Frullati per dimagrire: ricette brucia grassi? 8 idee golose

Cristina Piotti
  • Per perdere peso in eccesso, o sgonfiare la pancia sono utili degli alimenti che aiutano a ridurre i grassi. Ma attenzione ai giusti mix di frutta o verdura (e non credete alle favole).

    I cibi brucia grassi non esistono, nel vero senso del termine, ma qualche effetto benefico possiamo sfruttarlo.


    Alimenti brucia grassi naturali, da sfruttare sotto le spoglie di uno dei tanti frullati dimagranti di frutta o verdura. Se questo fosse possibile, addio obesità. Ma la realtà è diversa. Prima di tutto, è fondamentale sapere che i grassi sono indispensabili alla nostra vita, in particolare i cosiddetti grassi buoni, come l’olio di oliva (altro discorso vale invece per i  grassi saturi, da ridurre nel nostro piano alimentare).
     
    In secondo luogo, bisogna sapere che non esistono alimenti che bruciano i grassi, ma comportamenti e azioni che possono favorire il processo di trasformazione del grasso corporeo. Ci sono cibi che possono aiutare ad accelerare il metabolismo, cibi che aiutano a prevenire l’accumulo della cellulite oppure schemi alimentari che, uniti alla attività fisica, permettono di perdere il peso in eccessoFrutta e verdura, sotto forma semi-liquida come i frullati, hanno numerosi vantaggi: si inseriscono bene in un piano alimentare che favorisca il benessere generale e in qualche caso contengono proprio quegli elementi in grado di avvantaggiarci sotto molti aspetti.
     
    Copyright foto: Tatjana Baibakova / 123RF
  • Frullati di frutta: consigli

    Per un frullato di frutta sano e salutare bisogna seguire qualche accortezza.


    Frutta frullata, con aggiunta di acqua: non c’è nulla di più sano, verrebbe da dire. Certo, a patto di ricordarsi una serie di norme igieniche e nutrizionali che ci aiuteranno ad avere un prodotto davvero adatto ai nostri bisogni. Per prima cosa è bene sapere che, là dove è commestibile, la buccia della frutta è ricca di nutrimenti importanti. Per questo motivo è opportuno, dopo aver dato una occhiata alle classifiche che ci aggiornano sulla presenza dei pesticidi nel carrello della spesa, prediligere frutta biologica che permetta di consumare senza scrupoli anche la parte esterna

    In secondo luogo, attenzione a non esagerare con l’aggiunta di acqua, che può rendere sgradevole oppure indigesto un ottimo frullato. Infine, cercare di avvicinare al momento della giornata ideale il mix opportuno, quindi ad esempio gli agrumi vanno benissimo la mattina per colazione, un mix di frutta e verdura è ideale a pranzo, un frullato con l’aggiunta di semi è un goloso spuntino.

    Copyright foto: Tatjana Baibakova / 123RF
  • Frullati per colazione: frutta e cereali

    I cereali hanno il grande vantaggio di aumentare il senso di sazietà.


    Non solo frutta, ma l’aggiunta di cereali nel frullato della colazione apporterà quelle fibre in grado di aumentare il senso di sazietà. L’azione contrasta l’eccesso dei grassi perché un buon apporto di fibre permette di controllare l’assorbimento da parte dell’intestino di zuccheri e grassi. La scelta migliore ricade ovviamente sui chicchi integrali, in particolare su farro, riso, orzo, miglio o mais. 

    Un ottimo frullato si ottiene con un paio di bicchieri di latte di cocco, una tazza di mirtilli, 2/3 di tazza di miglio ben cotto, un cucchiaino di olio di cocco. In alternativa, è un'ottima accoppiata anche banane, mandorle e acqua, con una spruzzata di avena.

    Copyright foto: lecic / 123RF
  • Frullati detox, con peperoncino

    Il peperoncino darà una sferzata di energia, ma attenzione a non eccedere.


    Rosso, allegro ma estremamente potente. È il peperoncino, che apporta quel tocco in più a tante preparazioni dolci e salate. In particolare c’è una varietà, quella di cayenna, che è una delle più apprezzate in cucina, ma è anche ottima per stimolare il metabolismo, perché l’effetto immediato del suo uso (a patto che sia moderato) è di aumentare la temperatura corporea. Si tratta di un elemento fondamentale per la nostra alimentazione perché oltre a stimolare l’organismo, lo depura.

    Per un ottimo frullato che sostituisca uno snack, lo spuntino pre e post palestra oppure integri colazione o pranzo si possono mischiare a piacimento delle fette di mango, ananas, succo di arancia, foglie di menta, ghiaccio e (poco) peperoncino in polvere. Oppure c’è chi ne smorza il sapore usando un blando cetriolo, acqua e menta. 

    Copyright foto: peteers / 123RF
  • Frullati dimagranti con l'alga Kelp

    Le alghe sono un alimento molto consumato in altre culture, che dovremmo usare di più.


    Molto conosciute in oriente, le alghe sono da poco state introdotte nella nostra routine quotidiana. In particolare c’è una varietà, l'alga Kelp, che è ricca di iodio, un elemento utile alla tiroide e, di conseguenza, al controllo e al funzionamento del metabolismo. Attenzione però, per lo stesso motivo non bisogna abusarne, e regolare il consumo d’accordo con il medico, informandolo prima di usare queste alghe, in caso si abbiano malattie o patologie legate proprio alla tiroide.

    Un ottimo frullato con due banane, un etto di fragole pulite, magari un pizzico di semi di chia e un cucchiaino di alga Kelp in polvere è la soluzione ideale per sfruttare in pieno le sue proprietà, senza eccedere in calorie. 

    Copyright foto: Anna Pustynnikova / 123RF
  • Frullato di ananas: la bromelina brucia grassi

    L’ananas è conosciuto come il frutto brucia grassi, ma è davvero così?


    Tra gli ingredienti più richiesti per un sano frullato estivo c’è sicuramente l’ananas, per la sua nomea di frutto brucia grassi. Non è proprio così, ma ci si avvicina: merito di un enzima chiamato bromelina, che favorisce la digestione. Di sicuro poi l’ananas ha dalla sua la capacità di apportare acqua e fibre, ottime per la digestione e per l’intestino. 

    Se vogliamo sfruttare in pieno le sue capacità, non ci resta altro da fare che pulire per bene mezzo ananas e frullarlo con una pera matura e senza pelle, il succo di una arancia e mezzo bicchiere di acqua. 

    Copyright foto: Marina Boyarkina / 123RF
  • La ricetta del frullato drenante, al pompelmo

    Accanto al fatidico brucia grassi, il frullato drenante è quello più apprezzato.


    Pompelmo e limone, accoppiata vincente. L’effetto drenante del frutto rosato, in particolare, è dovuto all’azione sull’insulina, che fa sì che il frutto, a tutti gli effetti, sia considerato un buon alimento per i diabetici, perché evita che il livello di zuccheri nel sangue s’innalzi.

    Oltretutto contiene poche calorie e tante fibre, è ricco di antiossidanti, depura il fegato. Adatto a tutti, è un frullato fatto con una tazza di crescione ben lavato, mezzo pompelmo, menta e acqua a piacere.

    Copyright foto: indigolotos / 123RF
  • Frullato depurativo: cetriolo e melone

    Un frullato dolce ed estivo, per depurarsi senza sforzo e mantenere la linea: cetriolo e melone.


    Ricchissimo di acqua, il cetriolo è adatto a chi vuole disintossicarsi, ma polpa e buccia sono anche una buona fonte di micronutrienti, come vitamine e sali minerali. Inoltre non manca un apporto di fibra, ideale per una dieta equilibrata e per favorire il transito intestinale.

    Dissetante e versatile, basta frullare la polpa di mezzo melone maturo con un cetriolo ben lavato e sbucciato. In alternativa, si tagliano a pezzetti un paio di cetrioli, si aggiunge un etto di melone a cubetti, una manciata di foglie di menta lavate, mezzo bicchiere di acqua di cocco e un paio di cubetti di ghiaccio.

    Copyright foto: vanillaechoes / 123RF
  • Dieta dei frullati con gli asparagi

    Gli asparagi sono ideali per chi vuole rimettersi in forma dopo qualche eccesso.


    L’estate è il momento perfetto per prestare più attenzione al proprio organismo e dedicargli qualche coccola gastronomica, con piatti e alimenti depurativi e nutrienti. Gli asparagi sono l’alimento ideale per questi buoni propositi, perché ricchi di vitamina B e fibre, quindi in grado non solo di aumentare il senso di sazietà, ma anche favorire il corretto funzionamento del nostro metabolismo.

    Infine, un frullato di asparagi, se integrato ad una dieta corretta e ricca di frutta e verdura, permette di migliorare lo stato della pelle, favorire il benessere delle vie urinarie. Come? Basta unire i migliori prodotti che la natura fornisce per il campo dell’urologia: mirtilli, asparagi (bolliti) e poi arance, spinaci e lamponi. Le dosi variano a seconda del gusto, mentre si aggiunge acqua secondo il bisogno.

    Copyright foto: tiagozr / 123RF
  • Frullato di zenzero, energia e sprint per il metabolismo

    Lo zenzero nei frullati è un elemento adatto a molte preparazioni diverse.


    Lo zenzero, diciamo la verità, è una della mode alimentari più recenti degli ultimi anni. Come spiegato dai nostri esperti, l’effetto riscaldante non è (contrariamente a quanto si crede) il più indicato d’estate.

    Ma sicuramente favorendo la digestione, stimolando l’organismo e riscaldando l’organismo è adatto a combattere i cattivi comportamenti a tavola, sgonfiando dopo un pasto eccessivo, e dando energia in caso di stanchezza, oltre che favorendo l’immunità. Il suo utilizzo nei frullati potrebbe equivalere a quello del prezzemolo nelle preparazioni salate: dove lo metti sta. Ma per un vero concentrato di energia si possono unire un paio di carote ben lavate, due o tre foglie di cavolo riccio (o se non piace della mela), il succo di mezza arancia e una fetta di zenzero. 

    Copyright foto: Desislava Vasileva / 123RF

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.