Camino finto: istruzioni per il fai da te

Eleonora Chiais

Con il fai da te si può costruire un camino finto in cui può (anche) scoppiettare fuoco vero: ecco come fare.

Il camino a bioetanolo è il camino finto che regala il fuoco senza bisogno della canna fumaria. © Alexander Kuzminov/123RF


Caminetto finto: premesse

Il caminetto è un sogno alla portata di bricoleur. Che si crei solo la cornice e che al posto del fuoco s'inseriscano fili di luce o candele o che, invece, si decida di munirla di un vero e proprio camino a bioetanolo, per creare il simbolo del focolare domestico bastano pochi passaggi. Il primo punto è individuare la parete adatta: la porzione designata (circa un metro di altezza per almeno 80 centimetri di larghezza) dovrebbe essere lontana dalla finestra e in prossimità del divano o delle poltrone.


Camini finti a parete: cornici prefabbricate

Decisa la destinazione è possibile procurarsi una cornice prefabbricata: i modelli in commercio vanno dai più versatili, economici e facili da montare in polistirolo a quelli in gesso decorato e in legno. Un'altra possibilità è costruirsela da soli in cartongesso. In ogni caso, una volta ottenuta la cornice, basta ancorare i tre lati al muro e poi personalizzare lo spazio del riquadro: si può dipingere di nero, addobbare con un pannello in legno decorato con il decoupage, con candele, fili di luce a LED, o ceppi di legno.


Camino fai da te (con il riciclo creativo)

la terza è il riciclo creativo e, anche in questo caso vi sono diverse opzioni. La prima dà nuova vita a un vecchio cassettone: si procede eliminando i cassetti, smontandoli e riciclandone le facciate a diventare i bordi (superiore e laterali) del camino. Infine basta dipingere l'interno di nero, l'esterno di bianco o color legno e il gioco è fatto. La seconda, invece, sfrutta due pilastri decorativi dei giardini, quelli solitamente usati per sostenere le piante: basterà fissarli sopra e sotto a due riquadri in legno (il cui lato coinciderà con il diametro dei pilastri), quindi mettere sulla superficie e alla base due mensole (quella in alto dovrebbe essere un po' lavorata a differenza di quella in fondo, del tutto squadrata), quindi appoggiare la struttura al muro e dipingere di nero la pozione delimitata dai pilastri e dalla mensola. Infine, l'ultima alternativa prevede la creazione di una cornice con fogli di cartone: 2 vanno modellati fino a creare due parallelepipedi (le colonne), altri 2, di forma rettangolare invece fungono da mensola superiore e da base e l'ultimo, di forma quadrata (la misura è quella del riquadro interno del finto camino) da pannello di sfondo. Naturalmente il cartone va poi personalizzato con una decorazione ad hoc in salsa country o urban chic.


Finto camino, vero fuoco

Infine, c'è un'ultima opzione, in grado di ricreare perfettamente l'effetto scenografico del caminetto: i camini a bioetanolo. Dal momento che non necessitano di una canna fumaria, portano la fiamma ovunque, anzitutto nel finto camino da cui, però, uscirà fuoco (e calore) vero.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.