tradizione. Le possibilità, infatti, sono infinite: ricette rosse, ricette d'altri tempi o ricette propiziatorie, l'importante è scegliere il tema. Il resto è creatività pura.

    Copyright foto: Fotolia

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.