Come togliere il calcare dal bollitore: le astuzie della nonna [VIDEO]

Giulia Vola

L’aceto bianco è l’ingrediente ecologico ed economico per rimuovere il calcare dal bollitore senza fatica.


Chi ne ha uno lo sa bene: il calcare si forma in fretta ed è il peggior nemico del bollitore. Quello che forse ha dimenticato è il rimedio della nonna per rimuovere l'ospite antiestetico e antigienico: un po’ di aceto bianco e nemmeno un goccio di olio di gomito. Un'operazione semplice che andrebbe ripetuta almeno una volta ogni due mesi a patto di avere l'accortezza di non dimenticare l'acqua nella brocca: in questo caso la manutenzione diventa più impegnativa e va eseguita più spesso.


Aceto bianco contro il calcare

Per togliere il calcare dal filtro e dal bollitore, basta versare un bicchiere di aceto bianco nel vano dei liquidi, azionare l’apparecchio in modo da portare il tutto a ebollizione per almeno un minuto. A questo punto basta estrarre il filtro, metterlo a bagno e agitare il bollitore così da far arrivare l’aceto ovunque e, infine, risciacquare bene aiutandosi con una spugnetta per rimuovere i residui.

Per una manutenzione ordinaria basta invece diluire il bicchiere d'aceto in un litro d'acqua, mettere a bollire, lasciar agire qualche minuto, quindi risciacquare. Al contrario, per incrostazioni particolarmente resistenti si può creare una soluzione a base di aceto bianco e bicarbonato da far riposare per tutta la notte. Infine,  per contrastare l’odore forte dell’aceto che potrebbe essere fastidioso e per incrementare l'azione igienizzante, si possono diluire alcune gocce di limone.


Copyright foto: Wilawan Khasawong/123RF

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.