Letterine per Babbo Natale: i trucchi per scriverle al meglio

Eleonora Chiais

Come scrivere al meglio le letterine per Babbo Natale? Il suggerimento è quello di organizzare un magico pomeriggio di festa da trascorrere con i piccoli di casa.
 

Letterine per Babbo Natale: ecco qualche consiglio per scriverle al meglio regalandosi un indimenticabile pomeriggio artistico da trascorrere in famiglia. © Oxana Gilman/123rf


Caro Babbo Natale… iniziano così le letterine per Babbo Natale dei bambini di tutto il mondo che, dopo aver confezionato con attenzione la missiva più gioiosa dell’anno (che ha, tra l'altro, un'antichissima tradizione), imbustano il tutto scrivendo l’indirizzo del Polo Nord, la residenza fatata dove il capo degli elfi – si sa – ha il suo magico laboratorio. Tradizione un po’ vintage nell’era di e-mail a tappeto e onnipresenti social network, l’elenco dei regali da scrivere (rigorosamente a mano, computer, tablet e derivati sono assolutamente banditi!) rappresenta uno degli istanti più lieti nella preparazione alle festività dei piccoli di casa. Come rendere magico questo momento? Il segreto è quello di partire per tempo considerando che, visto il lungo viaggio che dovrà fare il bigliettino in questione, è sempre preferibile non arrivare all’ultimo momento.
 

Come fare la letterina a Babbo Natale?

Per affrontare al meglio la preparazione della letterina a Babbo Natale, quindi, è vietato farsi trovare impreparati. Raccontate ai piccoli la storia di Babbo Natale poi spiegate ai bimbi che la letterina è da scrivere in anticipo e poi organizzate nei dettagli il vostro pomeriggio in famiglia alle prese con fogli, penne, pennarelli e matite. I biscotti (meglio se deliziose leccornie natalizie) e il latte caldo (o la cioccolata) sono immancabili in questo pomeriggio da trascorrere rigorosamente in famiglia, così come pastelli e fantasia, indispensabili per decorare il foglio di carta bianca o, in alternativa, rosso visto che - si sa - per i genitori più creativi e per i piccoli artisti le carte da lettere prefabbricate (per quanto belle) sono assolutamente bandite e tutto va decorato a mano libera. E dicendo "tutto", ovviamente, s'intende anche la busta che potrà essere ornata con qualcuno dei simboli più classici del Natale, dall'abete ai pacchetti senza dimenticare qualche simpatico omino Pan di Zenzero e magari una bella ghirlanda verde.
 

Cosa scrivere nella letterina di Babbo Natale

Poi ai bambini che sanno già scrivere, insegnate ad impostare la lettera comme il faut facendo attenzione a inserire la data, a segnare sul retro della busta anche il mittente e ad inserire qualcuna delle formule di cortesia che caratterizzano gli scambi epistolari (un insegnamento, questo, che sarà comunque prezioso per il futuro!). A proposito del contenuto, invece, la libertà è assoluta ma – in generale – il suggerimento può essere quello di far presente ai piccoli di famiglia che la wish list non si deve comporre solo di giocattoli, ma che puòprevedere anche qualche aspirazione (un po' più astratta) del tipo “Caro Babbo Natale vorrei che la mia sorellina ridesse sempre felice come oggi” oppure "Babbo Natale ti scrivo per chiederti di regalare un pasto caldo ai piccoli meno fortunati". In questo caso, poi, si potrà approfittare dell'occasione per un regalo benefico: tra un pupazzo e una bambola, infatti, si potrà inserire anche un'iniziativa di beneficienza recapitando poi, sotto l'albero la mattina di Natale, al piccolo di casa un bel bigliettino nel quale si dice che il buon Santa Claus ha tenuto conto anche di questa richiesta e, infatti, ha fatto un regalo a un bambino meno fortunato.


Come spedire le letterine a Babbo Natale?

A questo punto si tratterà di scegliere la modalità di invio che preferite. Alcuni, si sa, optano ogni anno per l’inserimento nella classica casella postale ma ci sono molti metodi per far arrivare la lettera a destinazione. Proponete ai bimbi, per esempio, di nasconderla sotto il cuscino in attesa che un elfo venga a recuperarla oppure, specialmente se potete contare sull’ausilio di un caminetto, bruciatela così i pezzettini voleranno magicamente fino al Polo Nord in un istante. In questo caso, però, non può mancare un ultimo, spassionato, consiglio: prima di dar fuoco a questo piccolo capolavoro natalizio ricordatevi di immortalarlo perché, una volta che i bambini saranno cresciuti, potrete divertirvi a mostrargli le loro prime opere d'arte.
 

Potrebbe interessarti anche: 10 domande sul Natale a cui non saprete rispondere

Annunci Google

Nessun commento per il momento.