Pranzo di Natale, menù per tutti i gusti ed età

Giulia Vola
Il menù del pranzo di Natale deve tenere in considerazione i gusti alimentari e le eventuali intolleranze degli ospiti, senza dimenticare i bambini. Ecco alcune idee per ricette che soddisferanno tutti i palati.

Le ricette del menù di Natale devono tenere in considerazione età e gusti degli ospiti.


Il menù di Natale va pensato con largo anticipo per evitare brutte sorprese al pranzo. Perché a ridursi all'ultimo non si rischia solo di non trovare gli ingredienti e le materie prime necessarie, ma soprattutto (ed è peggio) di servire un arrosto alla suocera vegetariana, un piatto di pasta al cognato intollerante al glutine o di lasciare a pancia vuota i bambini, spaventati dalle portate al di fuori della loro portata. Ecco alcune idee per ricette che renderanno il vostro menù di Natale ritagliato intorno ai palati e alle eventuali intolleranze dei vostri ospiti e vi permetteranno di trascorrere la festa in allegria.   

Pranzo di Natale: le ricette tradizionali

Si parte con gli antipasti che portano in tavola vol-au-vent ripieni di fonduta o, per le più creative, di una crema di carciofi, o di asparagi; tartine di salmone affumicato; insalata russa; insalata di mare; un gratin di capesante; uova ripiene con tonno e maionese. Tra i primi della tradizione c’è la pasta fresca: agnolotti, ravioli, tortelli, cannelloni o lasagne al forno. Passando ai secondi, la faraona al forno e il cappone ripieno alle erbette fanno da padroni al pranzo di Natale ma anche l’arrosto o la tasca ripiena sono delle valide alternative. Tra i contorni, dalle tradizionali patate che possono essere profumate al timo e rosmarino, alle insalate con le pere passando per un puré aromatico, avete l'imbarazzo della scelta. Infine il dessert che, trattandosi della tradizione, ammette panettone e pandoro, al massimo declinato nelle versioni ripiene o da guarnire con creme alla frutta o al cioccolato.     

Menù di Natale: idee vegetariane e vegane 

Per un pranzo sfizioso che soddisferà anche i parenti onnivori, iniziate proponendo una serie di antipasti che vanno dalle bruschette spalmate di hummus (il paté di ceci) - che potrete colorare aggiungendo alla tradizionale ricetta spinaci o piselli (e lo farete diventare verde), una barbabietola (viola) o un cucchiaio di passata di pomodoro (rosso) - alle crudité di verdure miste, passando per le olive ripiene di capperi e noci che, volendo, potrete ricoprire di pastella e friggerle velocemente. Da segnalare anche gli involtini di pasta fillo che potrete riempire con spinaci e tifa. 
Tra i primi sono perfette le vellutate (prima tra tutte quella di zucca, segue quella di lenticchie), o i risotti che, di nuovo, potrete reinterpretare grazie ai colori e assemblare in  un timballo arcobaleno che stupirà i vostri ospiti. Ecco alcune proposte: risotto bianco alle mele; rosso con la verza rossa; beige al radicchio; giallo al curry, nero nella variante Venere. 
Passando ai secondi le proposte spaziano dagli arrosti di seitan agli arrotolati di verdure, passando per i mini hamburger di ceci e la parmigiana di melanzane con provolone (perfetta per i vegetariani, non adatta ai palati vegani). Come contorno potete proporre un’insalata di verza rossa, o una verde colorata da chicca di melograno. Infine, per dessert una crema di castagne da guarnire a piacere.     

Proposte senza glutine per il menù di Natale

Nel menù di Natale dedicato ai celiaci, gli antipasti propongono un carpaccio di manzo, magari servito con foie gras o scaglie di parmigiano reggiano, tartine (gluten-free, ovviamente) di salmone affumicato, un’insalata di quinoa o un tagliere di formaggi. 
Passando ai primi potrete sbizzarrirvi con i risotti: da quello ai funghi a quello ai frutti di mare, sta a voi coniugare le vostre esigenze con i gusti dei vostri ospiti. Tra i secondi le proposte spaziano dalla carne al pesce: dall’anatra all’arancia all’arrosto di vitello al latte o al limone, passando per l’orata al forno, un tonno in agrodolce o un piatto di seppie e piselli. 
Tra i dessert, con le meringhe si va sul sicuro, per tutto il resto, l’importante è sostituire la farina o un qualsiasi altro ingrediente che contenga il glutine con la farina di mais o di riso.        

Pranzo di Natale: il menù per i bambini  

Se applicate la prima regola - coinvolgere i bambini nella preparazione del menù di Natale - siete già a metà dell’opera. 
Cominciando dagli antipasti, il consiglio è scegliere finger food sfiziosi: involtini di prosciutto e formaggio spalmabile, crocchette di patate, mozzarelle fritte o un tortino di prosciutto e mozzarella. 
Tra i primi gli gnocchi (nelle varianti rossi, verdi e in bianco, ovvero al pomodoro, al pesto e ai quattro formaggi) sono una certezza. 
Passando ai secondi, con il pollo potrete preparare diverse proposte: dalle ali al forno agli spiedini croccanti passando per i nuggets e le milanesi impanate. Ma anche le polpette di carne o i filetti di merluzzo fritti sono due proposte che difficilmente li deluderanno. 
Passando ai dolci, per restare nella tradizione procuratevi un panettone che al posto delle uvette abbia le scaglie di cioccolato o concentratevi su un pandoro che potrete servire con una crema di gianduia calda: un delizia che conquisterà anche i più grandi.   

Copyright foto: Fotolia

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.