Mangiare sano: questione di piccoli trucchi e buone abitudini

Barbara Leoni

Abituare l'organismo a cercare alimenti salutari è la prima regola per sentirsi bene quotidianamente. Ecco come mangiare sano.
 

Mangiare sano è prima di tutto questione di buone abitudini. © Karel Joseph Noppe Brooks / 123RF


“Non riesco a mangiare sano”. È la scusa a cui ricorriamo più spesso, complici gli spuntini disordinati che sedano lo stress sul lavoro, le chiacchiere con le colleghe nella zona macchinette, un aperitivo di troppo, i pasticcini per i tanti compleanni in ufficio. Sembrano tutti strappi alle regole al sano mangiare e, invece, no: se vi mettete a fare i conti scoprirete come tutto questo scandisce la vostra quotidianità. Tutti sgarri al mangiare in modo sano e corretto che si possono tranquillamente evitare. Quindi ancora prima di capire come mangiare sano è importante capire a cosa rinunciare.


Cosa vuol dire mangiare sano?

Mangia sano che ti passa! È vero, noi siamo animali abitudinari e se abituiamo il nostro corpo a determinate regole ci dimentichiamo in fretta di quel krapfen che ci guardava dalla vetrina alle tre di pomeriggio. Perché dobbiamo sottoporci a queste privazioni? Questo è il primo mantra che dovrete ripetervi: “mangiare sano per stare bene”. La sensazione di benessere si avverte nel giro di poco tempo e capirete quanto il vostro organismo aveva bisogno di una disintossicazione. Ma cosa si intende per mangiare sano ed equilibrato? Vuol dire sapere scegliere gli alimenti, sapere come cucinarli, come abbinarli e in quali quantità. Per nostra fortuna viviamo in un Paese dove non manca la scelta di prodotti di stagione e naturali per cui mangiare sano è semplice, si tratta solo di volerlo. Nei paesi nordici è senz’altro più difficile procurarsi frutta e verdure fresche e gustose e a prezzi ragionevoli, per cui approfittatene. Ecco allora i consigli per mangiare sano e spendere poco.


Regole per mangiare sano

Come iniziare a mangiare sano? Si tratta di acquisire determinate abitudini. Una volta che avete saputo rinunciare ai vizi inutili siete già a buon punto per iniziare a mangiar sano e naturale. Adesso si tratta di capire che i pasti principali della giornata vanno suddivisi con una colazione energica, un pranzo sano ed equilibrato ed una cena leggera, se possibile, non a ridosso dell’ora della nanna, per favorire la digestione. A questi potrete aggiungere un paio di spuntini a metà mattinata e a metà pomeriggio, come un frutto o uno yogurt. Ma andiamo con ordine, cosa mangiare per una dieta sana? A colazione evitate alimenti super zuccherati e prediligete le fibre e le vitamine. In pausa pranzo se potete evitare di mangiare fuori: non solo risparmierete, ma portandovi la famosa “schiscetta” potrete voi prepararvi salubri manicaretti. Carboidrati a pranzo sì, la sera no, meglio proteine (carni bianche, pesce o legumi) e verdura. Condimenti leggeri: olio extra vergine di oliva e niente burro, poco sale (ecco 10 idee per ridurne il consumo) e niente fritti. Bevete sempre molta acqua ed evitate le bibite. Il bicchierino della staffa? Deve essere un’eccezione. Attenzione: imparare a mangiare sano non deve diventare la vostra schiavitù, ma deve costituire la vostra sana alimentazione settimanale per poter chiudere un occhio nel weekend o nella serata in settimana fuori con gli amici.


Dieta per mangiare sano

Avere un regime alimentare sano non sempre è sinonimo di perdita di peso, perché se i chili sono in eccesso bisognerà strutturare un programma ipocalorico per dimagrire mangiando sano. Mangiare sano e dimagrire vuol dire allora non solo scegliere i cibi giusti, ma cucinarli nel modo corretto: sì alle verdure crude o al vapore, no alla tempura, sì alla carne alla griglia no alla cotoletta. Ci vuole anche un po’ di buon senso oltre che, ovviamente, il consiglio guidato di uno specialista dietologo o nutrizionista che si basi sul vostro fabbisogno energetico in base al vostro stile di vita.

Di ricette per mangiare sano senza rinunciare ai sapori ce ne sono: ad esempio sostituendo i condimenti grassi con l’utilizzo delle spezie. Poi, oltre al come cucinare è importante fare gli abbinamenti giusti: se avete già mangiato una fetta di carne evitate di aggiungervi un uovo perché sono calorie aggiuntive controproducenti. Infine, le quantità: se 80 grammi di pasta sono pochi, non morirete di fame, quindi niente bis! E ricordate: mangiare sano e perdere peso è più facile.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.