Efferalgan®: a cosa serve

Gennaio 2018

L’Efferalgan® è un medicinale antinfiammatorio assunto in caso di mal di testa, influenza, dolori ai denti, dolori muscolari, ciclo mestruale doloroso e febbre.


Principio attivo e posologia

Efferalgan® contiene paracetamolo, principio attivo indicato per combattere ogni tipo di dolore, di cui sopra, negli adulti e nei bambini a partire dai 27 kg in su (circa intorno agli otto anni). Per i bambini di peso inferiore esistono altri medicinali a base di paracetamolo che è possibile assumere, chiedendo al proprio medico curante. L’Efferalgan in compresse va assunto per via orale accompagnandolo con un bicchiere d’acqua.

Controindicazioni

Consultare immediatamente il medico in caso di iperdosaggio, se si assume una dose scorrette o associandolo ad altri farmaci anch’essi contenenti del paracetamolo. Non prendere più di 4 g di paracetamolo al giorno senza consulto medico. Rispettare sempre un intervallo minimo di 4 ore tra le varie assunzioni giornaliere. In caso di malattie gravi il lasso di tempo tra un'assunzione e l'altra è da preferire ad 8 ore. La dose massima giornaliera non deve superare le 6 compresse (da 3 g) nelle seguenti situazioni: adulti che pesano meno di 50kg, problemi al fegato, alcolismo cronico, malnutrizione cronica e disidratazione.

Interazione con altri medicinali

Segnalare l’assunzione del farmaco in caso di test che riscontrano un alto tasso di acido urico nel sangue. Comunicare al medico o al farmacista l’assunzione di altri farmaci, onde evitare interazioni rischiose con gli stessi.

Efferalgan in gravidanza

L’assunzione del paracetamolo, in normali condizioni di utilizzo, può avvenire anche durante la gravidanza e l’allattamento. I medicinali consentiti o non consentiti in gravidanza sono somministrati solo sotto previo consiglio del medico.

Efferalgan per bambini

La somministrazione delle compresse di Efferalgan® nei bambini sotto i sei anni è sconsigliata poiché essi possono strozzarsi ingerendole. Non assumere una doppia dose se si è dimenticata una compressa. La durata dell’assunzione è limitata a 5 giorni in caso di dolori e 3 giorni in caso di febbre. Se ciò persiste consultare il medico prima di continuare l'assunzione.

Effetti collaterali

Tra gli effetti collaterali secondari derivati dall’assunzione di Efferalgan® si annoverano: rossore o eruzioni cutanee, reazioni allergiche manifestanti con gonfiore repentino al viso e al collo, calo della pressione arteriosa. In casi eccezionali possono essere osservate variazioni biologiche del sangue tra cui disturbi della funzionalità epatica, abbassamento dei globuli bianchi o cellule del sangue, come le piastrine che possono provocare sangue dal naso o dalle gengive. Se si nota un qualsiasi effetto indesiderato non elencato in questo foglio, o se gli effetti indesiderati si aggravano, informare il medico o il farmacista e sospendere il trattamento in corso. Tenere il medicinale fuori dalla portata e dalla vista dei bambini.

Avvertenze

Le informazioni disponibili su Efferelgan® supposte, Efferelgan® 1000 effervescente, Efferalgan® 500, non hanno la presunzione di essere esaustive né possono rimpiazzare l’avviso e il consulto di un medico. La responsabilità del Magazine delle Donne.it - CCMBenchmark Group per danni diretti o indiretti non può essere ricercata sotto nessuna forma legale.


Foto: © Leonid Andronov - 123RF

Potrebbe anche interessarti

L'articolo originale è stato scritto da p.horde. Tradotto da MarziaChiriatti. Ultimo aggiornamento 14 ottobre 2017 alle 17:18 da ClaudiaScarciolla.
Il documento intitolato «Efferalgan®: a cosa serve» dal sito Magazine Delle Donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.