La frutta fa ingrassare?

Barbara Leoni
  • Frutta sì, frutta no. La frutta fa ingrassare o dimagrire? La verità è che la frutta fa bene ma, come sempre, l’esagerazione no.
     

    La frutta ha calorie e zuccheri ma non bisogna rinunciarvi, basta non esagerare. © luckybusiness / 123RF


    Partiamo da tre presupposti volutamente provocatori: non mangiando si dimagrisce, mangiando si ingrassa, il troppo stroppia. Adesso affrontiamo l’annosa questione: la frutta ingrassa? Eppure molte diete non assicurano di dimagrire con la frutta? Cerchiamo allora di fare chiarezza, affermando fin da subito che troppa frutta fa ingrassare come troppo di tutto non va mai bene. Perché? Perché in quanto alimenti anche la frutta contiene calorie ed è costituita da zuccheri (saccarosio e fruttosio).

    Detto ciò la frutta è comunque un alimento poco calorico (discorso che non vale per la frutta secca), ricco di antiossidanti e vitamine in grado di apportare enormi benefici al nostro organismo e non bisogna assolutamente rinunciarvi nella dieta quotidiana. La frutta è composta da una percentuale di acqua che varia dall’80 a più del 90%, da una presenza significativa di vitamina C, da sali minerali (ferro, potassio e magnesio) e da calcio, oltre a costituire un’ottima fonte di fibre. A ulteriore difesa della frutta bisogna aggiungere che costituisce un ottimo e sano spezza-fame contribuendo a dare un senso di sazietà che ci tiene lontano da malvagie tentazioni.

    Così molte donne ripiegano sulla frutta per ingannare la gola. Attenzione però: se non è vero che mangiare frutta fa ingrassare e che mangiare solo frutta fa dimagrire, bisogna stare attenti al consumo in quantità eccessive, sempre per via del contenuto zuccherino. Al contempo altre donne commettono l’errore opposto di scartare la frutta spaventate dalla presenza di fruttosio e saccarosio: ripetiamo allora che è fondamentale assumere almeno due porzioni di frutta al giorno, preferendo quella meno energetica e limitandosi nelle porzioni se si sta seguendo un regime alimentare ipocalorico: 200 g è una porzione ottimale per la frutta poco zuccherina.

    Ma quale frutta non fa ingrassare? Vediamo le calorie della frutta dove il valore si riferisce a una quantità di circa 100 grammi.

  • L'anguria fa ingrassare?

    L'anguria ha un effetto idratante e drenante e ha pochissime calorie. © Tivadar Gelner / 123RF


    Partiamo dall’anguria: 15 calorie. Frutto per antonomasia che ci proietta nel caldo estivo, il cocomero ha una percentuale d’acqua del 90% e contiene vitamina A e vitamina C e vitamine del gruppo B. Consente quindi di rimanere idratati (con un effetto drenante anti-cellulite) e contrasta l’invecchiamento cellulare. L’assunzione di anguria apporta all’organismo anche sali minerali (fosforo, potassio e magnesio), ragione per cui costituisce un’ottima fonte ristorativa ed energizzante. Gli zuccheri, infine, permettono di rivitalizzarci con un contenuto calorico molto basso e, pertanto, è considerato un frutto light


    Potrebbe interessarti anche: calorie anguria

  • Le mele fanno ingrassare?

    Le mele, se consumate senza esagerare, sono poco caloriche e favoriscono l'assorbimento dei grassi. © zoomteam / 123RF


    Si sa che una mela al giorno leva il medico di torno, ma anche la bilancia. Cento grammi corrispondono a 45 calorie, non molte dunque. Per questo motivo la mela è considerata un ottimo frutto per le persone in sovrappeso. È composta all’85% da acqua e per il resto da zuccheri semplici come il fruttosio, da una buona quota di vitamine, in particolare la vitamina A e la vitamina C, e da sali minerali, oltre ad un alto contenuto di fibre solubili in grado di saziare a lungo. La pectina, infine, limita l’assorbimento dei grassi e per questo si consiglia di consumare una mela almeno un’ora prima dei pasti.


    Potrebbe interessarti anche: calorie mela

  • La pera fa ingrassare?

    Le pere sono un ottimo alimento da inserire in una dieta ipocalorica. © zigf / 123RF


    Le pere fanno ingrassare, e chi l’ha detto? Anzi, sono ancora meno caloriche con solo 38 calorie. Inoltre sono altrettanto ricche di fibre e garantiscono una prolungata sensazione di sazietà. Per questo motivo sono ampiamente scelte tra gli spuntini salutari delle diete dimagranti perché il loro apporto calorico non incide sull’aumento di peso e sull’obesità. Ovvio, bisogna sempre tenere conto delle quantità: cinque pere ovviamente quintuplicano l’apporto calorico. Non solo: pere e cioccolato o pere e formaggio? Eh, no... Così non va!


    Potrebbe interessarti anche: calorie pera

  • Le pesche fanno ingrassare?

    Le pesche hanno poche calorie e favoriscono la digestione. © oodluz / 123RF


    Non si direbbe ma la pesca è uno dei frutti meno calorici e ne conta solo trenta su cento grammi oltre a possedere importanti proprietà nutritive. Formate al 90% di acqua, sono inoltre ricche di vitamine e oligoelementi, oltre alle fibre che favoriscono la digestione e alleviano il senso di gonfiore, mettendo in moto il metabolismo. Ricche di polifenoli, le pesche aiutano anche a prevenire l’accumulo di grasso nel girovita. Ovvio, bandite le pesche sciroppate o l’innocente coppetta di pesche con zucchero e limone.


    Potrebbe interessarti anche: calorie pesca

  • I mandarini fanno ingrassare?

    A basso contenuto calorico, non bisogna però esagerare con i mandarini. © racorn / 123RF


    Anche i mandarini sono a basso contenuto calorico, anche se superano pesche, pere e anguria con 40 calorie (ma costituite principalmente da fruttosio) a prodotto sbucciato. Quindi, per chi ha un occhio di riguardo sulla linea non ne abusi. Sicuramente i mandarini presentano anche molti benefici, soprattutto in inverno e autunno, quando le difese immunitarie si abbassano e il frutto giunge nel suo momento di massima maturazione, offrendo, tra le altre, vitamina C e vitamina P a volontà, a difesa dal raffreddamento e dalle irritazioni delle mucose. Ottimo rimedio anche contro la stitichezza, il consumo di mandarini favorisce il transito intestinale, alleviando dalla sensazione di gonfiore. 


    Potrebbe interessarti anche: calorie mandarini

  • L'arancia fa ingrassare?

    Le arancie sono a basso contenuto calorico e sono fondamentali per la vitamina C. © nitr / 123RF


    Poco più di 30 le calorie dell’arancia che costituisce la principale fonte di vitamina C, fondamentale per la produzione di collagene. Che le arance facciano bene all’organismo è cosa risaputa in particolare contro i malanni da freddo, come raffreddore e influenza. Inoltre, come nel caso dei mandarini, anche le arance sono ricche di fibre (i filamenti bianchi) e di acqua, due elementi fondamentali per un regolare funzionamento intestinale e l’idratazione quotidiana (con effetto drenante) e, di conseguenza indirettamente, per la linea. Come incidono sulla dieta? Inserite senza problemi le arance tra i vostri pasti o nei pasti di un regime ipocalorico. Sarebbe preferibile mangiare il frutto intero, ma anche le spremute fanno molto bene, ovvio, senza zucchero aggiunto.


    Potrebbe interessarti anche: calorie arancia

  • Mangiare banane fa ingrassare?

    Le banane sono caloriche e zuccherine ma anche molto sazianti e ricche di potassio. © Antonio Diaz / 123RF


    Alcuni frutti come la banana, il caco, l’uva, i fichi sono spesso ingiustamente demonizzati e aboliti da molte diete dimagranti perché considerati eccessivamente calorici e zuccheriniOttantacinque le calorie della banana: ma se si va oltre il conteggio calorico però, gli zuccheri dalla banana sono principalmente costituiti da fruttosio, che ha un indice glicemico più basso del glucosio, destrosio e in percentuale minore saccarosio. Bisogna quindi considerare il tipo di nutrienti e, come sempre, la quantità di consumo che se ne fa. La banana è composta al 47% da acqua ed è ricca di fibre alimentari e vitamine e sali minerali con funzione anti-ossidante. Infine, non va dimenticato che la banana ha un elevato contenuto di potassio, di cui copre il 15-20% del fabbisogno giornaliero. A difesa della banana, va inoltre, aggiunto che è anche un alimento estremamente saziante e una banana è meno calorica di due mele. Difficilmente una volta che ne avrete mangiata una attaccherete la seconda… non sono mica ciliegie, no?


    Potrebbe interessarti anche: calorie banane

  • L'uva fa ingrassare?

    L'uva è molto calorica e zuccherina ma possiede il resveratrolo, sostanza brucia-grassi. © Jozef Polc / 123RF


    Non si direbbe ma l’uva è piuttosto calorica con 60 calorie (per la maggior parte dovute ad un elevato contenuto di fruttosio) per centro grammi e, in questo caso sì che, acino dopo acino senza accorgervene, potreste mangiarvene un filare. Messe in guardia (specie chi soffre di iperglicemia), va detto che ogni tipo di uva (bianca, la gialla, la nera, la rosata e anche la sultanina o passa) è un concentrato di vitamine e minerali, ragione per cui è importante averla sulla tavola. Inoltre l’uva è un vero e proprio brucia-grassi naturale perché possiede il resveratrolo, una sostanza anti-ossidante contenuta nella buccia dell’uva che rallenta l'invecchiamento e abbatte il grasso. L'importante è quindi non abusarne, anche per evitare indesiderati effetti lassativi.


    Potrebbe interessarti anche: calorie uva nera e calorie uva bianca

  • Le fragole fanno ingrassare?

    Le fragole sono estremamente poco caloriche. Mangiate al naturale vanno benissimo per la linea. © goodluz / 123RF


    Fragole a volontà perché la prima buona notizia è che le fragole hanno sono ventinove calorie. Un carico calorico piuttosto basso, oltre ad altri fattori positivi: contengono leptina e adiponectina che stimolano il metabolismo nell’accelerazione del processo di combustione dei grassi. Inoltre sono ricche di vitamine e di antiossidanti e aiutano, quindi, a combattere l’invecchiamento. Per chi facesse orecchie da mercante, lo sottolineiamo, le fragole vanno però consumate al naturale per non fare ingrassare, quindi niente zucchero, gelato o panna. Tra i loro effetti benefici le fragole hanno anche la capacità di farci passare la voglia di dolce e di metterci di buon umore.


    Potrebbe interessarti anche: calorie fragola

  • I cachi fanno ingrassare?

    I cachi sono molto calorici e molto zuccherini: è meglio non mangiarne più di uno, se non dividerlo con qualcuno. © Marina Saprunova / 123RF


    Citati insieme alle banane tra la frutta che fa ingrassare, i cachi sono molto calorici, 70 calorie per cento grammi, e ricchi di zuccheri (16%). Considerato che un singolo frutto arriva a pesare anche 200 o 300 grammi capirete, come nel caso delle banane, che non vanno assunti in grandi quantità. Va detto però che i cachi sono ricchi anche di vitamine A, C e K e, quando giungono a completa maturazione, possono rivelare spiccate proprietà lassative e diuretiche. Resta dunque un frutto consigliato per le sue capacità rimineralizzanti (con l’80% di acqua contenuta, sali minerali e potassio), il contenuto di fibre (per il flusso intestinale), e il loro apporto energizzante (zuccheri e calorie), ideali per quando si ha bisogno di un po’ di carica o soffre la stanchezza. Ma chi soffre di diabete o obesità dovrebbe stare alla larga dai cachi.


    Potrebbe interessarti anche: calorie cachi

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.