Portaombrelli fai da te: 5 idee originali

Giulia Vola

In legno, riciclando i secchi del giardinaggio, le bottiglie di plastica o i tubi in PVC: ecco gli spunti per creare portaombrelli originali con il fai da te.

Riciclando i tubi di plastica si creano portaombrelli in stile eco-chic. © Pinterest@infoarredo.it


Come realizzare un portaombrelli fai da te

A meno che non optiate per quei secchi alti e zincati in vendita nei negozi di giardinaggio, perfettamente declinabili alla funzione di portaombrelli in stile minimal, per crearne uno con il fai da te è importante impermeabilizzare l’interno. Operazione fondamentale che si risolve acquistando in un negozio di bricolage un tubo di plastica (per esempio quelli usati per le grondaie) e incastrandolo su un porta vaso di misura, perfetto per contenere l’acqua di scolo.


Portaombrelli fai da te in legno

Una volta creata l’anima del portaombrelli è il momento di ricoprirla, creando la struttura esterna. La prima soluzione è un cesto di vimini, l’importante, però, è trovarne uno che abbia le stesse dimensioni del tubo in plastica. In alternativa si può creare una struttura a base quadrata, assemblando pannelli di compensato (o assi di legno) che vanno tagliati su misura e tenuti insieme con colla e autofilettanti (da fissare esternamente) e poi decorati a seconda dello stile della casa: con il découpage se siete amanti dello shabby, con vernici a spray e motivi geometrici (magari sfruttando gli stencil) se invece si preferisce uno stile più moderno e di design.


Portaombrelli fai da te: tubi o bottiglie?

Decisamente cool è il portaombrelli che si realizza assemblando tubi in PVC o alluminio: acquistatene una ventina, di diametri diversi (ma non superiori ai 15 centimetri perché ciascuno contiene un ombrello), alti circa mezzo metro, quindi dipingeteli con una vernice spray e infine, giocando con i volumi, create la composizione che verrà tenuta insieme da un nastro gros-grain per un effetto very industrial.

Infine, per un portaombrelli eco-chic si possono riciclare le bottiglie di plastica: ve ne servono 16 per creare la base che si costruisce ritagliando i fondi in modo che l’altezza di ciascuno sia all’incirca pari a 7 centimetri. A questo punto vanno disposti in 4 file da 4 e poi incollati l’uno all’altro. Su quelli esterni va praticata un’incisione di circa 5 centimetri così da poter incastrare le bottiglie (solo la parte centrale, escludendo colli e fondi) che vi serviranno per creare i lati (naturalmente il numero necessario varia a seconda delle dimensioni che volete ottenere). Una volta ottenuto l’oggetto, a vostra scelta se dipingerlo con vernici spray o se lasciarlo trasparente.


Potrebbe interessarti: Riciclo creativo? Riciclo artistico! Spunti da Pinterest 

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.